Connect with us

Per Lei Combattiamo

La Lazio compie 116 anni: le parole di tanti protagonisti della storia biancoceleste

Published

on

 


Spegne 116 candeline, oggi la società biancoceleste. Dopo la festa dei tanti tifosi accorsi in Piazza della Libertà, oggi la società biancoceleste ha voluto celebrare la riccorrenza ascoltando tramite la propria emittente radio, Lazio Style Radio, tante figure laziali che, da protagoniste, hanno scritto pagine di storia del club capitolino. Il primo ad esser stato ascoltato è stato l’ex difensore biancoceleste Raffaele SergioAuguri alla mitica e gloriosa Lazio, per me è stata un’esperienza straordinaria, questo club mi ha permesso di giocare a livelli importanti. Sarò sempre grato a questa società e a questo ambiente. Il momento che ricordo con più piacere è quando sono stato scelto, venivo dalla serie C e realizzai un sogno. Ricordo la gioia straordinaria che provai. Ringrazio i tifosi mi hanno fatto sentire sempre a mio agio, questo mi ha trasmesso una grande sicurezza. Tornando al calcio giocato, la Lazio ha concluso l’anno in modo positivo vincendo e convincendo. Con il Carpi è stato fatto un passo indietro, deve trovare la continuità. Sono d’accordo con Pioli, oggi sarà un match difficile perché la Fiorentina è in un buon momento di forma. Ma i biancocelesti hanno dimostrato che contro le grandi riescono a trovare stimoli e concentrazione. A Milano ha dimostrato che, se sta bene, se la può giocare con tutti, ma la vera svolta sarà trovare la continuità.”

A seguire è intervenuto l’ex centrocampista biancoceleste Giorgio Venturin che, con parole di riguardo nei confronti della squadra e della tifoseria laziale, ha dichiarato: La Lazio è una delle società più importanti d’Italia, sono stato fortunato ad aver partecipato e dato un contribuito in una società così importante. Per chi ha avuto la fortuna di giocare in questo club, la Lazio ti rimane sempre nel cuore. La forza della società sono i tifosi, loro sono il motore e la benzina di questo sport. Fondamentale il sostegno dei tifosi, è importante partecipare alle trasferta. Quella di oggi è una partita proibitiva ma lo era anche quella di Milano, la squadra deve trovare la continuità di rendimento che le permetterebbe di far fare il salto di qualità per risalire la classifica.”

Successivamente la parola è passata a Manuel Belleri, che spinto dal cuore e dai ricordi ha espresso così i suoi auguri per la squadra biancoceleste: “Oggi è un giorno importante per la Lazio e per tutti i laziali, è un onore aver giocato e vestito questa maglia splendida. Il mio ricordo più bello è legato al mio primo gol con durante i preliminari dell’Intertoto, una gioia infinita; un altro bel momento è stato la qualificazione alla Champions, due anni dopo. Sono ricordi indescrivibili e una gioia fantastica. Questa maglia è qualcosa di unico, è passato tanto tempo ma il legame con la città, la società ed i tifosi, è rimasto nonostante non sia stato un giocatore eccellente, si crea legamene particolare, unico. Sono fiero ed orgoglioso di aver indossato questa maglia. La partita di oggi è molto delicata, ma i biancocelesti hanno la qualità per fare ottima gara. È un momento delicato, sarà importante l’approccio forte e la concentrazione ma Pioli ha trasmesso ai giocatori le giuste motivazioni. Ora c’è l’esigenza di un cambio di marcia per riportare la stagione sui binari giusti. La Lazio deve trovare se stessa, ha la forza di imporsi, deve scendere in campo concentrata ed equilibrata, con pensiero positivo che a volte manca. Il rinnovo di Marchetti è importante, ha fatto ottime partite con un ottimo rendimento, ha un grande senso di appartenenza. È stato un onore vestire questa maglia, la gioia è unica e la può provare solo chi la indossa. Mi reputo un uomo fortunato”.

La successiva voce biancoceleste ai microfini di Lazio Style Radio è stata quella di Stefano Fiore. L’ex centrocampista laziale ha rilasciato: “Per chi ha avuto la fortuna di indossare la maglia della Lazio, è difficile esprimere a parole quello che si può provare. Personalmente, avrei voluto indossarla per più tempo. Ho passato tre anni intensi, far parte in piccole dosi di una storia così importante in Italia, è motivo di grande orgoglio. E’ difficile descrivere le emozioni che si provano quando si indossa la maglia della Lazio e si scende in campo. Sono momenti che si vivono in maniera molto intensa, emozioni che ti rimangono addosso tutta la vita. Ho la fortuna di aver vissuto momenti belli con la Lazio, io sono legato a un gol particolare che segnai al Lecce, ma anche le vittorie, i trofei, la finale con la Juve sicuramente è tra i ricordi più belli. Il mio augurio alla Lazio è che tutti insieme, a partire dalla società, si lavori a piccoli passi per la costruzione di qualcosa. E’ stato un anno dalle due facce, la prima parte culminata dal terzo posto che nessuno sperava ad inizio stagione, una seconda parte dove non ha mantenuto i propositi che c’erano ad inizio stagione. Prestare più attenzione alla Lazio, è una squadra che merita di poter stare in posizioni più alte di quella attuale. Per stasera, l’augurio è quello di disputare una partita diversa di quella giocata contro il Carpi, il momento è difficile, mi auguro che Pioli possa aiutare questa squadra, perché ha le possibilità per farlo e fino ad ora ha svolto un ottimo lavoro. La situazione è difficile, speriamo che una buona prestazione su un campo difficile possa far bene alla Lazio

In conclusione, l’ultimo protagonista della storia della Lazio ad intervenire è stato Oliviero Garlini, ex attaccante biancoceleste che ha dichiarato: “Momenti belli da ricordare, in questa società ce ne sono parecchi, il primo è stata la conoscenza di Giorgio Chinaglia. Indossare questa maglia ti fa venire la pelle d’oca, soprattutto per il pubblico eccezionale. L’unione che si crea tra squadra e tifosi è difficile da trovare in altre realtà, è un amore viscerale. Nel calcio possono capitare partite come quella con il Carpi, ma è importante che un giocatore si guardi allo specchio convinto di aver dato tutto, la palla è rotonda, importante che quando esci dal campo lo fai a testa alta. La Fiorentina non ti permette di giocare o se lasci spazi ti fanno male, il centrocampo e l’attacco è dove giocano meglio, i giocatori viola sono bravi negli inserimenti, gli attaccanti danno pochi punti di riferimento, però a livello difensivo possono concedere qualcosa. I giocatori ci devono mettere qualcosa in più. La Lazio dovrà fare una partita di attesa come ha fatto a San Siro con l’Inter. Sarà un match difficile ma bisogna guardare avanti, se i biancocelesti scenderanno in campo con la mentalità giusta, la fame e l’aggressività agonistica potranno portare a casa un risultato positivo”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Lazio Women

SERIE B FEMMINILE | Ternana-Lazio Women: dove vedere la partita

Published

on

 


Nella prossima giornata di Serie B Femminile le biancocelesti affronteranno fuori casa la Ternana, già incontrata nel precedente match valido per la Coppa Italia. Nello scorso incontro la Lazio Women riuscì a vincere, adesso la squadra di mister Catini è alla ricerca di nuove conferme in campionato.

La partita è prevista per il 2 ottobre e il fischio d’inizio sarà alle ore 15:00. La partita sarà visibile gratuitamente sull’app Eleven Sports e sulla piattaforma online.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW