Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA / Tramezzani: “Inzaghi sarebbe l’allenatore ideale per Balotelli. Berisha pronto per un ruolo da protagonista”

enrico.delellis@libero.it'

Published

on

 


Meno due all’esordio in campionato della Lazio che affronterà l‘Atalanta all’Atleti Azzuri d’Italia. Gli uomini di Simone Inzaghi hanno disputato un ottimo precampionato, nonostante un’estate ricca di colpi di scena dal caso Bielsa fino a passare per alcune trattative di calciomercato saltate come Rodrigo Caio e Thauvin. In esclusiva la redazioni di LazioPress.it ha contattato il vice allenatore della nazionale albanese, con un passato in maglia atalantina Paolo Tramezzani, per parlare con lui del prossimo campionato di Serie A e di alcune tematiche che stanno tenendo banco in casa biancoceleste.

Domani aprirà ufficialmente i battenti la nuova stagione di Serie A, con Juventus, Roma e Napoli che a detta di tutti faranno un campionato a parte. Sei d’accordo con questa teoria?

“All’inizio i favori sono sempre dalla parte delle squadre che nella passata stagione si sono imposte ai vertici, in questo caso le squadre citate nella domanda. Hanno operato molto bene sul mercato, soprattutto i bianconeri, anche se poi vincere un campionato non è mai facile. Chiaro che l’obiettivo principale dalle parti di Torino non è tanto vincere lo scudetto quanto cercare di arrivare fino in fondo in Champions League. In ogni campionato non dobbiamo mai trascurare l’effetto sorpresa, che potrebbe anche vedere una delle due milanesi nel ruolo di protagoniste”.

In casa Lazio è stata un’estate abbastanza movimentata per le noti vicissitudini che tutti noi sappiamo. Che idea ti sei fatto dall’esterno?

“La situazione relativa a Marcelo Bielsa sicuramente è stata una cosa spiacevole. Non conoscendo bene da interno le cose non me la sento di dare la colpa alla società. La prima parte di calciomercato è stata influenzata soprattutto da questo aspetto legato al mister ex Marsiglia. Il presidente Lotito è stato vicino a fare un grande colpo, ma sono molto contento per Inzaghi. Un ragazzo serio che ha sempre dimostrato professionalità, poi conosce molto bene l’ambiente e con una rosa competitiva messa a disposizione dalla società può togliersi parecchie soddisfazioni”.

Con l’arrivo di Gasperini l’Atalanta sulla carta ha fatto un passo in avanti rispetto agli altri anni con la scelta dell’allenatore?

“Gasperini è un bravissimo allenatore. Ogni anno è abituato a riniziare da campo visto che al Genoa gli smantellavano la squadra ad ogni sessione di calciomercato. E’ un tecnico molto preparato. Gioca sempre un buon calcio, con una difesa molto organizzata dove partecipano tutti i giocatori, davanti è sempre propositivo e non rinuncia mai a calciatori di qualità. Anche i giovani con lui hanno trovato sempre spazio e sono stati valorizzati. Gasperini è l’allenatore ideale per una piazza importante come quella di Bergamo”.

Conosci molto bene Berisha, in questi giorni si sta parlando molto della scelta tra lui e Marchetti per ricoprire il posto da numero uno. Il nazionale albanese secondo te è pronto per questa responsabilità?

“Sono due grandi portieri e non vorrei essere nei panni di Simone Inzaghi. Berisha è un giocatore che è migliorato moltissimo da quando si trova a Roma. Normale che la crescita va di pari passo al numero delle partite che un giocatore disputa nel corso del campionato. Le sue doti tecniche sono sotto gli occhi di tutti. Diventerà un grande portiere e spero possa farlo con la maglia biancoceleste. Per noi in nazionale è un punto di riferimento. Marchetti è un grande portiere, ma sono convinto che qualora venisse data l’opportunità ad Etrit non deluderà le aspettative”.

In casa Lazio sono andati via molti giocatori importanti, da Klose a Mauri. Quanto possono pesare dentro lo spogliatoio queste figure durante la stagione?

“Sono stati giocatori importanti per questa squadra in questi anni, anche per la loro personalità fuori dal campo. Sono convinto che la Lazio può sopperire alla mancanza di questi ragazzi prima e, professionisti dopo con l’unione del gruppo. Quando manca un leader dentro un spogliatoio è la compattezza che fa la differenza, soprattutto nei momenti di difficoltà”.

Nelle ultime ore si parla di una possibilità di mercato relativa a Balotelli. Roma può essere la piazza giusta per rilanciarsi? Faresti tu questo investimento?

“Si tratta di una scommessa visto il passato recente del giocatore, chiaro che per lui avere l’opportunità di ripartire da un club prestigioso come la Lazio è sicuramente importante. Troverebbe un allenatore abituato a lavorare sulla testa dei giocatori, perciò potrebbe aiutarlo molto a livello psicologico oltre che tatticamente. Io personalmente è una scommessa che farei”.

Questo calciomercato è stato protagonista anche di molti casi spesso di giocatori giovani come Keita, ma anche Diawara del Bologna, che con atteggiamenti sbagliati si rendono protagonisti di episodi spiacevoli anche agli occhi dei tifosi. In questi casi la figura del procuratore quanto è fondamentale?

“Nel calcio di oggi siamo abbastanza abituati ad atteggiamenti da parte dei calciatori di questo tipo. Non so quanto le persone intorno all’atleta possano influenzare le loro scelte e i loro comportamenti. Una volta episodi così non capitavano quasi mai. Forse c’era più riconoscenza verso la società e tifosi. Quando si arriva ad una rottura tra calciatore e presidenza non è una cosa positiva per il nostro calcio, dove i buoni rapporti e l’educazione fanno ancora la differenza”.

Nella carriera di Paolo Tramezzani come giocatore, c’è un aneddoto riguardante la Lazio?

“Nello specifico no. Ricordo sempre con piacere le partite disputate contro i biancocelesti che potevano contare su una rosa stellare fatta di grandi campioni e che primeggiava in Italia e non solo. Era bellissimo giocare all’Olimpico, per me da sempre uno degli stadi più belli di sempre. Spero che la squadra possa partire bene e riportare il giusto entusiasmo per far riavvicinare un popolo quello laziale da sempre passionale e importante ai propri colori. Sono convinto che Inzaghi possa riuscire in questa impresa”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Verona, l’ex Teodorani: “Divario evidente tra le squadre. Biancocelesti favoriti”

Published

on

 


Domenica sarà LazioHellas Verona. Mentre l’Olimpico si prepara ad attendere la sfida, Carlo Teodorani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress per parlare del match che vedrà impegnati in casa i biancocelesti. Queste le parole dell’ex giocatore dell’Hellas Verona, che ha ricoperto il ruolo di difensore nelle stagioni 2001-2005 e 2005-2007.

Come arrivano Lazio e Verona alla sfida di domenica?
Il Verona scenderà in campo con un atteggiamento positivo, ma il divario tra le due squadre è evidente. Sicuramente, tra le due, vedo la Lazio favorita”.

Su cosa dovranno puntare gli uomini di Cioffi per mettere in difficoltà la Lazio?
Il Verona ha una buona fase difensiva, per mettere in difficoltà la Lazio dovrà cercare di puntare sui soliti 3-4 giocatori determinanti, capaci nelle ripartenze”.

Quest’anno l’Hellas ha puntato molto sui giovani. Finora chi ti ha colpito di più della rosa?
È ancora molto presto per dirlo. Il rendimento è stato sempre molto altalenante in queste partite e penso che i giovani abbiano ancora bisogno di tempo. Aver deciso di puntare sui millennials è sicuramente una scelta ponderata, frutto di un progetto a lungo termine”.

Dalla polemica sulla classe arbitrale alle ultime vicende che hanno visto protagonista Ciro Immobile. Un tuo commento.
Purtroppo queste vicende fanno parte del calcio. Immobile è una persona intelligente e in grado di affrontare questi episodi”.

Pronostico Lazio-Hellas Verona?
Penso che sarà una partita con molti gol, visto il calibro degli attaccanti. Azzardo un 3-1”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW