Connect with us

Europa League

Gregucci a LSR: “La Lazio può fare bene in Europa”

Published

on

 


Angelo Gregucci, ex difensore biancoceleste, è intervenuto questo pomeriggio ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM per parlare di Lazio.

L’unico rimprovero da fare alla squadra per la prestazione di ieri è l’ingenuità. La gara è stata dominata dalla Lazio, il rammarico del pareggio riguarda più che altro l’autostima. La linea della società è chiara, c’era stata la richiesta di un fuoriclasse, Tare guarda giocatori di talento, molto giovani con discreta esperienza, come Milinkovic Savic e Kishna. Il profilo che la società dà è magnifico, stiamo giocando bene da questo punto di vista, si sta dando lungimiranza a questo progetto. Il salto di qualità si fa solo giocando competizioni come quelle di Leverkusen, ieri sera c’è stato un errore di lettura di gioco, per di più a tempo scaduto. Il problema dei biancocelesti non è l’esperienza ma è la mentalità. Bisogna approcciare le partite con più cattiveria. Siamo più forti, sono sicuro che vinceremo quel girone. Questa squadra ha tutte le possibilità per far bene e per riandare a riguadagnare un posto in Champions League. La Lazio deve avere l’ambizione di poter vincere l’Europa League perché ha tutte le carte per farcela. È una squadra giovane e di talento, deve solo crederci e cambiare mentalità. I ragazzi di Pioli sono cresciuti molto dal punto di vista fisico. Il fatto che le squadre italiane ci mettono più tempo per carburare rispetto ad altre squadre europee è soprattutto un fatto di cultura. Il nostro calcio parte in ritardo, il calcio di agosto conta poco. Se affrontassimo oggi il Bayer Leverkusen sicuramente il risultato sarebbe diverso. Pioli è bravo perché offre un calcio di proposta e questa mentalità, adottata da lui e da tutto il suo staff, è lodevole”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Europa League

Feyenoord, il tatuaggio del vice allenatore dopo il match con la Lazio – FOTO

Published

on

 


Prima della splendida vittoria arrivata nel derby di contro la Roma, i biancocelesti avevano gettato al vento la qualificazione dell’Europa League perdendo a Rotterdam sul campo del Feyenoord. Il vice allenatore della squadra olandese, John De Wolf, si è tatuato sul braccio la frase scritta sullo striscione dei tifosi olandesi nel giorno del match: “Non vado a terra per nessuno, né per te e né per nessun altro”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da John de Wolf (@johnde_wolf)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW