Connect with us

Per Lei Combattiamo

Papadopulo: “Lazio in una gara secca come la Supercoppa può succedere di tutto, in Champions bisogna gestire bene le emozioni”

Published

on

 


Tutti i tifosi della Lazio ricordano Giuseppe Papadopulo come l’allenatore dello storico derby vinto per 3-1 con il gol di Paolo Di Canio. In una stagione particolare come quella che vide alla guida della squadra Mimmo Caso, venne chiamato il tecnico toscano che conquistò il decimo posto e la qualificazione per l’intertoto. L’ex giocatore e calciatore biancoceleste in un intervista concessa al sito sslazio.org, ha parlato della squadra che sta nascendo in ottica Champions: Secondo la mia opinione, il primo tassativo imperativo per la Lazio, che mi pare sia venuto un po’ meno in queste settimane di rodaggio, è quello di lavorare sulla propria autostima, come singoli e come gruppo, e nel caso si fosse smarrita, fare il possibile per recupararla in fretta. La Lazio, la scorsa stagione, ha vinto partite quasi solo “accorgendosi ” della forza che sapeva e poteva esprimere. Essere consapevoli dei propri mezzi è addirittura più importante del valore dei singoli stessi. Pioli e i giocatori più esperti dovranno essere bravi a inserire nel gruppo le forze fresche che stanno arrivando e che arriveranno. Mai come quest’anno serve compattezza, ancor più che nella passata stagione: lo spogliatoio dovrà rappresentare il vero valore aggiunto della formazione biancazzurra. Infine, anche la società è chiamata a far la sua parte: ho fiducia che, come in passato, si possano piazzare ottimi acquisti, coniugando le esigenze del bilancio con la legittima aspirazione dei tifosi nel veder accresciuto il tasso tecnico della propria squadra”. Sul nuovo acquisto Kisha e sul probabile Milinkovic-Savic: “Non bene, ma questo non vuol dire nulla. Entrambi i giocatori sono espressione di un ambiente calcistico internazionale di tutto rispetto e di grande tradizione. Io mi fido di Tare e della società: diamo loro tempo, hanno saputo operare bene in passato, lo faranno anche ora”. Parlando della Supercoppa l’ex tecnico del Lecce è fiducioso: “Con buona certezza, la Lazio non troverà contro la squadra ermetica e quasi imbattibile del maggio scorso. Perdere Vidal, Pirlo e Tevez, pur con le degne sostituzioni, però, non è cosa da poco: non dico che la Juventus non sarà all’altezza, credo che per dimenticare i sopracitati, del tempo ce ne vorrà. La Lazio dovrà essere abile a sfruttare questo necessario ricambio a cui la squadra bianconera dovrà, volente o nolente, prestarsi. In una gara secca, poi, tutto può accadere: ricorderete come lo scorso maggio la Lazio tenne testa per tutta la partita, fino e oltre il gol di Matri che decise l’incontro. Sono curioso ma anche fiducioso”. Sui playoff di Champions League: “Non bisogna fare calcoli, nellla maniera più assoluta. L’avversario sarà di valore, quindi le motivazioni non sarà difficile trovarle; importante sarà gestire le emozioni con lucidità. La Lazio ha valori importanti, calciatori di qualità e di personalità. Dovrà essere paziente, tessere la propria trama e cercare di impostare la propria idea di calcio, provando a subire al minimo quello degli altri. Non sarà facile, ma la strada per un piazzamento di prestigio nel calcio continentale comporta questi step”. Papadopulo inoltre ha anche parlato di mercato“Se la Lazio riuscisse a completare la rosa, fatti salvi i nuovi arrivati, con un esterno basso sinistro e magari una punta da integrarsi con Klose e Djordjevic, ritengo che la rosa sarebbe sufficientemente attrezzata per le competizioni a cui la Lazio prenderà parte. Serve, però, comperare bene, con oculatezza e con prospettiva, senza spendere tanto per farlo. Altrimenti, si potrebbe promuovere qualche Primavera, che tanto bene hanno fatto nelle passate stagioni”. Poi il tecnico ex Torino, lancia un messaggio a tutte le società  italiane, dare fiducia ai giovani: Siamo ancora molto indietro nella consacrazione dei giovani dei nostri vivai. Molte le ragioni, per lo più dovute a rigidità culturali, legate al modo di fare calcio in questo paese. Risultato e classifica contanto spopositatamente; le scelte dei presidenti e delle società ne risultano evidentemente influenzate. A questo si aggiunga una “mancanza di coraggio” delle nostre società, una poca dimestichezza di alcuni dirigenti a far sbocciare i talenti costruiti con cura fino alla Primavera, e otterrete il quadro finale. Negli altri paesi c’è meno pressione e un più marcato tentativo di tracciare le coordinate della carriera dei giovani atleti. Spero che anche da noi, qualcosa possa prima o poi cambiare ed incanalarsi per il verso giusto”. Infine l’ex bandiera della Lazio conclude l’intervista ricordando un suo caro amico, Giorgio Chinaglia: “Il primo personale pensiero, che spesso mi ripeto, è che la vita è stata ingiusta, togliendoci Giorgio troppo, davvero, troppo presto. Io e Giorgio eravamo molto legati (Papadopulo fu suo testimone di nozze, ndr), saperlo lontano e sofferente mi rattristava molto. Oltre che un atleta impeccabile e che tutti hanno conoscoito, ritengo che con Giorgio se ne sia andata una cara e brava persona”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Compleanno Lazzari, gli auguri di un ex Lazio – FOTO

Published

on

 


Giornata speciale per Manuel Lazzari che oggi festeggia il suo 29esimo compleanno. Tanti i messaggi di auguri per il terzino della Lazio, dalla stessa Società ai compagni fini ad un ex biancoceleste. Luiz Felipe infatti, attuale difensore del Betis, ha voluto mandare un messaggio a Lazzari sui propri canali social ufficiali in occasione del suo compleanno:” Tanti auguri di buon compleanno Manu, ti voglio bene perro!”

Di seguito la stories di Luiz Felipe:

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW