Connect with us

Per Lei Combattiamo

Comunali Roma, Raggi: “Non sono tifosa ma simpatizzo per la Lazio”

Published

on

 


“Non ho tifato al derby. Non sono tifosa ma solo simpatizzante. Il calcio mi piace ma non lo capisco, sono ferma alla regola del fuorigioco. Mio marito mi ha lavorato ai fianchi per venti anni e ora sono simpatizzante laziale. Ma da qui a dire che sono una tifosa ce ne vuole”. Virginia Raggi, candidata sindaco di Roma del M5s, ha confessato la sua fede calcistica a Otto e mezzo su la7. Durante la trasmissione la Raggi ha anche spiegato che se sarà eletta il suo primo atto sarà tagliare la carta di credito a disposizione del primo cittadino. “Annuncio un gesto che secondo noi sarà simbolico”, ha spiegato, “il taglio della carta di credito del sindaco”. Per la candidata cinquestelle la carta di credito “non serve: i fondi per le spese ordinarie ci sono già e quindi cominciamo col tagliare gli sprechi”.

Per quanto riguarda la squadra che la affiancherebbe in caso di vittoria la Raggi ha spiegato: “Sto già esaminando le persone che faranno parte della futura squadra di governo. Ci sono persone di altissimo profilo come professori universitari e ingegneri, cittadini che ci hanno aiutato in questi tre anni in cui siamo stati all’opposizione. Sto esaminando curricula e avendo colloqui dal vivo. Ci facciamo grandi chiacchierate. Alla fine non credo che sarà la rete a scegliere, ma laddove ci fossero più candidati possibili per un ruolo allora apriremo delle primarie e se la squadra sarà pronta verrà presentata prima delle elezioni”. Per quanto riguarda l’avversario in un eventuale ballottaggio, poi, la candidata cinquestelle non ha espresso preferenze tra Roberto Giachetti e Giorgia Meloni: “È indifferente. Sono entrambi terminali di due partiti che hanno spolpato la Capitale”.

Repubblica.it 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Formello

FORMELLO – Con la Juve rilancio per Lazzari, Patric e Vecino. In attacco torna Immobile

Published

on

 


Novanta minuti da dentro o fuori. L’avversario è al momento indecifrabile per cui sarà una partita tutta da giocare domani sera contro la Juventus. Non ci sarà turnover ma qualche cambio è naturale che Maurizio Sarri lo effettui per avere una squadra carica di energie nervose e mentali. Fra i pali rientra Maximiano che già ha giocato il turno precedente col Bologna. In difesa torna Lazzari sulla corsia di destra con Hysaj confermato sulla fascia mancina, un turno di riposo per Marusic che non era al 100%. In mezzo si riprende la maglia da titolare Patric dal primo minuto e farà coppia con Romagnoli, favorito su Casale. A centrocampo uno dei big partirà dalla panchina, dalle prove di oggi sembra poter toccare a Milinkovic con Vecino quindi che si muoverebbe alla destra di Danilo Cataldi e con Luis Alberto a completare il reparto. Davanti non ci sono dubbi sulla fascia e la maglia a Ciro Immobile, i venti minuti di domenica hanno dato segnali confortanti. Il numero 17 quindi guiderà l’attacco con Felipe Anderson a destra e uno fra Pedro e Zaccagni a sinistra. E’ un ballottaggio aperto con lo spagnolo in leggero vantaggio sull’ex Verona uscito acciaccato dalla sfida contro la Fiorentina.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW