Connect with us

Per Lei Combattiamo

Le parole dell’avv. Contucci: ”La tessera del tifoso è inutile. Le barriere in curva per la sicurezza? Un pretesto…”

Published

on

 


L’Olimpico semi deserto ce lo eravamo scordato. Il popolo laziale non era più abituato a questo clima desolante e disamorato. Il motivo? Le decisioni del Prefetto di Roma Gabrielli che, agli albori della stagione, decise di intervenire con il pugno di ferro all’interno dello stadio, separando le curve con delle barriere. Questa decisione è stata accolta malamente, anzi non è stata accolta per niente sia dalla tifoseria biancoceleste sia da quella romanista che, mutilate, si sono allontanate dalle tribune disertando sempre di più lo stadio Olimpico. A riguardo è intervenuto l’avvocato Lorenzo Contucci ai microfoni di Radio Incontro Olympia: “Se leggete il modulo di adesione alla fidelity card, ci sono minuscole postille che precisano come sia fatta salva la decisione di escludere alcune partite. Si torna alla truffa della tessera del tifoso, ma purtroppo è tutto scritto e avendo firmato i moduli non si può intraprendere nessun tipo di azione. Abbiamo la prova che la tessera del tifoso è totalmente inutile. La cosa più grave è che l’Osservatorio Nazionale sta diventando un giudice sportivo, se ad esempio si vieta una trasferta perchè durante la partita precedente sono successi degli incidenti, l’Osservatorio diventa giudice. Sebbene esprima soltanto un parere, nessun questore davanti ad un parere negativo si prende la responsabilità di prendere una decisione contraria. Si sta scoraggiando il tifoso ad andare allo stadio, le misure di sicurezza prese allo Stadio Olimpico sono sistemi di controllo da gulag. Eppure se succede un qualsiasi episodio, anche solo legato all’iniziativa di un singolo o di una piccola minoranza, all’interno dello stadio non si riesce a prendere il responsabile ma si chiude o si penalizza un intero settore. Quando furono introdotte le barriere all’interno delle curve si motivò la decisione con necessità di sicurezza e tra i motivi c’era il sovraffollamento dovuto dagli scavalcamenti. Non bisogna essere uno scienziato per calcolare che per arrivare ai numeri indicati da Gabrielli, significherebbe 15 scavalcamenti al minuti. E’ ovvio che si tratti di un pretesto. Anzi se pensassimo a quello che è successo recentemente a Parigi allo Stade de France durante gli ultimi attentati capiremmo che probabilmente costituiscono un rischio. Perchè durante un concerto non ci sono le barriere in curva? Se si trattasse di sicurezza sarebbero necessarie anche lì. I tifosi laziali hanno già raccolto quasi 12 mila firme sulla petizione che chiede la rimozione delle barriere, quelli della Roma sono intorno alle 11 mila firme. Sono numeri importanti perchè le petizioni servono per esprimere la misura del dissenso su alcune decisioni prese dalle istituzioni, che spesso tendono a minimizzare il disappunto popolare parlando di stretta minoranza. A queste petizioni partecipano tutte le persone che vanno allo stadio, qui non si parla più soltanto dei ragazzi che frequentano una curva. 12 mila firme rappresentano più di un terzo dello stadio se facessimo riferimento ad una presenza media di 30 mila spettatori. Arriva un segnale forte“.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Formello

FORMELLO – Verso la Juventus si lavora sulla parte tattica. Assente Zaccagni

Published

on

 


Mentre ci si avvia verso la fine del calciomercato invernale, è andato in scena a Formello nel pomeriggio il primo allenamento dalla gara di domenica contro la Fiorentina, in preparazione del match di Coppa Italia del prossimo giovedì contro la Juventus. Alla seduta non hanno preso parte Stefan Radu per l’ormai nota lesione al flessore, e Mattia Zaccagni, probabilmente per semplice gestione. Dopo una fase iniziale di torello, seguita da un lavoro di attivazione atletica e rapidità, i biancocelesti hanno lavorato dal punto di vista tattico, fase alla quale ha preso parte l’intera rosa, a differenza di quanto accaduto con la partitella a campo ridotto finale, che non h visto coinvolti i titolari del match contro la Fiorentina.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW