Connect with us

Per Lei Combattiamo

Con l’Inter torna Klose, Biglia e Parolo in dubbio | La Repubblica

Published

on

 


Tra bastone e carota, stavolta Simone Inzaghi non ha avuto dubbi nel ricorrere alla prima, proverbiale soluzione. Doppia seduta fissata per mercoledì e – questa la decisione del tecnico emiliano – anche per giovedì. Un “provvedimento” dal forte sapore punitivo, per una Lazio tornata sconfitta dalla trasferta con la Sampdoria soprattutto per demeriti propri. Il tecnico emiliano concorda con la società il carico raddoppiato di lavoro, in vista della sfida interna contro l’Inter (domenica 1 maggio, ore 20.45). Non che una vittoria contro i nerazzurri possa risollevare le sorti di una stagione ormai priva di ogni ambizione, ma Inzaghi ci tiene a fare bella figura contro l’ex compagno di squadra e allenatore Roberto Mancini. Soprattutto, proverà ad alimentare quel lumicino di speranza in vista di una riconferma (sempre più improbabile) per la prossima stagione.

OUT HOEDT E KONKO, CONTROLLI PER BIGLIA – Dopo il lunedì di riposo, nel frattempo, la squadra è tornata ad allenarsi a Formello. Ancora out Bisevac, Radu, Parolo, Matri e Kishna (l’olandese dovrà operarsi di nuovo al ginocchio), non sono scesi in campo neanche Konko e Hoedt, con il centrale dolorante per una contusione alla coscia rimediata nella gara di Genova. L’assenza più rumorosa è però quella di Lucas Biglia: l’argentino ha saltato la seduta pomeridiana per sostenere accertamenti strumentali presso la clinica Paideia. Inzaghi spera di riaverlo a disposizione già nelle prossime sessioni di allenamento, stesso discorso per i due difensori. Rimane in forte dubbio invece Parolo, alle prese con i postumi di una contusione al ginocchio.

INZAGHI RIABBRACCIA KLOSE – La buona notizia arriva allora da Klose: il tedesco ha smaltito i problemi alla mano e alla schiena che l’avevano tolto dai giochi contro Juventus e Sampdoria. L’allenatore piacentino l’ha subito impiegato, durante le prove tattiche, in un tridente completato da Keita e Felipe Anderson. Nell’altro schieramento, spicca invece Cataldi utilizzato come vertice basso di un centrocampo formato da Milinkovic e Lulic. Test però ancora sperimentali in vista dell’impegno contro l’Inter, considerato anche l’utilizzo di quattro ragazzi della Primavera per raggiungere il “quorum”. In attesa della doppia razione di fatica decisa da Inzaghi. Se c’è anche una sola possibilità di centrare la conferma per la panchina del prossimo anno, l’ex bomber vuole giocarsela fino all’ultima goccia di sudore. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Lazio, finalmente le rotazioni: ecco quanto hanno giocato i nuovi arrivati

Published

on

 


Lotito nella finestra di mercato estiva ha speso come mai prima d’ora, regalando a mister Sarri non solo 8 nuovi acquisti, ma anche la possibilità di far ruotare i giocatori tra le varie competizioni. A differenza degli altri anni, infatti, tutti i nuovi innesti sono stati già scesi in campo per diversi minuti, permettendo i titolari di riprendere fiato.

Il meno utilizzato, per ora, è Luis Maximiano. Il portiere era titolare nella partita di esordio di questa stagione contro il Bologna, ma dopo 6 minuti ha rimediato un cartellino rosso, costringendo Provedel a prendere il suo posto.

Dal 14 agosto Provedel è titolare fisso, sia in campionato che in Europa League. In questo modo, tra i nuovi acquisti è quello che ha giocato per più minuti, in tutto 802. In campionato ne ha giocati 622’ (gli 82 di Lazio Bologna e le restanti partite 90’) e in Europa League 180’ (i 90 di Lazio-Feyenoord e di Midtjylland-Lazio).

In ordine, subito dopo troviamo Romagnoli con 638 minuti, di cui 475 in Serie A e 163 in Europa League. In campionato ha giocato tutti e 90 i minuti contro Bologna, Torino, Inter e Napoli, rimanendo in panchina contro il Verona e scendendo in campo per 81 minuti contro la Samp e 34 con la Cremonese. In Europa, invece, ha giocato 73 minuti contro il Feyenoord e tutta la partita con il Midtjylland.

fraioli

Al terzo posto c’è Vecino, il pupillo di Sarri. Il centrocampista è stato l’ultimo ad arrivare saltando tutta la preparazione ad Auronzo di Cadore, ma, nonostante ciò, è uno dei più utilizzati. Sono 378 i minuti in cui è sceso in campo, di cui 255 in Serie A e 123 in Europa. Non ha mai giocato una partita intera, però piano piano si è riconquistato la fiducia del suo ex mister che lo ha mandato in campo inizialmente 7 minuti contro il Bologna nella prima partita, poi man mano ha aumentato il minutaggio. Dopo il Bologna sono arrivati i 62’ contro il Torino, i 57’ contro l’Inter, i 37’ con il Napoli, 25’ contro il Verona e 67’ con la Cremonese. Solo con la Samp è rimasto in panchina. In EL, invece, ha giocato 70’ contro il Feyenoord, in cui ha segnato 2 gol e servito un assist, e 53’ contro il Midtjylland.

fraioli

Subito dopo troviamo Gila, che con i suoi 201 minuti totali si piazza al quarto posto. Solo 21 minuti per lui in campionato (9 con la Samp e 12 con la Cremonese), ma tutti i 180 in Europa League.

Terzultimo posto per Casale, con 146 minuti in campionato. Non ha ancora mai calcato i campi dell’Europa League, ma ha giocato 90 minuti contro il suo ex Verona e 56’ contro la Cremonese.

Infine, prima del meno utilizzato Luis Maximiano, troviamo Marcos Antonio con 138 minuti. In Serie A è sceso in campo 4 volte: contro il Torino (28’), l’Inter (6’), la Samp (18’) e il Verona (65’). In Europa League, invece, ha giocato solo 21 minuti contro il Midtjylland.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW