Connect with us

Per Lei Combattiamo

Biava su Keita: “È mal consigliato, deve dire apertamente se vuole andare via”

Published

on

 


Le polemiche tra la Lazio e Keita si attenua soltanto qualche ora, il tempo di esultare per i tre punti di Bergamo. Giuseppe Biava, in diretta su Radio Incontro Olympia, commenta il caso che coinvolge il suo ex compagno di squadra: “Conosco Keita, è un bravo ragazzo. Come tanti giovani dopo un avvio brillante puoi pensare di aver già dimostrato tutto, però è mal consigliato. Se vuole andar via lo deve dire chiaramente alla società senza nascondersi. Ci vuole sincerità, per rispetto dei propri compagni, deve uscire allo scoperto parlando chiaro. Senza mandare avanti nessuno. Se la Lazio gli sta stretta deve dirlo lui, però io non credo sia così. Deve stare attento e valutare bene, la Lazio è una grande squadra che lo ha lanciato e a cui deve essere grato e dare tutto per questa maglia finchè la indossa. Poi altri discorsi vanno fatti col presidente. Lui ha mancato di rispetto al gruppo non presentandosi in ritiro e ha sbagliato e sicuramente queste cose non vengono prese bene. Piano piano così facendo il gruppo ti lascia andare e ti mette da parte. Come successe con Zarate. Il gruppo ti aiuta e cerca di riportati sulla giusta strada, poi quando nonostante consigli o strigliate, piano piano non ti dice più nulla e questo non è un bel segnale. Klose ci parlava molto con Keita, chi non ascolterebbe uno come Klose? E’un onore. Poi però se continui a fare di testa tua allora il gruppo ti abbandona. I leader sono importanti nello spogliatoio la Lazio ha perso diversi calciatori di carisma come Klose, Cana, Mauri e Ledesma, mi auguro che anche questo gruppo possa trovare i suoi punti di riferimento. Ieri erano importanti i tre punti perché sabato arriva la Juventus. Per il resto aspettiamo la fine del mercato e diamo tempo ad Inzaghi. L’Atalanta aveva il vantaggio di aver lavorato per tutta l’estate, la Lazio ha recuperato molti nazionali che si sono uniti al gruppo solo pochi giorni fa. Però bisogna prendere assolutamente un sostituto di Candreva e sperare che Felipe Anderson torni quello di due anni fa. Se tutti sono in forma e convinti la Lazio potrà dire la sua, altrimenti è dura. Anche Inzaghi sta studiando ancora i suoi giocatori. La Lazio non mi sembra così male come spesso viene dipinta, in difesa il recupero di De Vrij è molto importante, poi il segreto della difesa è quello di trovare il giusto equilibrio. Noi avevamo trovato un quartetto ai miei tempi che si completava e si capiva alla perfezione con un giocatore importantissimo come Ledesma. A volte la giusta sintonia è più importante dei valori tecnici, De Vrij migliora tutto il reparto. A centrocampo ci sono tanti ragazzi giovani ma c’è tanta qualità, sono contento anche per Cataldi, può essere importantissimo, ha grandi potenzialità” 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Formello

FORMELLO – Con la Juve rilancio per Lazzari, Patric e Vecino. In attacco torna Immobile

Published

on

 


Novanta minuti da dentro o fuori. L’avversario è al momento indecifrabile per cui sarà una partita tutta da giocare domani sera contro la Juventus. Non ci sarà turnover ma qualche cambio è naturale che Maurizio Sarri lo effettui per avere una squadra carica di energie nervose e mentali. Fra i pali rientra Maximiano che già ha giocato il turno precedente col Bologna. In difesa torna Lazzari sulla corsia di destra con Hysaj confermato sulla fascia mancina, un turno di riposo per Marusic che non era al 100%. In mezzo si riprende la maglia da titolare Patric dal primo minuto e farà coppia con Romagnoli, favorito su Casale. A centrocampo uno dei big partirà dalla panchina, dalle prove di oggi sembra poter toccare a Milinkovic con Vecino quindi che si muoverebbe alla destra di Danilo Cataldi e con Luis Alberto a completare il reparto. Davanti non ci sono dubbi sulla fascia e la maglia a Ciro Immobile, i venti minuti di domenica hanno dato segnali confortanti. Il numero 17 quindi guiderà l’attacco con Felipe Anderson a destra e uno fra Pedro e Zaccagni a sinistra. E’ un ballottaggio aperto con lo spagnolo in leggero vantaggio sull’ex Verona uscito acciaccato dalla sfida contro la Fiorentina.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW