Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA – Abel Balbo: “L’Udinese ha poca qualità, Lazio favorita. Klose? Un campione”. Poi sulle curve…

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


La Lazio torna a vincere all’Olimpico contro il Chievo, dopo tre mesi dall’ultimo successo casalingo (3-o con il Torino). Tre punti fondamentali per la squadra di Pioli, alla ricerca di quella continuità di risultati e di prestazioni, che le possano permettere di ambire ad un posto in Europa. Ora arriva la trasferta di Udine, con i friulani reduci da tre sconfitte consecutive, con mister Colantuono sempre più in bilico. Per avvicinarsi alla partita, la redazione di LazioPress.it ha contattato in esclusiva Abel Balbo, attaccante dell’Udinese dal 1989 al 1993, e ancora idolo della tifoseria friulana.

L’Udinese è stata la prima squadra con la quale hai giocato in Italia. Che ricordi hai di quei anni ad Udine?

“Conservo dei ricordi molto belli. Sono arrivato molto giovane in Italia, ma ad Udine mi hanno accolto subito benissimo. Sono diventato un beniamino della tifoseria ed è stata veramente un’esperienza fantastica. Udine è una piazza perfetta per giocare e per crescere con tranquillità. Sono stato davvero fortunato”.

Oggi la squadra sta attraversando un momento difficile. Che ne pensi della rosa a disposizione di Colantuono? Si parla di un possibile esonero del mister. Sarebbe la scelta giusta?

“Sono andato due volte allo stadio in questa stagione. C’è poca qualità nella squadra, non come negli altri anni, ma sicuramente può fare meglio. Colantuono esonerato? Spero proprio di no. E’ un ottimo allenatore e le colpe non sono assolutamente tutte sue”.

Al Friuli arriva la Lazio. Che giudizio hai della squadra di Pioli? Che partita ti aspetti domenica?

“La Lazio è una squadra strana, alterna grandi partite ad altre deludenti. Ha giocatori di grande qualità soprattutto in attacco. Sulla partita? Sarà una gara molto difficile per l’Udinese. Tecnicamente è inferiore ai biancocelesti, soprattutto se la squadra di Pioli giocherà come contro il Chievo, dove ha davvero dominato con un ottimo calcio. Certo, l’Udinese deve cercare di fare punti per la salvezza e quindi non sarà una passeggiata per la Lazio, anche se rimangono i favoriti”.

Uno dei problemi in casa Lazio in questa stagione è la poca prolificità degli attaccanti. Secondo te, da grande attaccante quale sei stato, su chi dovrebbe puntare Pioli?

“Dall’esterno è sempre difficile giudicare. Bisogna considerare vari aspetti, la condizione fisica, l’avversario, lo schema tattico. Solo l’allenatore può conoscere a fondo tutti gli aspetti e decidere per il meglio. Klose, Matri e Djordjevic sono tutti attaccanti di valore. A me fa impazzire Klose. E’ un grande campione anche se non è più giovanissimo. Se sta bene farei giocare sempre lui, per me è il migliore”.

Da inizio stagione è in atto la protesta delle curve di Lazio e Roma, per la vicenda legate alle barriere e non solo. Che ne pensi di questa situazione?

“La decisione di mettere le barriere nelle curve la trovo assolutamente ingiusta e non corretta. Ci deve essere uniformità: le barriere o vanno messe in tutti gli stadi o in nessuno. Poi non mi sembra che le tifoserie della Lazio e della Roma abbiano creato chissà quali disordini. E’ un grosso handicap per entrambe le squadre. Ho giocato nella Roma, so quanto può incidere la curva, stessa cosa vale per la Lazio. Avere lo stadio pieno è fondamentale, la curva è l’anima della squadra, è importante sia per i propri giocatori ma anche per mettere pressione agli avversari, all’arbitro. E’ una spinta fondamentale, soprattutto qui a Roma”.

In passato sei stato mai vicino a vestire la maglia della Lazio?

“Prima di andare alla Roma, mi hanno cercato le due milanesi, ma con la Lazio non c’è mai stato nessun contatto”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Verona, l’ex Teodorani: “Divario evidente tra le squadre. Biancocelesti favoriti”

Published

on

 


Domenica sarà LazioHellas Verona. Mentre l’Olimpico si prepara ad attendere la sfida, Carlo Teodorani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress per parlare del match che vedrà impegnati in casa i biancocelesti. Queste le parole dell’ex giocatore dell’Hellas Verona, che ha ricoperto il ruolo di difensore nelle stagioni 2001-2005 e 2005-2007.

Come arrivano Lazio e Verona alla sfida di domenica?
Il Verona scenderà in campo con un atteggiamento positivo, ma il divario tra le due squadre è evidente. Sicuramente, tra le due, vedo la Lazio favorita”.

Su cosa dovranno puntare gli uomini di Cioffi per mettere in difficoltà la Lazio?
Il Verona ha una buona fase difensiva, per mettere in difficoltà la Lazio dovrà cercare di puntare sui soliti 3-4 giocatori determinanti, capaci nelle ripartenze”.

Quest’anno l’Hellas ha puntato molto sui giovani. Finora chi ti ha colpito di più della rosa?
È ancora molto presto per dirlo. Il rendimento è stato sempre molto altalenante in queste partite e penso che i giovani abbiano ancora bisogno di tempo. Aver deciso di puntare sui millennials è sicuramente una scelta ponderata, frutto di un progetto a lungo termine”.

Dalla polemica sulla classe arbitrale alle ultime vicende che hanno visto protagonista Ciro Immobile. Un tuo commento.
Purtroppo queste vicende fanno parte del calcio. Immobile è una persona intelligente e in grado di affrontare questi episodi”.

Pronostico Lazio-Hellas Verona?
Penso che sarà una partita con molti gol, visto il calibro degli attaccanti. Azzardo un 3-1”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW