Connect with us

Per Lei Combattiamo

PRIMAVERA – Palombi e Rossi in coro: “Il derby si vince con il cuore, la prima convocazione…”

Published

on

 


La trasferta di Torino ha portato con sé la prima sconfitta della gestione Simone Inzaghi. Una delle poche note liete della serata è stata la prima convocazione in prima squadra  di Simone Palombi e Alessandro Rossi. I giovani biancocelesti sono intervenuti ai microfoni di Lazio Style Radio, queste le loro parole:

PALOMBI – “Sono ancora molto emozionato. Spero davvero di esordire presto in Serie A. Nel frattempo mi auguro di allenarmi sempre di più con la prima squadra, credo che osservare da chi ha più esperienza sia un modo per migliorarmi e farmi trovare pronto. Domani è già vigilia di derby Primavera, e l’attaccante di Tivoli ha le idee chiare su quali siano gli obiettivi da raggiungere: “Il derby è una partita a sé, servirà tanto cuore per riuscire a portare un buon risultato a casa. Ora siamo terzi in classifica e mancano solo tre partite, ma ce la metteremo tutta per ottenere la qualificazione alle Final Eight”.

ROSSI – “Mi ha impressionato Bonucci, non ha sbagliato un colpo. Se speravo di entrare? Certo. Non sarebbe stata la partita migliore, ma sarebbe stata la realizzazione di un sogno, esordire allo Juventus Stadium”. Ma ora, testa alla stracittadina: “Ci arriviamo motivati, sappiamo che è un derby. La motivazione la trovi dentro di te, così come la grinta. Sarà difficile, è una delle squadre più forti. Ma abbiamo dimostrato che con il cuore si possono fare cose incredibili. La Roma starà in forma, ma noi non abbiamo nulla da invidiare. Dovremmo fare tutti la gara perfetta, se c’è anche una sola persona che non corre, domani non si vince. Tutti insieme dobbiamo sacrificarci, ma tutti insieme possiamo vincere”. Che effetto fa essere convocati in prima squadra?: “A me ha spronato a fare meglio in Primavera. Altri ragazzi si sentono appagati per aver fatto una panchina in prima squadra. Ma se così fosse non saremmo qui”. Sul nuovo tecnico: “Con Santoni si lavora più sulla tecnica, sulla qualità del gioco. Invece con Inzaghi c’era più ritmo, aggressività, intensità. Magari l’allenamento era più breve, ma più intenso”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

La S.S. Lazio onora la Memoria dei perseguitati della Shoah e delle vittime dell’odio

Published

on

 


Come riportato sul sito biancoceleste, la Lazio ricorda le vittime dell’Olocausto:
La Società Sportiva Lazio, Ente Morale, ricorda con commozione e onora la Memoria dei bambini, delle donne e degli uomini perseguitati della Shoah e vittime dell’odio. Non verranno mai dimenticati e continueremo a sentirli presenti, vivi, in ogni singolo istante, impegnandoci concretamente per dare luce alla Memoria e spegnere l’odio e la discriminazione in tutte le forme ottuse e violente in cui si manifestano ancora, ogni giorno“.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW