Connect with us

Per Lei Combattiamo

Gentiletti si presenta: “Prima di infortunarmi mi aveva chiamato l’Albiceleste. Spero ricapiti”

Published

on

 


Senso della posizione, esperienza da vendere. E una intelligenza che a Santiago Gentiletti fa leggere lo sviluppo del gioco in anticipo. Un colpo messo a segno dalla premiata ditta che al Grifone si occupa di mercato. Ai trionfi nei campionati in Argentina e le foto che lo immortalano con la Libertadores, può aggiungere un privilegio come indossare la maglia del club più antico d’Italia con i suoi nove scudetti. Chi ce li toglie più? Semmai c’è da rivendicarne uno per cucire la stella e suturare i danni che la storia sa fare, quando si mette di traverso e non riconosce i meriti.

Luce sul campo e riflettori sulle parole del difensore argentino, con ascendenze italiane per il bisnonno di Cingoli provincia di Macerata. “L’Italia mi ha fatto crescere come calciatore insegnandomi cose diverse” come si legge dal sito ufficiale del Genoa. “Con il tempo si matura consapevolezza, capisci come da ogni allenamento e da ciascun tecnico puoi apprendere qualcosa di nuovo e di utile. E’ stato un passo importante. La presenza di connazionali nel gruppo è un aiuto a comprendere in fretta cosa rappresenti il Genoa, per calarsi nella mentalità, entrare nella parte e rendere al massimo”.

Un infortunio proprio in una gara con il Genoa quando era alla Lazio. Il primo gol in Serie A segnato sempre al Ferraris. Forse era destino che un giorno le strade si dovessero incontrare. “Da avversario ho sempre considerato il Genoa una bella squadra e l’ambiente un punto di forza quando si veniva a giocare a Genova. E’ un incentivo in più esibirsi in uno stadio pieno. Conoscevo già quasi tutti i compagni, insieme proveremo ad arrivare più in alto possibile. Mi piace come stiamo lavorando. Con Juric ho parlato a lungo, lavora tanto sia per la parte difensiva che offensiva”.

L’elasticità di passare da un modulo a un altro è uno degli aspetti su cui la squadra sta provando sotto il ghiacciaio dello Stubai, anche se il tecnico non dà importanza ai numeri, come ha spiegato quando è stato sollecitato sull’argomento. “Ho giocato tanti anni con la difesa a tre, altri in uno schieramento a quattro. Di certo il rendimento complessivo della squadra influisce sulle prestazioni dei singoli. Stiamo adottando un sistema misto, in campo la comunicazione è fondamentale. Prima di infortunarmi il ct Martino mi aveva convocato in Nazionale. Spero di tornare a quei livelli e di meritare un’altra chiamata”.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Lazio, Cataldi torna sulla vittoria con il Milan: “Grande serata, insieme possiamo fare grandi cose” | FOTO

Published

on

 


Quella vista ieri sera è stata una delle migliori Lazio della stagione, se non proprio la migliore. Di Milinkovic-Savic, Zaccagni, Luis Alberto e Felipe Anderson le firme sul 4-0 finale contro il Milan. Danilo Cataldi, attraverso un post sul proprio profilo ufficiale Instagram, è tornato sul successo biancoceleste contro i rossoneri, continuando ad esultare, ma tenendo alta la guardia. Le immagine pubblicate, sono accompagnate dal messaggio: “Una grande serata davanti alla nostra gente. Continuiamo con questa voglia, tutti uniti. Insieme possiamo fare grandi cose”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Danilo Cataldi (@danilocat32)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW