Connect with us

Europa League

MOVIOLA – Un rigore negato alla Lazio, ma giusto annullare il gol di Hoedt

Published

on

 


La Lazio ritrova la vittoria a Trondheim e mette una pesante ipoteca sul passaggio del turno di Europa League. I sedicesimi di finale non sono ancora matematici, alla squadra di Pioli, in testa nel girone G e a + 6 dai prossimi avversari del Dnipro manca soltanto un punto. Dall’altra parte invece con la sconfitta maturata stasera i norvegesi dicono addio quasi definitivamente alla competizione europea. La gara corre via liscia, i biancocelesti passano meritatamente subito in vantaggio per poi raddoppiare con estrema facilità. Doppietta di Djordjevic e nessuna decisione importante da prendere per il direttore di gara Marriner. Poi al 32′ il primo episodio da moviola. Helland in area arriva in ritardo su Radu e il terzino biancoceleste cade e invoca a gran voce il calcio di rigore, piuttosto netto. L’arbitro inglese però valuta in modo errato e concede soltanto calcio d’angolo. Dallo sviluppo del calcio piazzato la Lazio trova anche il gol del 3 a 0 con Hoedt, ma prima che la sfera arrivi all’olandese Gentiletti, sulla traiettoria della palla, è oltre la linea dei difensori avversari e l’assistente fa annullare la rete. Corretta la chiamata del guardalinee e di conseguenza la decisione del direttore di gara. Sul finire del primo tempo poi i giocatori del Rosenborg reclamano per un fallo di mano di Onazi in area, ma il gomito è attaccato al corpo e l’arbitro lascia correre. Nella ripresa anche Morrison protesta per una lieve trattenuta di Bjordal in area, anche stavolta però Marriner decide correttamente di non fischiare rigore. La Lazio ha le redini del gioco, ha la vittoria in pugno. L’unica nota stonata della serata è il rosso diretto che Marriner riserva a Keita. Lo spagnolo, entrato in campo da pochi minuti, reagisce in modo rabbioso dopo un contatto di gioco con Helland. L’arbitro stavolta è obbligato ad estrarre il cartellino.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Europa League

Feyenoord, il tatuaggio del vice allenatore dopo il match con la Lazio – FOTO

Published

on

 


Prima della splendida vittoria arrivata nel derby di contro la Roma, i biancocelesti avevano gettato al vento la qualificazione dell’Europa League perdendo a Rotterdam sul campo del Feyenoord. Il vice allenatore della squadra olandese, John De Wolf, si è tatuato sul braccio la frase scritta sullo striscione dei tifosi olandesi nel giorno del match: “Non vado a terra per nessuno, né per te e né per nessun altro”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da John de Wolf (@johnde_wolf)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW