Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA – Pace: “Ho firmato con la Viterbese, dalla Lazio mi aspettavo un trattamento diverso”

Published

on

 


La Lazio Primavera in questi anni ha vinto praticamente tutto in Italia e uno dei suoi maggiori interpreti è stato Lorenzo Pace. Il mediano classe 1995 ha alzato al cielo con la squadra biancoceleste uno Scudetto, una Supercoppa e due Coppe Italia vedendo svanire ai calci di rigore contro il Torino il sogno del Triplete, ma dal 1 luglio scorso si ritrova svincolato. La Lazio infatti a sorpresa non gli ha rinnovato il contratto e ora l’italo-indonesiano, come ha raccontato in esclusiva alla redazione di LazioPress.it, firmerà con la Viterbese.

Sei in ritiro a Viterbo, possiamo  dire che sei ufficialmente un giocatore della Viterbese?

“Si, sono in ritiro e oggi pomeriggio firmerò il contratto con la Viterbese”. 

Avevi detto di voler rimanere tra i professionisti, hai ricevuto offerte anche dalla Lega Pro?

“Ho ricevuto numerose offerte da club di Lega Pro ma purtroppo i ragazzi che arrivano dalla Primavera non sempre trovano molto spazio perchè gli allenatori preferiscono giocatori che abbiano già esperienza almeno in Serie D. Per questo ho deciso di ricominciare da zero e ho scelto la Viterbese perchè ha un bel progetto”.

Tutti i tifosi ci sono rimasti male per il tuo mancato rinnovo? Te lo aspettavi? Come sono andate le cose?

“No assolutamente, non ce l’aspettavamo nè io nè il mio procuratore. Mi era stato detto che al 90% avrei rinnovato con la Lazio. Purtroppo questo non è successo e il dispiacere è molto, però devo andare avanti”.

Qual’è il tuo ricordo più bello con la maglia della Lazio?

“Il ricordo più bello è stato alzare quella Coppa Italia all’Olimpico. Una serata perfetta che non dimenticherò mai”.

La Lazio Primavera sembra un gruppo molto unito e per molti questa è la vera forza della squadra, è così?

“La nostra squadra è sempre stata unita. Grazie a questo, con con le prestazioni in campo e i risultati raggiunti, abbiamo smentito tutti i giornali che lo scorso settembre dicevano che la Lazio Primavera non era competitiva come quella di qualche anno prima”.

Con chi avevi un rapporto migliore nello spogliatoio?

“Ho un buon rapporto con tutti i miei ex compagni ma soprattuto con Silvagni e Pollace perchè li conosco dai tempi dei giovanissimi regionali, e Oikonomidis visto che abitavamo vicini”.

Quali dei tuoi compagni della primavera pensi sia pronto per la prima squadra? Chi è il più talentuoso?

“Penso che Seck sia pronto per la Serie A. Ha un passo e un ritmo di gioco che fa invidia a tutti e in Primavera non ha nessuno. Il più talentuoso secondo me è Murgia, un giocatore molto umile che si allena sempre al 100% e in campo da sempre il suo contributo alla squadra”.

Che rapporto avevi con Simone Inzaghi e come è stato avere un campione come lui per allenatore?

“Simone Inzaghi è un grandissimo allenatore. Oltre a questo è una bravissima persona. Avevo un bel rapporto con lui, scherzavamo sempre sia dentro che fuori dal campo, e devo molto a lui”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Verona, l’ex Teodorani: “Divario evidente tra le squadre. Biancocelesti favoriti”

Published

on

 


Domenica sarà LazioHellas Verona. Mentre l’Olimpico si prepara ad attendere la sfida, Carlo Teodorani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress per parlare del match che vedrà impegnati in casa i biancocelesti. Queste le parole dell’ex giocatore dell’Hellas Verona, che ha ricoperto il ruolo di difensore nelle stagioni 2001-2005 e 2005-2007.

Come arrivano Lazio e Verona alla sfida di domenica?
Il Verona scenderà in campo con un atteggiamento positivo, ma il divario tra le due squadre è evidente. Sicuramente, tra le due, vedo la Lazio favorita”.

Su cosa dovranno puntare gli uomini di Cioffi per mettere in difficoltà la Lazio?
Il Verona ha una buona fase difensiva, per mettere in difficoltà la Lazio dovrà cercare di puntare sui soliti 3-4 giocatori determinanti, capaci nelle ripartenze”.

Quest’anno l’Hellas ha puntato molto sui giovani. Finora chi ti ha colpito di più della rosa?
È ancora molto presto per dirlo. Il rendimento è stato sempre molto altalenante in queste partite e penso che i giovani abbiano ancora bisogno di tempo. Aver deciso di puntare sui millennials è sicuramente una scelta ponderata, frutto di un progetto a lungo termine”.

Dalla polemica sulla classe arbitrale alle ultime vicende che hanno visto protagonista Ciro Immobile. Un tuo commento.
Purtroppo queste vicende fanno parte del calcio. Immobile è una persona intelligente e in grado di affrontare questi episodi”.

Pronostico Lazio-Hellas Verona?
Penso che sarà una partita con molti gol, visto il calibro degli attaccanti. Azzardo un 3-1”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW