Connect with us

Per Lei Combattiamo

LA PARTITA – All’Olimpico tris biancoceleste contro il Sassuolo, però quanta fatica

Published

on

 


E’ il 5 ottobre del 2014 la Lazio affronta all’Olimpico gli uomini di Di Francesco. I biancocelesti vanno alla ricerca della seconda vittoria consecutiva in campionato. Pioli si affida al 4-2-3-1 in cui Djordjevic, supportato da Candreva, Mauri e Lulic, ha le chiavi dell’attacco. Il tecnico dei neroverdi risponde con un 4-3-3 dove il tridente d’attacco è costituito da Berardi, Zaza e Sansone. L’avvio di partita vede i padroni di casa rendersi immediatamente pericolosi e conquistare la rete del vantaggio solo dopo 9 minuti di gioco grazie ad una prodezza di Mauri che insacca un mancino nell’angolino basso alla sinistra di Consigli. Sembra essere una partita tutta in discesa quella della Lazio, tanto che al 25′ si porta sul 2-0 con il colpo di testa di Djordjevic. Dopo il raddoppio i capitolini tolgono il piede dall’acceleratore e sottovalutano l’avversario, che, invece, ne approfitta e al 26′ riapre la partita con Berardi. L’attaccante, servito magistralmente da Sansone, scarica un potente sinistro e batte Marchetti, 2-1 dunque. Il gol subìto dà la scossa giusta ai biancocelesti che tentanto più volte la rete che metterebbe al sicuro il vantaggio. Ci pensa Candreva al 36′ a siglare il tris della Lazio, centrando la porta con un sinistro da dentro l’area. Il primo tempo si chiude sul 3-1: i ragazzi di Pioli tornano negli spogliatoi con il risultato in tasca.

Nella ripresa la Lazio, forte del risultato a favore, gestisce la partita con maestria e sicurezza, come spesso succede, però, si dà la zappa sui piedi e causa da sola l’occasione del 3-2. Cana, infatti, affossa in area di rigore Berardi: il giudice di gara non esita a tirar fuori il cartellino rosso e a concedere il rigore al Sassuolo. Berardi non sbaglia e al 50′ riaccende le speranze dei compagni e dei tifosi emiliani. I biancocelesti, tuttavia, danno prova di coraggio e invece di chiudersi nella propria area di rigore e difendere il risultato, continuano ad attaccare con Djordjevic e Candreva. Al 62′ viene ristabilita la parità numerica, Peluso, infatti, abbandona il campo per doppia ammonizione. Prima Parolo, poi Klose, subentrato a Djordjevic, scaldano i guanti di Consigli e mettono a dura prova i suoi riflessi. Anderson si divora il gol del poker nei minuti finali. Sul duplice fischio di Tommasi si chiude la gara con il risultato di 3-2. La Lazio conquista a fatica una vittoria importante, consapevole che nel reparto difensivo c’è ancora qualcosa da sistemare se si vuole arrivare nelle zone alte della classifica.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Comunicato della Lazio sulle condizioni di Stefan Radu

Published

on

 


Dopo lo stop di Stefan Radu, la società biancoceleste ha pubblicato un comunicato ufficiale sulle condizioni del terzino:

“Lo staff medico della S.S. Lazio comunica che il calciatore Stefan Radu è stato sottoposto in data odierna ad esami clinici e strumentali presso Paideia International Hospital. Gli esami hanno evidenziato una lesione di primo/secondo grado a carico del semimembranoso della coscia sinistra. Il calciatore ha già iniziato le cure specifiche del caso e verrà sottoposto a monitoraggio clinico quotidiano. Ulteriori esami strumentali verranno ripetuti nei prossimi giorni per quantizzare i tempi di recupero.”

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW