Connect with us

Per Lei Combattiamo

FOCUS – Fattore ripresa: nei secondi tempi i biancocelesti si esaltano

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


Ormai per la Lazio è diventata un’abitudine. Anche questa sosta per le Nazionali è stata fatale per alcuni laziali, con gli infortuni di Biglia e Parolo, che complicano, e non poco, le prossime partite dei biancocelesti e limitano le possibilità di scelta di Pioli. La lista degli assenti per la gara con il Sassuolo aumenta, e le ultime indiscrezioni riguardo il problema al ginocchio di de Vrij, a rischio operazione, non lascia certo sereni. La Lazio però ha dimostrato nelle ultime uscite di essere in ottima forma, con 4 vittorie consecutive tra campionato ed Europa League. Le batoste di inizio stagione sono un lontano ricordo, con Pioli e suoi che vogliono ripetere i risultati della scorsa annata.

I biancocelesti sono attualmente terzi in classifica, a tre punti dalla Fiorentina capolista. In sette giornate 15 punti conquistati, frutto di 5 vittorie e 2 sconfitte, con 11 gol fatti e 11 subiti (9 presi nelle due debacle esterne a Verona con il Chievo e contro il Napoli). Un aspetto che si evince da questi numeri è il rendimento difensivo che va sicuramente migliorato, anche se dalla gara del San Paolo, una partita spartiacque per la squadra, i progressi sono stati evidenti, considerando sempre il grosso handicap per l’assenza ormai prolungata di un giocatore come Vrij. Un altro dato molto importante, che dimostra come la squadra anche nei momenti di difficoltà abbia sempre cercato di fare il massimo, è quello relativo ai gol segnati. Dalla prima gara ufficiale nella Supercoppa Italiana con la Juventus, fino al match con il Frosinone, la Lazio ha realizzato 15 reti in tutte le competizioni: ben 10 nei secondi tempi con 9 di questi decisivi per il risultato finale, che hanno dato ai capitolini 15 punti: il gol di Keita nell’andata del preliminare di Champions League con il Bayer Leverkusen (1-0); la doppietta di Matri all’esordio contro la sua vittima preferita, l’Udinese (2-0); il gol bellissimo di Felipe Anderson contro il Genoa, dopo il vantaggio iniziale di Djordjevic nel 2-0 al Genoa; le reti di Biglia e Parolo nella rimonta di Verona contro l’Hellas; il primo gol di Hoedt con la Lazio e ancora il solito Biglia nel 3-2 al cardiopalma contro il Saint Etienne in Europa League; infine le reti di Keita e Djordjevic nel 2-0 al Frosinone.

Una tendenza che ripercorre quella dello scorso campionato, in cui i biancocelesti segnarono 71 reti, di cui 37 nei secondi tempi. La Lazio ha sempre cercato di imporre il proprio gioco per tutti i 90’minuti, sin dalla prima a San Siro dello scorso anno contro il Milan. Un gioco offensivo che porta molti uomini in zona gol, ma senza tralasciare l’equilibrio difensivo e di squadra, fondamentale per raggiungere grandi traguardi. La rimonta di Verona, il successo negli ultimi minuti con il Frosinone, sono chiari segnali di come la squadra e l’allenatore remino verso la stessa direzione con un unico obiettivo, il più importante: portare il più in alto possibile la Lazio.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Il Messaggero| Arriva il tour de force per la Lazio

edo9923@hotmail.it'

Published

on

 


Un mese e mezzo da vivere tutto di un fiato. Senza sosta, sino al mondiale in Qatar. Domenica la Lazio ospiterà lo Spezia, il 16 ottobre affronterà l’Udinese e il 30 la Salernitana. Il 10 ottobre Sarri e i suoi, saranno al Franchi per disputare il match con la Fiorentina e poi l’attuale capolista Atalanta il 23 al Gewiss Stadium. Come se non bastasse ci saranno gli impegni europei di mezzo come il viaggio a Graz contro lo Sturm del 6 ottobre, poi il ritorno il giovedì seguente nella Capitale dove il 27 arriverà pure il Midtjylland. Compresso anche novembre, che si aprirà con l’ultima giornata del gruppo F di Europa League a Rotterdam col Feyenoord. Dopodiché si passerà a una full immersion di Serie A con il derby, il Monza in casa e la trasferta allo Stadium con la Juventus.

 

Nella passata stagione Sarri si è lamentato spesso del poco riposo, ora ci saranno 12 partite in un mese e mezzo, una ogni 3,5 giorni. Casale  salterà minimo 3 o 4 settimane, Sarri spera nel recupero di Lazzari, oggi atteso per ulteriori esami e ancora in corsa per una chance contro lo Spezia smaltendo definitivamente la lesione al flessore destro. Anche Immobile oggi si sottoporrà a ulteriori esami, alla fine rientrato nella Capitale per la contrattura al bicipite femorale. Nel frattempo nel weekend senza prima squadra arrivano l’en plein del settore giovanile con tutte vittorie dall’U18 fino all’U14, compresi due derby. Primo successo pure per la Women con prima gioia per Louise Eriksen.

Il Messaggero

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW