Connect with us

CalcioMercato

ESCLUSIVA – Jacobelli: “La Lazio deve rinforzare la difesa e non lasciar partire i big”. Poi su Cabral…

Published

on

 


Il calciomercato sta entrando nella sua fase più calda e intensa e quello della Lazio sta già dando i suoi frutti, almeno per quanto riguarda quello in entrata. Al fine di avere maggiori informazioni in merito alle trattative in corso e alle eventuali cessioni, la redazione di LazioPress.it ha contattato in esclusiva il direttore del Corriere dello Sport.it Xavier Jacobelli.

La Lazio ha già provveduto a rinforzare il reparto difensivo con l’acquisto di Milan Bisevac. Crede ci saranno ulteriori rinforzi nella rosa biancoceleste? Se sì, in quali reparti?

“Mi auguro di sì, la Lazio deve trovare un sostituto di De Vrij, quindi urge un rafforzamento del reparto difensivo. E’ una squadra che se ha un organico competitivo può battersi per tornare in Europa”.

La società è alla ricerca del secondo difensore da far approdare alla corte di Pioli. Cabral e Boly sembrano essere i nomi più accreditati.

“Cabral , che peraltro è in scadenza di contratto con il Celta Vigo, è uno dei nomi più gettonati e le referenze di Simeone che lo ha lanciato quando allenava il River Plate sono particolarmente confortanti. E’ stato fatto un sondaggio anche per Zukanovic, però sinceramente non credo che la Sampdoria rinunci al difensore. Dipende sempre da quanto Lotito vuole spendere. Per quanto riguarda De Maio, è un giocatore che interessa alla Lazio, ma in questo momento il Genoa si è ripreso da due sconfitte consecutive, è difficile che Gasperini ne possa fare a meno e ci penserà due volte prima di cederlo”.

Passiamo al mercato in uscita. Anche oggi si è parlato delle possibili cessioni di Onazi e Gentiletti. Il loro rapporto con la società è davvero al capolinea?

“Sono giocatori che hanno richieste, però credo che innanzitutto la Lazio debba rafforzarsi, in particolare in difesa, in quanto è il reparto che dopo l’infortunio di De Vrij ha accusato le maggiori difficoltà. Quindi prima di pensare alle scadenze, poi tra l’altro si sta parlando di due giocatori non titolari, è necessario attivarsi per il mercato in entrata”.

Anderson, Biglia e Candreva sono al centro delle voci di mercato da tempo. Su di loro ci sono gli occhi di club italiani e stranieri. C’è qualcosa di concreto in tutto ciò? 

“Se la Lazio non cede questi tre giocatori vuol dire che in testa ha una seconda parte della stagione da protagonista. Perché se si cedono almeno uno di questi giocatori poi bisogna anche sostituirli adeguatamente, e non è per niente facile. E’ necessario capire qual è la strategia della società, che a Firenze ha avuto un segno ben preciso e importante dai giocatori. E’ una squadra competitiva che ha bisogno di continuità e di essere rafforzata in difesa. Se la si indebolisce cedendo uno o più  dei suoi elementi più pregiati si va in una direzione sbagliata”.

Su Keita diverse voci di mercato, tra cui le attenzione della Premier League. Crede che la Lazio possa lasciarlo andare?

“Keita è un grandissimo giocatore, ha solo vent’anni e ancora non dimostra completamente tutto il suo talento. E’ un patrimonio della squadra. La Lazio ha avuto la fortuna e la bravura di prendere dei giocatori molto giovani che hanno bisogno di crescere. Quindi è importante dare loro la possibilità di crescere e di ripagare nel futuro la fiducia data e non si possono vendere. Se poi arriva un’offerta esorbitante è un altro discorso, ma per il momento ancora non arrivano segnali importanti per Keita dal fronte internazionale”.

Berisha. La sua carriera in maglia biancoceleste sembra essere giunta ai titoli di coda, tant’è che già si parla del suo possibile sostituto: Lovre Kalinic.

“Io continuo a chiedermi perché la Lazio non punti su Guerrieri, che a mio avviso, è uno dei migliori portieri dell’ultima generazione del calcio italiano. Niente contro Berisha, che peraltro è il portiere della Nazionale albanese qualificata agli Europei, ma se si ha in casa uno del calibro di Guerrieri bisogna dargli fiducia oppure mandarlo a giocare. E’ un portiere classe 96 molto promettente, che ha fatto benissimo in Primavera, deve essere solo messo in condizioni di mostrare il suo valore”.

Una battuta sull’andamento, se vogliamo ambiguo, della Lazio in campionato: batte le grandi in trasferta e si ferma con le “piccole” in casa.

“Il pareggio con il Carpi può essere considerato un incidente di percorso, gli emiliani credono fermamente nelle possibilità di salvezza ed è una squadra che gioca con il coltello fra i denti. Vedi la vittoria in Coppa Italia e in campionato contro l’Udinese. La Lazio deve trovare continuità dei risultati. Io non ho mai condiviso le critiche eccessive e ingenerose nei confronti di Pioli, il quale sta lavorando benissimo e, soprattutto, non bisogna dimenticare cosa ha fatto nella passata stagione. Tra l’altro, lo scorso anno la Lazio ha dato il meglio proprio nel girone di ritorno e questo è un ottimo segnale per il suo futuro immediato”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

CalcioMercato

La Stampa | Il Toro gioca al rialzo per Ilic. Basic l’alternativa: così la Lazio può arrivare a Sanabria

Published

on

 


Ivan Ilic, spesso accostato alla Lazio, potrebbe andare al Marsiglia o al Torino. Se dovesse partire per la Francia, i granata hanno già l’alternativa: Toma Basic. Sempre stato in disaccordo, negli ultimi tempi Cairo e Lotito hanno trovato una sorta di equilibrio che potrebbe agevolare la trattativa per il croato. Come spiega La Stampa, il Toro vede in Basic un centrocampista che sotto la guida di Juric potrebbe trasformarsi in un jolly alla Pobega e la Lazio potrebbe sacrificarlo per arrivare a Sanabria, attaccante granata che potrebbe essere utile come vice Immobile.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW