Connect with us

Extra Lazio

Samp, l’ex Eto’o contro Ferrero: “Pagate o denuncio tutto”

Published

on

 


È scoppiato il caso Samuel Eto’o alla Sampdoria. E’ stato proprio l’ex attaccante blucerchiato a uscire lo scoperto e ad andare all’attacco di Ferrero con una chiamata al Secolo XIX: “C’è una situazione scomoda tra me e il club, questa telefonata serve per annunciare che entro poche ore convocherò una conferenza stampa che potrà risultare sgradevole per i tifosi doriani ma che in realtà è doverosa. Io vorrei che fosse chiaro che sono stato sempre un galantuomo con la Samp, così come sono stato trattato da tale, il punto è che ora c’è una grave inadempienza visto che sono nove mesi che aspetto e ho perso la pazienza”.

Tra poche ore si sapranno i dettagli, ma Eto’o ha perso la pazienza: “Non è solo un aspetto economico, c’erano anche altri accordi. Da due settimane non riesco più ad avere contatti con la Samp. Parlerò anche di Olinga (giovane camerunese che Eto’o aveva voluto a Genova per valorizzarlo, ma che ora gioca in Belgio)”.

Molto probabilmente, come riferisce il quotidiano genovese, il Re Leone si riferisce a problemi sulla buonuscita concardata a giugno 2015 prima di accettare l’offerta dell’Antalyaspor.

La risposta della Sampdoria è arrivata prontamente ed è stata affidata all’avvocato Romei: “Il contratto è stato risolto perfettamente e firato, ho tutta la documentazione. La Samp semmai ci ha rimesso 100 mila euro pagati all’Everton per farlo venire a giocare da noi sei mesi prima. Non so perché dica queste cose, era lui che aveva gran fretta di andersene in Turchia”. Adesso si attende la conferenza in Turchia del bomber e la replica vulcanica di Massimo Ferrero.

sportmediaset 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Extra Lazio

Addio a Bruno Arena, il comico dei Fichi d’India

edo9923@hotmail.it'

Published

on

 


È morto Bruno Arena, il comico dei Fichi d’India, aveva 65 anni. L’attore era lontano dal mondo dello spettacolo ormai da tanti anni, a seguito di un aneurisma che lo colpì nel 2013 dopo la registrazione di una delle puntate del celebre programma televisivo di genere comico, Zelig. Il 17 gennaio 2013 venne operato d’urgenza al San Raffaele di Milano, al quale seguì un periodo di coma e poi le dimissioni di Arena. A dare notizia della sua morte è stato il figlio Gianluca, sui social: “Non ero pronto, ma tanto non lo sarei mai stato. Buon viaggio papà… lasci un vuoto immenso”.

Il Messaggero 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW