Connect with us

 

Per Lei Combattiamo

Cura Allegri, Hernanes sembra rinato. E poi si ricorda di quella rete in Udinese-Lazio

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

A proposito di giocatori recuperati, Hernanes sembra rinato da quando Allegri lo ha ribattezzato play basso, vice-Marchisio in cabina di regia. ”Sono arrivato qui per fare il trequartista – dice il brasiliano a Sky Sport -, ma in quella posizione ho giocato soltanto tre tempi. Il mio punto di forza però è sempre stata la capacità di adattarmi a più ruoli. Il mister mi ha convinto, mi sono quasi completamente abituato a giocare davanti alla difesa. Con la Samp e anche in altre partite credo di aver dato un buon contributo”. Poi, sui primi complicati giorni della sua avventura in bianconero: ”All’inizio c’è stato un momento non positivo e alcune persone ne hanno approfittato per lanciare sassi più pesanti di quanto si sarebbe dovuto – prosegue l’ex Lazio e Inter -. Ma io non do troppo peso ai giudizi, mi limito a leggere l’essenziale”.

IL ‘PROFETA’ TRA AMBIENTAMENTO E JUVENTINIZZAZIONE – Ruolo nuovo Hernanes nuovo, dunque. Con tanto di pedigree ‘geneticamente’ bianconero: niente male per un ex interista. Sentite: ”Qui c’è molta complicità ed empatia tra la squadra e lo staff – aggiunge il 30enne di Recife -. È un ambiente in cui si vive bene e si parla molto. Ho letto un libro di Bruce Lipton, un biologo che ha notato la capacità delle cellule di adattarsi all’ambiente circostante. Bene, qui l’ambiente è così votato al successo e così speciale che, quando ne fai parte, cambiano i tuoi pensieri. E in questo caso le tue cellule diventano… tutte bianconere”. Proprio come le maglie dei prossimi rivali friulani, già vittoriosi all’andata allo Stadium. La trasferta in casa dell’Udinese risveglia in Hernanes il ricordo di un Udinese-Lazio 2-3 del gennaio 2014, deciso sulla sirena proprio da un suo gol: “Fu una bella rete. Stavo attraversando un momento poco bello, segnare rappresentò la svolta”. E se la storia si ripetesse? ”Sì, domenica vorrei provare le stesse gioie di allora. Ma la cosa più importante è che alla fine la Juve riesca a vincere”.

Repubblica.it

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

CdS | Festa Lazio, quinto posto per 55.000

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Un grande pubblico saluta i biancocelesti: campionato concluso davanti alla Roma.

Come riportato dal Corriere dello Sport, notte d’altri tempi con il popolo biancoceleste che torna a riempire l’Olimpico. Erano 55.000 i tifosi presenti per mandare un messaggio a Lotito: serve una Lazio ancora più ambiziosa nella prossima stagione.
Ieri partenza schock dei biancocelesti, il Verona segna con Simeone e Lasagna. Poi la rimonta: Cabral, Felipe e Pedro. Hongla acciuffa il pari.

Immobile è per la quarta volta re dei marcatori. Lo precede, nella storia della Serie A, solo Nordhal: nessun attaccante italiano era mai riuscito nell’impresa. Ha vinto Sarri, applaudito sotto la Curva Nord, perché bastava un pareggio per finire quinto e piazzarsi davanti alla Roma (terzo anno di fila per la società). La qualificazione in Europa League può essere la base per costruire un futuro radioso, a patto di accontentarlo sul mercato e magari ribaltando il destino attraverso la conferma di un top player come Milinkovic, forse al passo d’addio nella scia di Leiva, Strakosha, Luiz Felipe e probabilmente Acerbi.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW