Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA – Nappi: “La Lazio può ancora recuperare in campionato. L’assenza dei tifosi incide tantissimo”

Published

on

 


In vista della sfida della ventinovesima giornata di campionato, Lazio-Atalanta, la redazione di LazioPress.it ha contattato in esclusiva Marco Nappi ex attaccante neroblu. Con la maglia dell’Atalanta ha collezionato 48 presenze e 4 reti dal 1999 al 2001.

Domenica ci sarà Lazio-Atalanta. Considerando i momenti che stanno vivendo le due squadre, che partita ti aspetti?

“L’Atalanta ancora non è tranquilla in termini di retrocessione quindi deve venire a Roma per fare il risultato positivo e fare una partita importante. La Lazio, invece, è altalenante, in quanto in coppa fa bene e in campionato no, soprattutto in casa. Pertanto, deve cercare in tutti i modi di vincere la gara perché è ancora aperta la possibilità di raggiungere la zona Europa. Non deve mollare perché mancano ancora 11 partite e perciò deve vincere il più possibile. Deve farlo soprattutto per il bellissimo campionato che ha fatto lo scorso anno”.

Chi potrebbe sbloccare la partita fra gli uomini dell’Atalanta?

“E’ una squadra molto compatta e non ha il grande campione che può risolvere la partita. Reja starà preparando sicuramente una partita tattica, cercando di sfruttare le poche occasioni che gli lascerà la Lazio. Non c’è un giocatore determinante che può cambiare la partita.”

Invece, chi è il biancoceleste che deve temere maggiormente Reja?

“Per me Klose è un giocatore che può fare gol da un momento all’altro. Lui è tedesco, è uno che lavora e sa che cos’è il sacrificio. Lui è veramente forte, per me è uno dei più forti attaccanti al mondo. Chiunque sa di calcio e va oltre la data di nascita capisce che Klose è un campione”.

Come ti spieghi questa clamorosa assenza di gol nella Lazio?

“Purtroppo ci sono anni in cui non riesci a far gol nemmeno se la butti dentro con le mani (ride ndr). Per me l’importante è creare occasioni, il problema più grande è quando una squadra non le crea perché vuol dire che non c’è gioco. Spesso c’è anche un po’ di sfortuna e un po’ di imprecisione quando non si riesce a concretizzare”.

Secondo te, Pioli sta facendo comunque un buon lavoro, nonostante la stagione poco brillante della Lazio in campionato?

“Pioli sta facendo un grande lavoro, cominciato già lo scorso anno scorso. Quando le cose vanno male è sempre l’allenatore a rischiare. Un allenatore fa le scelte che possono essere giuste o sbagliate, però solo lui vive la settimana e sa qual è la squadra migliore da mettere in campo. Se un calciatore da il 100% in allenamento lo si fa giocare, se invece non rende in allenamento e non dimostra di essere pronto lo si lascia in panchina”.

Quanto incide l’assenza dei tifosi all’Olimpico sulle prestazioni dei biancocelesti?

“I tifosi danno una carica incredibile. Inoltre, la tifoseria laziale è una tifoseria importante che si fa sentire, quindi incide moltissimo l’assenza dei tifosi allo stadio. Per chi gioca è bruttissimo giocare senza il proprio pubblico perché ti dà una mano e ti sostiene nei momenti di difficoltà”.

Un commento sulla corsa allo scudetto nell’attuale campionato.

“La Juventus è al di sopra di tutte perché è abituata a vincere e a lottare: è una squadra fortissima. La Fiorentina sta realizzando un gran bel campionato e Sousa sta facendo un buon lavoro. Ha senz’altro le qualità per arrivare fino alla fine e lottare per la Champions”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Pellegrini in biancoceleste, il papà: “Ha voluto fortemente la Lazio, la tifiamo da sempre. Orgoglioso della sua scelta”

Published

on

 


Una scelta di cuore, zero pensieri al denaro: Luca Pellegrini ha voluto la Lazio, mettendo davanti allo stipendio l’ambizione di un bambino che sognava di giocare all’Olimpico. Il difensore classe ’99 è un nuovo giocatore biancoceleste. Il club laziale lo ha prelevato in prestito con diritto di riscatto dalla Juventus. Il terzino sinistro ha iniziato la stagione con la maglia dell’Eintracht Francoforte ed è approdato nella Capitale, volenteroso di essere confermato a fine stagione.

Per commentare il passaggio di Luca in biancoceleste è intervenuto in esclusiva ai microfoni di LazioPress.it il papà Mauro, che non nasconde l’emozione: “Il mio commento non può che essere di un entusiasmo infinito…. noi siamo una famiglia di laziali da sempre. Luca ha fatto un gesto d’amore incredibile nei confronti della Lazio. Ha rinunciato a molto da un punto di vista economico, io da genitore non posso che essere felice della scelta di mio figlio, dei valori e dei principi che ha messo prima dei suoi interessi economici. E non lo dico tanto per dire. La qualità della vita vale più di qualsiasi cifra. E per lui andare nella sua squadra del cuore è il massimo. Ora per lui sarà felicità pura giocare al calcio. Aggiungere altro è superfluo. Ha voluto fortissimamente la Lazio“.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW