Connect with us

Per Lei Combattiamo

FOCUS – Basta, assenza che pesa…ma quell’errore fu fatale

Published

on

 


Dusan Basta salterà la sfida contro l’Inter e si aggiunge alla lunga lista degli indisponibili. Al contrario delle previsioni di venerdì, infatti, il terzino non ha recuperato e non è in grado di affrontare la partita che si disputerà questa sera. Un’assenza, senz’altro, pesante per la Lazio e per Pioli che dovrà riscrivere, ancora una volta, la difesa biancoceleste.

Giocatore fondamentale per la rosa guidata da Pioli, Basta, lo scorso anno ha collezionato ben 33 presenze e un gol, consacrandosi come uno dei principali artefici dello straordinario campionato della Lazio, in quanto è stato uno dei, se non addirittura il, giocatore più costante e attento in campo.Nella stagione 2015/2016, il serbo ha totalizzato, finora, 20 presenze su un totale di 24 partite, fra campionato e coppe, ed è ancora a secco di reti se consideriamo le reti nella porta avversaria. Se ci  soffermiamo, invece, sul termine gol nel suo senso più ampio, senza fare distinzioni di porta, siamo a quota uno, ahimè. Infatti, fu proprio quel maledetto e sfortunato autogol realizzato da Basta contro l’Atalanta a segnare l’inizio della crisi nera in cui riversa ora la Lazio. Da quel 28 ottobre, una maledizione sembra essersi abbattuta sui biancocelesti. La sfida contro i bergamaschi  inaugurò l’inizio del digiuno di vittorie, l’inizio della fase negativa in cui la Lazio non è più riuscita ad ottenere risultati utili in campionato. In poche parole, ha dato il via a quel cammino a ritroso che ha condotto i biancocelesti nel lato destro della classifica.

Dunque, davvero uno scherzo di cattivo gusto quello che il destino ha riservato al difensore serbo. Lui, presenza stabile e fondamentale nella formazione di Pioli, lui che viene impiegato praticamente in ogni match, lui che corre ininterrottamente e copre ogni spazio, lui che lo scorso anno è stato uno dei principali autori di quell’avvincente storia firmata Lazio, lui così silenzioso e professionale, lui che ad ogni triplice fischio varca lo spogliatoio con la maglia pregna di sudore e consapevole di aver dato l’anima in campo, fu il responsabile dell’errore che segnò la disfatta che da lì a poco si sarebbe rivelata fatale. Fu una serata piena di coincidenze maligne: lo zio Edy batte la sua ex squadra e il garante, per eccellenza, della difesa laziale regala la vittoria ai padroni di casa. Quel turno infrasettimanale segnò l’inizio delle battuta d’arresto e scaturì un’ondata di aria pesante che ancora oggi, nonostante l’abbaglio nella partita di Coppa Italia, si respira in casa Lazio. Quando si dice l’ironia della sorte. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Lazio, finalmente le rotazioni: ecco quanto hanno giocato i nuovi arrivati

Published

on

 


Lotito nella finestra di mercato estiva ha speso come mai prima d’ora, regalando a mister Sarri non solo 8 nuovi acquisti, ma anche la possibilità di far ruotare i giocatori tra le varie competizioni. A differenza degli altri anni, infatti, tutti i nuovi innesti sono stati già scesi in campo per diversi minuti, permettendo i titolari di riprendere fiato.

Il meno utilizzato, per ora, è Luis Maximiano. Il portiere era titolare nella partita di esordio di questa stagione contro il Bologna, ma dopo 6 minuti ha rimediato un cartellino rosso, costringendo Provedel a prendere il suo posto.

Dal 14 agosto Provedel è titolare fisso, sia in campionato che in Europa League. In questo modo, tra i nuovi acquisti è quello che ha giocato per più minuti, in tutto 802. In campionato ne ha giocati 622’ (gli 82 di Lazio Bologna e le restanti partite 90’) e in Europa League 180’ (i 90 di Lazio-Feyenoord e di Midtjylland-Lazio).

In ordine, subito dopo troviamo Romagnoli con 638 minuti, di cui 475 in Serie A e 163 in Europa League. In campionato ha giocato tutti e 90 i minuti contro Bologna, Torino, Inter e Napoli, rimanendo in panchina contro il Verona e scendendo in campo per 81 minuti contro la Samp e 34 con la Cremonese. In Europa, invece, ha giocato 73 minuti contro il Feyenoord e tutta la partita con il Midtjylland.

fraioli

Al terzo posto c’è Vecino, il pupillo di Sarri. Il centrocampista è stato l’ultimo ad arrivare saltando tutta la preparazione ad Auronzo di Cadore, ma, nonostante ciò, è uno dei più utilizzati. Sono 378 i minuti in cui è sceso in campo, di cui 255 in Serie A e 123 in Europa. Non ha mai giocato una partita intera, però piano piano si è riconquistato la fiducia del suo ex mister che lo ha mandato in campo inizialmente 7 minuti contro il Bologna nella prima partita, poi man mano ha aumentato il minutaggio. Dopo il Bologna sono arrivati i 62’ contro il Torino, i 57’ contro l’Inter, i 37’ con il Napoli, 25’ contro il Verona e 67’ con la Cremonese. Solo con la Samp è rimasto in panchina. In EL, invece, ha giocato 70’ contro il Feyenoord, in cui ha segnato 2 gol e servito un assist, e 53’ contro il Midtjylland.

fraioli

Subito dopo troviamo Gila, che con i suoi 201 minuti totali si piazza al quarto posto. Solo 21 minuti per lui in campionato (9 con la Samp e 12 con la Cremonese), ma tutti i 180 in Europa League.

Terzultimo posto per Casale, con 146 minuti in campionato. Non ha ancora mai calcato i campi dell’Europa League, ma ha giocato 90 minuti contro il suo ex Verona e 56’ contro la Cremonese.

Infine, prima del meno utilizzato Luis Maximiano, troviamo Marcos Antonio con 138 minuti. In Serie A è sceso in campo 4 volte: contro il Torino (28’), l’Inter (6’), la Samp (18’) e il Verona (65’). In Europa League, invece, ha giocato solo 21 minuti contro il Midtjylland.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW