Connect with us

Per Lei Combattiamo

Manzini: “Ho fatto della mia passione, il mio lavoro. E quando Calleri mi chiamò…”

Published

on

 


Un uomo che ha fatto della Lazio il suo modus vivendi. Un totem biancoceleste dal lontano 1971, prima come collaboratore, poi in veste ufficiale dal 1988. Parliamo ovviamente dello storico team manager laziale Maurizio Manzini che oggi, nel giorno del suo compleanno, ha parlato così a Lazio Syle Radio 89.3: “Ringrazio la società e lo staff che in tutti questi anni mi hanno permesso di realizzare e portare avanti il mio sogno. Quando un uomo riesce a fare della propria passione il proprio lavoro, non può chiedere altro alla vita. In passato mi hanno chiesto cosa avrei fatto se fossi stato presidente della Lazio. Io ho sempre risposto che sarei andato fallito perché non sarei mai stato in grado di cedere un giocatore, visto che per me sono tutti come dei figli”. L’allerta terrorismo e i fatti di Parigi. Cosa deve fare il tifoso, impaurito da possibili nuovi attacchi negli stadi da parte dell’Isis? “Il tifoso deve credere sempre nonostante tutti gli avvenimenti sportivi e non che accadono, altrimenti la daremmo vinta all’Isis o chi per loro”. Tante le trasferte di Manzini con la sua Lazio, ma c’è una in particolare alla quale il team manager biancoceleste è particolarmente legato: “E’ troppo facile, la prima a Bergamo contro l’Atalanta, non potrà mai dimenticarla”. Poi racconta come iniziò la sua carriera alla Lazio: “Calleri mi chiese di venire a lavorare in presidenza con lui e io dissi subito di sì. Lo comunicai subito al presidente dell’American Express, Tommaso Zanzotto, che mi disse che mi avrebbe voluto vedere il giorno dopo a New York in un ufficio delle Torri Gemelle. Mi disse come mai avessi voluto sacrificare una grande carriera qui per un  pallone e io gli risposi che quando un uomo ha l’occasione di fare della sua passione, il suo lavoro, deve farlo. A quel punto si alzò, mi strinse la mano e mi augurò buona fortuna, senza aggiungere altro. Vi ringrazio tutti e vi stringo in un ideale abbraccio”.



 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Calcio

CONFERENZA SARRI: “Siamo stati ordinati, in questo momento fatichiamo a trovare la giocata giusta. Su Pellegrini…”

Published

on

 


Al termine della sfida in casa della Juventus, persa dalla sua Lazio per 1-0, l’allenatore biancoceleste, Maurizio Sarri, è intervenuto anche in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni, riportate dal sito ufficiale biancoceleste, al termine del match di Coppa Italia:

“La partita è stata interpretata in modo serio, siamo stati ordinati. Siamo in un momento in cui fatichiamo a trovare la giocata giusta in brillantezza nei metri decisivi del campo. Questa sera non abbiamo trovato spazi, sarebbe servita una giocata decisiva negli uno contro uno. L’errore sul gol della Juventus è stato di squadra, non di linea, è arrivato su una terza palla.

Non era facile perché la Juventus ci aspettava bassa, purtroppo il gol preso alla fine del primo tempo ha indirizzato la partita. Pellegrini? Vedremo, purtroppo a Torino abbiamo lavorato poco insieme. Luca è un terzino sinistro di buon piede, i tempi di inserimento dipenderanno da quanto tempo impiegherà a capire la nostra linea difensiva.

Marcos Antonio è un calciatore particolare, lo abbiamo preso quando c’erano idee tattiche diverse. Noi giochiamo con due interni offensivi e lui per caratteristiche non può coprire tanto campo, per questo lo possiamo sfruttare solo quando c’è chi può supportarlo. Maximiano finora è stato sfortunato, in passato una borsite gli ha impedito di allenarsi bene. Adesso sta meglio, vedremo se nelle prossime partite continueremo la sua alternanza con Provedel”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW