Connect with us

Per Lei Combattiamo

Prandelli si offre per guidare la Lazio | Il Tempo

Published

on

 


Fuori Simone Inzaghi, la Lazio ha già deciso, ripartirà da un allenatore d’esperienza. Stop con le scommesse, non è più il caso di rischiare, la stagione in corso ha regalato solo delusioni. Lotito e Tare lavorano per costruire una squadra all’altezza, ma questa volta non potranno più sbagliare. Serve un tecnico di spessore, c’è bisogno di un profilo interessante, al termine del campionato verrà annunciato pubblicamente. I nomi chiaramente non mancano, le candidature (forse) sono anche troppe, la società rifletterà con attenzione e deciderà entro qualche settimana. Ieri s’è proposto Cesare Prandelli, ex Nazionale e Galatasaray, fuori dal giro che conta dal 2014: «La Lazio è una grande squadra e una grande società. C’è un patron che sa cosa vuole fare ed è molto attento a tutto e quindi saprà scegliere in maniera autonoma – ha spiegato a RadioRadio – soprattutto saprà scegliere la persona giusta per la squadra che ha in mente. Mi sembra che a Formello chi arrivi debba solo allenare, senza pensare a nient’altro, quindi già questo è un buon segnale. Poi è chiaro che le grandi squadre e le grandi società sono sempre per un allenatore un punto di riferimento». Mihajlovic resta la pista più affascinante, ma soprattutto la più difficile, quasi impossibile al momento: il tecnico serbo ha un ottimo feeling con Lotito, ma è spaventato da tutto quello che ultimamente circonda il mondo Lazio (contestazioni, stadio vuoto e rapporto con la dirigenza). Il club invece non è convinto al 100% che Sinisa sia l’allenatore adatto – considerando caratteristiche e filosofia di gioco – per la rosa biancoceleste. Senza dubbio però sarebbe, e Lotito ne è consapevole, l’uomo ideale per riportare entusiasmo e gente all’Olimpico, l’unico in grado di dare veramente una scossa all’ambiente. Ma Sinisa piace molto anche al Torino e sembra che Cairo voglia chiudere quanto prima anche se Lotito ci proverà lo stesso. In lista c’è anche il nome di Montella, resistono De Biasi (lotito e Tare nei giorni scorsi avrebbero incontrato anche lui), Mazzarri, Ventura e Lippi. Occhio sempre al famoso mister X: Sampaoli e Bielsa interessano da tempo.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Nesta: “Romagnoli alla Lazio? Scelta di cuore, è tornato a casa. Per me ha fatto bene”

Published

on

 


Dal Milan all’Inter, passando per il suo futuro e alla Lazio. Questi sono i temi trattati da Alessandro Nesta nell’intervista ai microfoni del Corriere della Sera. All’ex difensore biancoceleste, tra le tante domande, è stato chiesto il suo pensiero su Lazio e Roma: “La Lazio ha qualità, la Roma vive di entusiasmo. Faranno un campionato simile”.

Non solo, tra i diversi temi trattati, c’è anche Alessio Romagnoli, arrivato dal Milan alla Lazio, facendo il percorso opposto rispetto all’ex 13 biancoceleste. Questo le parole di Nesta su Romagnoli, tra passato in rossonero e presente in biancoceleste: “Al Milan ha comunque giocato diversi anni ad alto livello. Poi sono arrivati nuovi in difesa e lì giocava di meno. Ha fatto una scelta di cuore, è tornato a casa, in una società importante, con un allenatore che fa giocare bene le sue squadre. Per me ha fatto bene”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW