Connect with us

Per Lei Combattiamo

AURONZO15 – Una botta di ‘Vita’ per il Vicenza, la Lazio dei big esce sconfitta

Published

on

 


vicenza

Ultimo pomeriggio ad Auronzo di Cadore. Oggi lo Zandegiacomo è davvero al completo. Sono circa 2000 i tifosi biancocelesti e biancorossi accorsi al campo d’allenamento per il match di giornata. La Lazio affronta il primo test probante della stagione. Di fronte il Vicenza che poco più di un mese fa si giocava la semifinale dei play off di Serie B. Per l’occasione anche il presidente Lotito raggiunge Auronzo di Cadore. Pioli prova tutti, vuole testare la condizione dei suoi ragazzi. Il risultato non é positivo per i biancocelesti. La Lazio, che domani sarà nuovamente impegnata in un’amichevole di lusso, contro l’Anderlecht in Belgio, esce sconfitta.

pioli marino lazio vicenza

PRIMO TEMPO – Nella prima frazione di gioco il mister si affida quasi per intero alla squadra con cui la Lazio è scesa in campo nelle prime due amichevoli di Auronzo di Cadore. 4-3-3 il modulo scelto dal tecnico. Marchetti tra i pali con Hoedt e Mauricio al centro, e Konko e Seck sugli esterni compongono la linea difensiva. Centrocampo tutto nuovo rispetto ai titolari con cui la Lazio ha conquistato il terzo posto in classifica. Murgia si posizione in cabina di regia, supportato a destra da Morrison e a sinistra da Oikonomidis. Non cambia nulla rispetto alle altre due amichevoli nel tridente offensivo: Keita e Perea a sostengo di Djordjevic. Il primo tempo corre via veloce, ma non regala grandi emozioni. La Lazio fa possesso palla, comanda il gioco, senza però riuscire concretamente a sfondare. L’attenzione, ancora una volta, è tutta su Ravel Morrison. Ha gli occhi puntati addosso, ma il tempo a sua disposizione è troppo poco per mostrare di che pasta è fatto. Al 20′ l’inglese è infatti costretto ad uscire dopo un contrasto di gioco rimediato al 14′ con Giacomelli, tra la preoccupazione generale dello Zandegiacomo. Fatica a mettere il piede a terra Morrison, si parla già di una distorsione alla caviglia sinistra. Probabilmente verrà sottoposto a controlli strumentali nei prossimi giorni. Al suo posto entra Onazi e Pioli ridisegna il centrocampo. Il nigeriano fa il regista, Murgia si sposta sulla destra. La Lazio cerca il gol del vantaggio, ci prova prima con Keita, poi con Onazi, infine Mauricio di testa che viene però anticipato da Marcone. Termina così, a reti bianche, la prima parte di gara.

mauricio ghiaccio

SECONDO TEMPO – Si riparte dello stesso modulo, il 4-3-3, con quasi tutti gli stessi interpreti del primo tempo. Pioli sostituisce soltanto Marchetti con Berisha e Mauricio con Prce. Nel frattempo, al braccio di Konko, comprare la fascia di capitano. I biancocelesti ripartono da dove avevano lasciato e al 6′ sfiorano la rete del vantaggio. Keita ruba palla a centrocampo e lancia Djordjevic. Il numero 9 arriva in area e prova a tirare, sulla ribattuta arriva Oikonomidis, ma anche la sua conclusione viene respinta. Al quarto d’ora della ripresa Pioli rivoluziona la Lazio. Dentro tutti i big. Ora la Lazio è schierata così: Berisha tra i pali; Gentiletti e Prce compongono la coppia di difesa con Basta a destra e Braafheid a Felipe Andersonsinistra; centrocampo ancora a 3 con Onazi in regia affiancato da Parolo e Lulic sulle fasce; fase offensiva con Felipe Anderson e Candreva a supporto di Klose. Al braccio del tedesco, ora, c’è la fascia di capitano. La Lazio prova ad alzare il ritmo, ma al 65′ il Vicenza trova il gol del vantaggio. L’azione si sviluppa sulla sinistra, la sfera arriva a Vita che dal centro dell’area, in diagonale, batte Berisha. Non ci sono possibilità per i biancocelesti di recuperare il risultato. Ci prova Felipe Anderson a velocizzare il gioco, ma senza successo. Finisce così, con la Lazio che esce battuta alla prima amichevole di qualità.

lazio vicenza lazio vicenza polizia auronzo LAZIO-VICENZA 0-1
Marcatori: 68′ Vita (V)

LAZIO: Marchetti (46′ Berisha); Konko (61′ Basta), Mauricio (46′ Prce), Hoedt (61′ Gentiletti), Seck (61′ Braafheid); Murgia (61′ Parolo), Morrison (20′ Onazi), Oikonomidis (61′ Lulic); Perea (61′ Felipe Anderson), Djordjevic (61′ Klose), Keita (61′ Candreva).
A disp.: Guerrieri, Berisha, Radu, de Vrij, Cataldi, Zampa, Palombi.
All. Pioli

VICENZA: Vigorito (37′ Marcone); Sampirisi, D’Elia (46′ Pinato), Pazienza (59′ Rajcevic), Brighenti, El Hasni, Vita (72′ Corticchia) , Urso, Giacomelli (59′ Gora) , Cinelli, Gatto.
A disp.: Magri, Cocconello, Spiridonovic.
All. Marino

ARBITRO:Zanonato (sez. Vicenza) ASS.: Zanetti- El Khayr
Stadio Zandegiacomo di Auronzo di Cadore.

lazio vicenza auronzo

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Partita della Pace, le parole di Lotito e Immobile alla conferenza di presentazione

Published

on

 


Quest’oggi si è tenuta la conferenza di presentazione della Partita della Pace, iniziativa alla quale prenderà parte la Lazio con il suo bomber Ciro Immobile. L’attaccante sarà infatti capitano, insieme a Ronaldinho, di una della sue squadre che si affronteranno il 14 novembre. Alla conferenza, sono intervenuti sia Immobile che il Presidente della Lazio Claudio Lotito.

Queste le loro parole, raccolte da a Radiosei:

Lotito: “Ho accolto con favore questa iniziativa. Quando sono entrato nel mondo del calcio anche perché questo sport, con questo forte impatto mediatico, può educare e moralizzare. Viviamo un momento difficile, l’appello di pace del papa deve essere recepito da chi vive con i valori dello sport. Questa è una guerra nata per interessi geopolitici quindi queste iniziative servono peer sensibilizzare in tal senso. I valori che cerco di trasmettere al mio club e che cerco di tramandare nell’istruzione sportiva, perché al di la dei risultati del campo, dove siamo avversari e non dividere, sono trasportabili con questo sport perché insieme possiamo unire, esaltare il valore, il merito. Maradona anni fa mi ha chiesto di entrare a Formello proprio perché la Lazio incarna questi valori. Ed è stato contento di vedere l’accoglienza che gli abbiamo riservato. Il calcio non rappresenta i valori economici, ma i valori umani. lo dico sempre ai miei calciatori che devono scendere in campo con il rispetto degli avversari. Il valore di questo evento è proprio questo. Trasmettere tale messaggio ai giovani. Viva la pace”.

Ciro Immobile: “Sono felice che papa Francesco abbia scelto il calcio per mandare un messaggio così importante e sono orgoglioso di essere il capitano di una squadra. Sono contento perché giocheremo nel ricordo di Maradona che è stato capitano e rappresentante di questo evento in passato. Diego ha ispirato tanti di noi e continuerà a farlo”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW