Connect with us

Per Lei Combattiamo

Una Lazio oscena crolla ancora in trasferta: al San Paolo è pokerissimo Napoli

Published

on

 


Era la partita della verità: la sfida del San Paolo era l’occasione buona per confermarsi dopo la vittoria contro l’Udinese e la bella prestazione in Europa League che avevano fatto dimenticare in parte le sconfitte nelle prime uscite ufficiali. La squadra di mister Pioli però non è mai entrata in campo e il 5-0 finale parla da solo. Una squadra senza gioco ma soprattutto senza rabbia. Quando è andata sotto non ha mai reagito concedendo al Napoli occasioni su occasioni. Dalle parti di Formello si dovrebbe pensare ad un immediato ritiro in vista della sfida di mercoledi sera all’Olimpico con il Genoa, perchè questa Lazio non è nemmeno una lontana parente di quella della passata stagione per il gioco espresso e per la mentalità. Una squadra con la storia come quella biancoceleste non si può permettere queste figuracce.

PRIMO TEMPO – Mister Pioli sceglie il 4-3-1-2 e conferma Hoedt al centro della difesa con Mauricio, assente in Europa League per squalifica. A centrocampo Lulic, Parolo e Onazi con Mauri dietro alle punte Keita e Matri. Sarri invece conferma il 4-3-3 di giovedì con Callejon e Insigne a supporto di Higuain. L’avvio di partita è tutto dei partenopei con “il Pipita”e Allan che sfiorano il gol già dai primi minuti. La squadra capitolina prova subito a reagire ed è Keita ad avere sul piede destro la palla del vantaggio: Basta scende sulla destra e con un cross rasoterra e serve al centro dell’area lo spagnolo che però spara alto. Il Napoli continua ad attaccare e trova con la rete con Higuain al 14′ che, complice una clamorosa dormita della difesa laziale, supera Hoedt e supera Marchetti con un destro chirurgico. A questo punto ci si aspetterebbe una reazione da parte dei biancocelesti ma con un centrocampo inesistente e una difesa fragile è impossibile fermare Hamsik e company che al 35′ trovano il raddoppio con Allan che su assist di Insigne si presenta tutto solo davanti a Marchetti e non sbaglia.

SECONDO TEMPO – La Lazio cambia interpreti nella seconda frazione di gioco: entrano Milinkovic e Felipe Anderson al posto di Lulic e Mauri. Ma è il Napoli a continuare a fare la partita e a trovare il 3-0 con Insigne che ribadisce in rete una bella parata di Marchetti su Higuain. I biancocelesti soccombono e non riescono mai a superare la metà campo se non con lanci lunghi. I partenopei segnano ancora con Higuain e Gabbiadini e portano il risultato sul 5-0 finale. Solo Marchetti evita nel finale che il passivo sia ancora più pesante. Sono negli ultimi minuti la Lazio va vicino al gol della bandiera con Milinkovic-Savic che coglie la trasferta con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Lazio, finalmente le rotazioni: ecco quanto hanno giocato i nuovi arrivati

Published

on

 


Lotito nella finestra di mercato estiva ha speso come mai prima d’ora, regalando a mister Sarri non solo 8 nuovi acquisti, ma anche la possibilità di far ruotare i giocatori tra le varie competizioni. A differenza degli altri anni, infatti, tutti i nuovi innesti sono stati già scesi in campo per diversi minuti, permettendo i titolari di riprendere fiato.

Il meno utilizzato, per ora, è Luis Maximiano. Il portiere era titolare nella partita di esordio di questa stagione contro il Bologna, ma dopo 6 minuti ha rimediato un cartellino rosso, costringendo Provedel a prendere il suo posto.

Dal 14 agosto Provedel è titolare fisso, sia in campionato che in Europa League. In questo modo, tra i nuovi acquisti è quello che ha giocato per più minuti, in tutto 802. In campionato ne ha giocati 622’ (gli 82 di Lazio Bologna e le restanti partite 90’) e in Europa League 180’ (i 90 di Lazio-Feyenoord e di Midtjylland-Lazio).

In ordine, subito dopo troviamo Romagnoli con 638 minuti, di cui 475 in Serie A e 163 in Europa League. In campionato ha giocato tutti e 90 i minuti contro Bologna, Torino, Inter e Napoli, rimanendo in panchina contro il Verona e scendendo in campo per 81 minuti contro la Samp e 34 con la Cremonese. In Europa, invece, ha giocato 73 minuti contro il Feyenoord e tutta la partita con il Midtjylland.

fraioli

Al terzo posto c’è Vecino, il pupillo di Sarri. Il centrocampista è stato l’ultimo ad arrivare saltando tutta la preparazione ad Auronzo di Cadore, ma, nonostante ciò, è uno dei più utilizzati. Sono 378 i minuti in cui è sceso in campo, di cui 255 in Serie A e 123 in Europa. Non ha mai giocato una partita intera, però piano piano si è riconquistato la fiducia del suo ex mister che lo ha mandato in campo inizialmente 7 minuti contro il Bologna nella prima partita, poi man mano ha aumentato il minutaggio. Dopo il Bologna sono arrivati i 62’ contro il Torino, i 57’ contro l’Inter, i 37’ con il Napoli, 25’ contro il Verona e 67’ con la Cremonese. Solo con la Samp è rimasto in panchina. In EL, invece, ha giocato 70’ contro il Feyenoord, in cui ha segnato 2 gol e servito un assist, e 53’ contro il Midtjylland.

fraioli

Subito dopo troviamo Gila, che con i suoi 201 minuti totali si piazza al quarto posto. Solo 21 minuti per lui in campionato (9 con la Samp e 12 con la Cremonese), ma tutti i 180 in Europa League.

Terzultimo posto per Casale, con 146 minuti in campionato. Non ha ancora mai calcato i campi dell’Europa League, ma ha giocato 90 minuti contro il suo ex Verona e 56’ contro la Cremonese.

Infine, prima del meno utilizzato Luis Maximiano, troviamo Marcos Antonio con 138 minuti. In Serie A è sceso in campo 4 volte: contro il Torino (28’), l’Inter (6’), la Samp (18’) e il Verona (65’). In Europa League, invece, ha giocato solo 21 minuti contro il Midtjylland.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW