Connect with us

Per Lei Combattiamo

Gabriele Paparelli su Di Padre in Figlio: “Serate come queste fanno sbocciare l’amore. Lazio, ecco da chi devi ripartire”

Published

on

 


Quel maledetto 28 ottobre è ancora vivo nei ricordi di tutti i tifosi laziali: Gabriele Paparelli, figlio di Vincenzo, tragicamente scomparso in Curva Nord oltre 36 anni fa, è intervenuto sugli 88.100 di Elle Radio nella trasmissione I Laziali Sono Qua, per ringraziare per l’affetto ricevuto durante la magica serata di “Di Padre in Figlio”, lo scorso 23 maggio allo Stadio Olimpico. “E’ stata una serata di emozioni pazzesche. Vedere mia figlia sul prato, al centro del campo e poi sul maxischermo, è un’immagine che avrebbe fatto sciogliere in lacrime anche il nonno Vincenzo. Di Padre in Figlio è stato un tuffo nella lazialità più pura e devo dire che ce n’era veramente bisogno. Vedere così tanti personaggi è stato un trionfo organizzativo, ma soprattutto è stata un’emozione per il pubblico biancoceleste che ha vissuto un anno difficilissimo”.

Le parole della figlia di Gabriele, Giulia, sono state il momento più bello della serata per il figlio di Vincenzo: “La bambina ha dormito con la maglietta di Di Padre in Figlio, non dimenticherò mai il suo entusiasmo. Mi ha chiesto se tutte quelle persone fossero lì per lei e mi ha chiesto di tornare a vedere la Lazio allo stadio. E’ la prova di come serate come questa possano far sbocciare un amore purissimo per i nostri colori anche tra i più piccoli”. Da tifoso, qual è il parere di Gabriele Paparelli sul momento Lazio? “Penso che sia necessario cominciare con il piglio giusto, ma ancor più importante è necessario cominciare. Il modus operandi è sempre quello, ci vogliono sei mesi per chiudere qualsiasi operazione e la scelta del nuovo allenatore non sta facendo eccezione. Io tra gli allenatori di cui si è parlato avrei confermato Simone Inzaghi perché conosce bene l’ambiente. Non mi dispiacerebbe neanche Prandelli, ma l’importante è scegliere, mettere subito le carte in tavola”.

Da quali calciatori dovrebbe ripartire la Lazio? “Io faccio cinque nomi: De Vrij in difesa, Biglia e Cataldi a centrocampo, Keita e Felipe Anderson in attacco. Sarebbe possibile un sacrificio di Candreva, ma spero non alle cifre che stanno circolando perché sarebbe un vero insulto al giocatore”. Sui possibili nuovi acquisti: “Ho sentito i nomi di Pavoletti e Lapadula che sono comunque interessanti. Il mio sogno è quello di trovare un Klose di cinque anni più giovane, spero anche nel rilancio di Filip Djordjevic, è un giocatore che non si arrende mai e che ha avuto troppi problemi fisici. Secondo me come alternativa nella rosa non va scartato”. Ma secondo Gabriele Paparelli come si può rigenerare l’entusiasmo tra i tifosi laziali? “Credo che in realtà la ricetta sia molto semplice: il tifoso laziale non ha mai preteso nulla, ricorda con grande amore il periodo di Ugo Longo presidente o l’anno del -9 in cui si lottava per evitare la Serie C. La società deve recuperare un rapporto sincero con i tifosi, che sono innamorati dei colori biancocelesti e se ricevono sincerità e rispetto, senza prese in giro, sono capaci di restituire grandissimo amore.”

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Formello

FORMELLO – Differenziato per Patric. Domani ancora doppia seduta

Published

on

 


Dopo la ripresa andata in scena questa mattina, il gruppo biancoceleste si è ritrovato a Formello nel pomeriggio, per la seconda seduta di giornata. Oltre all’assenza di Marcos Antonio, da segnalare il lavoro differenziato svolto da Patric. Dopo un riscaldamento caratterizzato da attivazione atletica ed esercizi sulla rapidità, è iniziato il lavoro tattico agli ordini i mister Sarri, con due formazioni in campo schierate con il 4-3-3. La seduta è terminata dopo una partita a campo ridotto, in cui si sono affrontati rossi e celesti. La squadra tornerà in campo domani per la seconda doppia seduta consecutiva.

Dopo i test andati in scena in questi giorni, il gruppo biancoceleste è tornato in campo a Formello questa mattina, per la prima delle due sedute di giornata. Oltre a Vecino e Milinkovic-Savic, che quest’oggi scenderanno in campo nell’ultima gara dei rispettivi gironi, l’unico assente è Marcos Antonio, alle prese con un problema influenzale. Dopo una prima fase di attivazione muscolare, il gruppo ha svolto un lavoro atletico, seguito da una lunga fase dedicata alle prove tattiche, in cui la squadra era divisa per reparti. Il gruppo biancoceleste tornerà a lavorare nel pomeriggio.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW