Connect with us

 

Per Lei Combattiamo

Tacconi su Bielsa: “Non ricordo cosa ha vinto!” Poi sulla Nazionale…

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Tarda la fumata bianca tra Marcelo Bielsa e la Lazio. Stefano Tacconi, in diretta su Radio Incontro Olympia, dice la sua sul tecnico argentino: “Fuori dal campo sono tutti bravi, bisogna vederlo sul campo. Sono i risultati che parlano. Gli allenatori stra ieri faticano perchè hanno una loro mentalità, devono capire il nostro calcio. E’ molto più facile per un allenatore italiano che va all’estero. Non mi ricordo cosa ha vinto. In Italia non hai il tempo di pianificare e programmare il tuo lavoro, non puoi fare tu la campagna acquisti. Pensate che Bielsa possa andare da Lotito e chiedere i giocatori che vuole lui? Ma quando mai! Adesso Bielsa può essere un nome importante, la tifoseria sarà contenta, ma se non dovessero arrivare i risultati sarebbe subito contestato. In Italia basiamo tutto sui risultati”.

La nazionale italiana non convince ma vince. Stefano Tacconi prosegue poi commentando la seconda vittoria azzurra agli europei: “Sono tanti anni che l’Italia non vinceva due partite di seguito nel girone, non si può sempre criticare. Non abbiamo giocato bene, ma ogni partita è diversa con difficoltà che cambiano. Era importante vincere la prima per giocare più sereni le altre due. Adesso sono tutti allenatori e fanno i calcoli sul piazzamento migliore, ma alla fine vince sempre chi è più forte. Solo la nazionale del 90 con Vicini era così legata al suo allenatore. E lì non c’erano neanche i blocchi di giocatori della stessa squadra. Avevamo delle individualità straordinarie, un gruppo perfetto. Conte è un allenatore che va controcorrente, che non si cura di nulla intorno e ha dato il suo carattere a questa nazionale. Adesso ci sono test importanti, se l’Italia supera gli ottavi arriva in finale. E’importantissimo per questa nazionale, se fosse rimasto due anni avrebbe dato un’identità molto solida. Per la nazionale e Ventura sarà un problema, raccoglie un’eredità pesante. La personalità di Conte e la sua mania ossessiva di stressare i suoi giocatori non è riscontrabile ne in Ventura ne in altri. Mi piace lo spirito di questa nazionale, anche la panchina che scatta compatta per esultare ad ogni goal”

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Scudetto 1915| La Lazio fu Campione dell’Italia Centrale

edo9923@hotmail.it'

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Come riportato da laziostory.it,  l’11 aprile 1915 in un clima prebellico, presero il via le gare del Girone Finale Centrale del Campionato Italiano di Prima Categoria. Anche gli atleti vennero bloccati nelle caserme e sembrava impossibile definire la stagione sportiva in corso, ma nonostante la “Grande Guerra” si decise comunque di iniziare le fasi finali del torneo di calcio. Molti giocatori stranieri rientrarono in patria in quanto richiamati a tutti gli effetti nel conflitto. Andarono comunque in scena gli incontri di football. La penultima giornata vide in programma proprio il derby Lazio-Roman, decisivo per la vittoria del Campionato dell’Italia Centrale, che “I biancocelesti hanno vinto nettamente per superiorità indiscutibile”. La domenica precedente l’entrata dell’Italia in guerra, il 16 maggio 1915, era in programma al campo della “Rondinella” l’ultima gara del Girone Finale Centrale, Lazio-Lucca, ma a causa del forfait della squadra toscana (peraltro ultima in classifica a zero punti) i biancazzurri vinsero il match per 2-0 a tavolino. Così come il Pisa, che si aggiudicò l’ultima sfida in casa contro il Roman a seguito del forfait dei romanisti. Con questi due punti la Lazio venne dichiarata vincitrice del Girone Finale Centrale e fu inconfutabilmente la squadra Campione dell’Italia Centrale. A seguito dell’acquisizione del titolo centro-meridionale, era prevista la “Finalissima Nazionale” volta ad assegnare il titolo di squadra Campione d’Italia 1914/15.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW