Connect with us

Per Lei Combattiamo

FOCUS – Verso Bologna-Lazio: il punto sui rossoblu

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


“Abbiamo preso un tiro in porta e incassato gol. Abbiamo anche fallito un rigore e siamo stati poco lucidi nell’ultimo passaggio. Mi aspettavo di più a livello individuale, siamo stati estremamente penalizzati nel risultato. Meritavamo di più ma guardiamo avanti e mettiamocela alle spalle”, le parole di mister Roberto Donadoni dopo la sconfitta del suo Bologna in casa contro il Chievo. Uno stop inatteso per i rossoblu, soprattutto dopo l’impresa nel turno precedente a San Siro contro il Milan, grazie al gol di Giaccherini. Un girone d’andata a due facce per il Bologna, iniziato con Delio Rossi sulla panchina e terminato con l’ex allenatore del Parma.

DALLA PROMOZIONE ALL’ESONERO –Lascio una squadra che si salverà, mi dispiace non aver portato a termine il lavoro perché ero convinto di potercela fare.Voglio solo dire grazie alla città, a tutti, perché anche se per poco tempo abbiamo fatto un’impresa importante come riportare il Bologna in Serie A. Anche quello è stato un piccolo miracolo”, così commentò l’esonero Delio Rossi, dopo la sconfitta contro l’Inter, fatale per il suo destino sulla panchina del Bologna.  Era arrivato a maggio, in sette partite aveva conquistato (ai play off) la Serie A. L’avventura in A è stata un fallimento, con appena due vittorie contro Frosinone e Carpi in dieci giornate. 

CAMBIO DI MARCIA – Con l’avvento di Donadoni sulla panchina, la cose cambiano immediatamente. L’ex tecnico del Parma riesce a toccare i tasti giusti e dare nuove certezze alla squadra. Nelle prime due partite arrivano sei punti, con le vittorie contro l’Atalanta, all’esordio al Dall’Ara, e a Verona contro l’Hellas. Al suo arrivo i rossoblu erano ultimi in classifica insieme a Carpi ed Hellas. In nove gare il Bologna conquista sedici punti, frutto di cinque vittorie, tre sconfitte ed un pareggio. Donadoni è riuscito a dare subito la sua impronta alla squadra: la difesa ora è più solida, in quattro gare Mirante non ha subito reti. Ha saputo rivitalizzare giocatori come Destro, il grande acquisto dell’estate. Con Delio Rossi in panchina zero gol, cinque in nove partite con Donadoni, con la doppietta decisiva nel successo  prestigioso contro il Napoli ed il classico gol dell’ex con la Roma, per il 2-2 finale. La squadra ora gioca a calcio, le prestazioni contro formazioni di alto livello come Napoli, Roma e Milan, sette punti in queste tre sfide, dimostrano come il Bologna abbia ormai acquisito coscienza delle proprie qualità e non ha paura di affrontare avversari sulla carta più forti di loro, mantenendo la stessa filosofia di gioco e provando a fare risultato contro tutti.

VERSO LA LAZIO – Il Bologna viene da due sconfitte consecutive in casa, contro l’Empoli prima della sosta e con il Chievo. Donadoni e i suoi vogliono l’immediato riscatto contro la Lazio, per tornare a far punti davanti al proprio pubblico. Contro i biancocelesti partiranno dalla panchina i due neo acquisti, Zuniga e Floccari. In difesa nessun dubbio per Donadoni: Mirante in porta, difesa a quattro composta da Rossettini a destra, Oikonomou e Gastaldello al centro e Masina a sinistra. In mezzo al campo torna Diawara in cabina di regia, ai suoi lati Taider e Brighi. Davanti il tridente che tanto sta entusiasmando, con Mounier e Giaccherini ai lati e Destro centravanti.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

MONDIALI 2022 | Casemiro regala tre punti al Brasile: Svizzera battuta e qualificazione agli Ottavi | FOTO

Published

on

 


Si è conclusa la 2° giornata del Girone G dei Mondiali di Qatar 2022. Dopo il pari per 3-3 tra Camerun e Serbia, arrivato questa mattina, al Brasile è bastato un gol di Casemiro, centrocampista del Manchester United, per battere la Svizzera. Un 1-0 che significa qualificazione agli Ottavi di finale per la Nazionale brasiliana con un turno d’anticipo. La Svizzera, dopo aver vinto all’esordio con il Camerun e con questo k.o., si giocherà la qualificazione nell’ultima giornata contro la Serbia di Sergej Milinkovic-Savic. L’altro match sarà Camerun-Brasile. Questa la situazione del Gruppo G dopo la 2° giornata:

BRASILE 6 PUNTI (Diff. Reti +3)

SVIZZERA 3 PUNTI (Diff. Reti 0)

CAMERUN 1 PUNTO (Diff. Reti -1)

SERBIA 1 PUNTO (Diff. Reti -2)

Embed from Getty Images

Embed from Getty Images

Embed from Getty Images

Embed from Getty Images 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW