Connect with us

Per Lei Combattiamo

Tavecchio: “Moviola in campo dal 2017”

Published

on

 


A uno come Aldo Biscardi che da oltre trent’anni spinge per la moviola in campo, non è sembrato vero avere in diretta al suo «Processo» il presidente della Figc Carlo Tavecchio che in verità, in tempi non sospetti, aveva promesso allo stesso Biscardi, di impegnarsi per far si che l’applicazione della moviola in campo diventasse realtà nel giro di qualche anno. Eliminati gli «scomodi» Blatter e Platini, dall’arrivo di Infantino alla guida della Fifa, l’aria è cominciata a cambiare. L’apertura del nuovo presidente alla tecnologia, ha fatto sì che le grandi federazioni europee, Italia in testa, spingessero per sperimentarla nei rispettivi campionati. Tavecchio è stato di parola e in diretta al Processo di Biscardi ha confermato il ruolo dell’Italia.

«Siamo in prima fila per la sperimentazione della moviola in campo e di questo – ha ammesso il numero uno di via Allegri – non posso che essere soddisfatto. La moviola sarà uno strumento importante che non sostituirà la figura arbitrale, ma sarà la loro spalla per sbagliare sempre meno».

E sulla possibilità di sperimentarla anche nella massima serie, Tavecchio non ha dubbi. «Da settembre partirà anche in Italia la sperimentazione della moviola in campo. Tutti i soggetti si sono mostrati interessati e possiamo sperimentarla in tutti i nostri campionati e anche in Coppa Italia e domani a Roma nella riunione tra AIA, serie A e serie B, sarà deciso dove effettuare per prima sperimentazione. La moviola in campo non sostituirà mai la figura dell’arbitro, ma i risultati di questa sperimentazione saranno esaminati in maniera dettagliata dall’Ifab che poi prenderà la decisione finale e porrà delle regole sulla stessa moviola che andranno rispettate. È un momento importante per il calcio. Che sta cambiando. Platini ancora oggi è contrario alla moviola, ma adesso si cambia. I tempi? Sono quelli che sono ma sono fiducioso che nel 2017 si possa avere la moviola in campo nel nostro calcio. Dipenderà molto dalla sperimentazione ma, ripeto, sono fiducioso».

Intanto, sempre in tema moviola, l’altra ghiotta novità arriva dalla Uefa che ha scelto di applicare la la tecnologia Hawk-Eye («Occhio di falco») per controllare la linea di porta in tutte le partite dei prossimi Europei: il sistema di telecamere, sarà installato nei 10 stadi prima dell’inizio del torneo, in programma il 10 giugno allo Stade de France di Saint-Denis, e indica entro un secondo l’esito «gol-non gol», avvisando tutti i direttori di gara con un segnale visivo e una vibrazione sull’orologio. La collaborazione tra la Uefa e Hawk-Eye continuerà nella Supercoppa europea a Trondheim e nella Champions 2016/17, dagli spareggi in avanti. In una fase successiva si deciderà sull’impiego nella Europa League 2017/18 dalla fase a gironi in poi. Biscardi sorride. Dopo tanti anni la sua battaglia sta finalmente andando in porto.

iltempo.it

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

TMW | Lazio, Immobile oggi ci prova. Senza di lui in campionato solo 6 vittorie su 20 gare

Published

on

 


Ieri sera, dopo l’impegno con l’Adidas e la presentazione al Vaticano della Partita della pace, Immobile si è sottoposto alla risonanza decisiva al bicipite femorale della coscia destra, dove prima di Italia-Inghilterra si era formato un edema. L’esito è stato confortevole, le speranze sono aumentate tanto che oggi è atteso addirittura in campo: forzerà, ma non troppo.

Inutile dire quanto Sarri speri nel recupero del proprio capitano, i numeri testimoniano il motivo. Senza Ciro, i numeri della Lazio registrano una flessione. Considerando tutte le competizioni, il centravanti azzurro ha saltato 33 partite dal 2016: 13 sconfitte, 10 pareggi, 10 vittorie il bilancio, che diventa più negativo se si tiene conto solo della Serie A (20 assenze, solo 6 vittorie).

Ma a Formello vogliono andarci con i piedi di piombo. L’idea è non rischiare Immobile nella prima gara di un lungo tour de force che porterà al mondiale (12 partite in poco più di un mese). Se non dovesse farcela, ecco Pedro o Felipe Anderson come finti centravanti, con Cancellieri pronto a subentrare. Ciro però non molla, come ha sempre fatto.

Tuttomercatoweb.com.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW