Connect with us

Per Lei Combattiamo

LA SFIDA – Klose vs Bacca: il Panzer ed El Peluca alla conquista dell’Europa

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


“Le prossime due gare arrivano nel momento giusto. Dobbiamo capire e far vedere cosa vogliamo fare da adulti. Lo decideremo noi, ma se vogliamo diventare una grande squadra dobbiamo superare l’ultimo scalino: avere il giusto atteggiamento per 95 minuti”, così Stefano Pioli in conferenza. Dall’altra parte, Sinisa Mihajlovic carica i suoi: “Andremo all’Olimpico, provando a vincerla. E’ una grande squadra, ma ha i suoi punti deboli. Sappiamo di poterla giocare alla pari. Sappiamo il nostro valore e le nostre qualità. Se dovessimo vincere, sarebbe davvero una cosa importante”. Lazio-Milan, una partita fondamentale per entrambe le squadre, separate da soli due punti in classifica. Di fronte due dei centravanti con più qualità che ci sono in Italia: Klose e Bacca. “Gli attaccanti vengono giudicati per i loro gol e ogni gol è come innamorarsi”, le parole di un altro bomber di alto livello, come Julio Ricardo Cruz. Klose e Bacca, due che si innamorano spesso…

IL PANZER ALLA RICERCA DELLA PRIMA GIOIA STAGIONALE –  62 minuti con la Juventus in Supercoppa e 45 minuti nell’andata del preliminare Champions contro il Leverkusen. Poi l’infortunio. Klose è costretto a rimanere fermo per due mesi. Il ritorno in campo nella sconfitta con il Sassuolo, ma il tedesco non è ancora in condizione. Ora il Torino, match importante per la Lazio per riscattare il k.o. del Maperi Stadium, e Miro torna decisivo. I biancocelesti vincono nettamente 3-0, con l’attaccante che serve due assist deliziosi quanto fondamentali ai suoi compagni: prima l’appoggio preciso di testa per l’accorrente Lulic, per il gol del vantaggio, poi il tocco di prima per Felipe Anderson per il raddoppio. Applausi a scena aperta. E’ mancato il gol è vero, ma la prestazione del tedesco è stata eccellente e i gol arriveranno. Contro l’Atalanta però, la Lazio e Klose mancano l’appuntamento. Miro non si rende mai pericoloso nei pressi di Sportiello, e questa volta manca anche il suo apporto alla manovra, con il gol che manca ormai dallo scorso 31 maggio, nel 2-4 al San Paolo nel match per la lotta Champions. Ai rossoneri Miro ha segnato tre reti, di cui due proprio all’Olimpico. Domenica sera Pioli avrà bisogno che il Panzer torni ad essere decisivo sotto porta, in una sfida così delicata per la Lazio.

BACCA-MILAN, UN AMORE A SUON DI GOL – Mister 30 milioni. E’ questa la cifra sborsata dal Milan per assicurarsi il bomber ex Siviglia e della Colombia. Un attaccante completo, bravo tecnicamente, veloce e micidiale in area di rigore. Un centravanti dal pedigree internazionale di assoluto livello, con due Europa League conquistate nei suoi due anni in Spagna, e tanti gol nella sua Nazionale dove la concorrenza è altissima, da Falcao a Jackson Martinez, con l’ex Porto vicinissimo al Milan prima di andare all’Atletico Madrid, con i rossoneri che hanno poi virato su Carlos. A giudicare dal rendimento fin qui dei due colombiani, la società rossonera può ritenersi soddisfatta. per lui finora 5 gol in 10 partite, tanto lavoro per la squadra e punto di riferimento per i suoi compagni in campo. Inizialmente Mihajlovic aveva puntato sulla coppia d’attacco formata da Bacca e Luiz Adriano. I due hanno convinto solo in alcune occasioni. Dal match contro il Torino, il Milan è passato al 4-3-3 con Cerci e Bonaventura larghi con Carlos unica punta, con tutta la squadra che ha beneficiato di questo cambio di modulo. Ora contro la Lazio, i rossoneri sono chiamati a dare una risposta importante, con Bacca pronto ad aumentare il suo score stagionale e prendere per mano il Milan, in un momento così cruciale del campionato.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Juventus-Lazio, Tare nel pre partita: “Milinkovic? Fiducioso sul rinnovo”

Published

on

 


Prima del match tra Juventus e Lazio, il direttore sportivo biancoceleste Igli Tare ha parlato così ai microfoni di Mediaset. Ecco le sue parole:

Siamo assolutamente favoriti, c’è una Juve che ha bisogno di una grande reazione e questo deve farci stare ancora più uniti. Questa per noi è una grande opportunità, con la Coppa Italia che è un obiettivo stagionale, anche se non sarà semplice. La Champions League? E’ un altro obiettivo, stasera c’è la Coppa Italia ed è un’occasione per raggiungere un traguardo, dopo che l’ultima in campionato non è andata come avremmo voluto. Pellegrini? L’allenatore aveva espresso questa necessità per quella parte del campo, e abbiamo portato un ragazzo giovane e innamorato di questi colori. Ennesimo tormentone su Milinkovic Savic da qui a giugno? A me fa l’effetto contrario perché so come stanno le cose e quindi non c’è nessun tormentone: ogni cosa si risolverà al momento opportuno. Si legge che il giocatore avrebbe dei dubbi sul rinnovo del contratto? La cosa positiva è che io non leggo mai quello che viene scritto perciò non vado avanti né con i sé e né con i ma. So come stanno le cose e sono tranquillo. Se sono fiducioso? Sempre, sempre”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW