Connect with us

Per Lei Combattiamo

LA PARTITA – L’esercito di Zeman espugna il Delle Alpi e beffa la Vecchia Signora

Published

on

 


Siamo nel 7 maggio del 1995. La Lazio nella trentesima giornata di campionato raggiunge Torino dove, presso lo stadio Delle Alpi, l’attende la sfida contro la Juventus. Lippi, tecnico dei bianconeri in quegli anni, per affrontare al meglio i biancocelesti si affida al trio composto da Ravanelli, Baggio e Vialli. Dall’altra parte Zeman risponde con un tridente altrettanto competitivo: Casiraghi, Signori, Boksic. Nel primo tempo sono i bianconeri a fare la partita e ad aggredire costantemente e ferocemente l’area avversaria. Un attento e perfetto Marchegiani si rende protagonista della partita e salva la sua squadra con una serie di parate lodevoli, nello specifico sono sei gli interventi decisivi dell’estremo difensore capitolino: Torricelli, Porrini, Vialli, Deschamps due volte e Ravanelli. I biancocelesti nei primi quarantacinque minuti di gioco non fanno altro che difendersi, mettendo in campo un gioco caratterizzato da confusione e imprecisione, soprattutto al centrocampo. Nesta non smentisce il campione qual è, e si oppone dapprima a Vialli poi a Ravanelli. Sul fischio del giudice di gara le due squadre tornano negli spogliatoi con il risultato parziale di 0-0. Ancora reti inviolate al Delle Alpi, dunque.

Nella seconda frazione di gioco è ancora la Juventus a dominare il campo e a mettere in difficoltà gli ospiti. Sfortunata la formazione bianconera sulla conclusione di Marocchi, subentrato a Di Livio al 65′, che colpisce la traversa. I padroni di casa mettono in campo voglia, entusiasmo e fisico, ma non basta per conquistare i tre punti. Ironia della sorte, a passare in vantaggio sono proprio gli uomini di Zeman, che fino a qui hanno saputo solo contenere la tremenda fame di gol dei bianconeri. Al 72′, infatti, Di Matteo sblocca il match e sigla la rete che porta in avanti la Lazio. La Juventus accusa il colpo, ma soprattutto non ha più le forze per reagire, complice il costante pressing  messo in atto finora. La rete del raddoppio biancoceleste giunge al 90′ per opera di Boksic, che, servito da Casiraghi, batte Rampulla e consolida il vantaggio. Gli uomini di Lippi, ormai, hanno gettato le armi e aspettano solo il triplice fischio di Nicchi affinché possa porre fine a questa partita così anomala e beffarda. A rendere la vittoria della Lazio ancora più eclatante e ingorda ci pensa Venturin che, in zona Cesarini, firma il tris capitolino. Dunque, 0-3 al Della Alpi, la Lazio torna a Roma con una vittoria pesante e decisiva in tasca.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Lazio-Fiorentina, Provedel: “Importante la solidità dimostrata, dispiace non aver parato il gol”

Published

on

 


Intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, il portiere della Lazio Ivan Porvedel ha commentato il pareggio maturato all’Olimpico contro la Fiorentina per 1-1.

Queste le sue parole:

La Fiorentina è una squadra forte, ha fatto una bella partita, è una squadra che ha molti punti in meno per quello che esprime, peccato non aver concretizzato qualche occasione per portare la vittoria a casa. L’hanno giocata a viso aperto, per me è importante la solidità dimostrata, cerco di fare sempre il mio meglio delle volte ci sono riuscito delle volte no, il percorso è di crescita. La Fiorentina pressava a uomo e  giocavano alti, per noi che giochiamo palla a terra il lavoro si è fatto più difficile per cercare di evitare i rischi, potevamo gestire qualche pallone, loro sono stati bravi. Dobbiamo fare  ancora meglio, per me la prestazione è positiva e la Fiorentina è stato un avversario molto difficile. Cambi? Io penso che gli ingressi siano stati positivi ma non dipende da chi entra, ma dallo spirito del collettivo. Mi dispiace non aver parato il gol”.

Queste le parole dell’estremo difensore in zona mista:

È stata una partita molto dura, loro sono una squadra forte, con molti punti in medo di quelli che meriterebbe secondo me. Sono venuti a fare una gara importante, peccato non essere riusciti ad allungare nuovamente le distanze, ma siamo stati solidi e questo è l’importante. Se le squadre ci lasciano gli spazi è più facile uscire, loro ci hanno pressato molto forte e gli spazi che hanno chiuso nella nostra area ce li hanno concessi più avanti. Per me la prestazione è da tenere, un punto da portare a casa anche se si poteva fare meglio. Lanci lunghi? Noi cerchiamo l’uscita da dietro, delle volte non si riesce e quindi se abbiamo gli spazi chiusi cerco la profondità“.

“Le proteste di Immobile per il recupero? Io non ho parlato con l’arbitro, per me sono cose che contano il giusto. Avrei preferito qualche minuto in più, però se hanno deciso così va bene. Guardando le occasioni in generale si poteva portare a casa la vittoria, non ci siamo riusciti. Poi per gli episodi finali è un punto guadagnato“.

Per me questa è un’esperienza molto positiva: ho avuto la fiducia della società che ha deciso di prendermi, io cerco solo di ripagarla nel quotidiano e in partita. In alcuni casi il mio contributo è stato sufficiente, in altri non sono riuscito ad essere perfetto. Penso faccia parte del percorso di crescita“.

Vedo il bicchiere mezzo pieno. Quello che forse ci era mancato nel tempo era la solidità. In alcuni casi, se non puoi vincere la partita non la devi perdere. Dopo prestazioni di un certo tipo non deve calare l’attenzione. Oggi non è successo. Bisogna dare anche merito agli avversari. Siamo in crescita“.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW