Connect with us

Per Lei Combattiamo

Inzaghi: “Vogliamo vincere per riempire l’Olimpico. Keita partirà dall’inizio”

Published

on

 


Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa per commentare la sfida Lazio-Pescara, in programma per domani alle ore 18:00 presso lo stadio Olimpico.

Cosa ti porti della rabbia di Verona?

“Come ho già detto quando non si può vincere è meglio non perdere. Faceva caldissimo, il campo non era il massimo. Potevamo fare di più, a volte Verona è stata stregata per la Lazio. Abbiamo fatto 4 punti in due trasferte, l’Inter ha perso a Verona e il Torino a Bergamo”

Qualche critica eccessiva nei tuoi confronti?

“Ognuno è liero di giudicare, sono contento per i 4 punti fuori, a Bergamo e con la Juve abbiamo fatto bene. A Verona avremmo potuto fare meglio, giocavamo in un clima difficile con tanti nazionali appena tornati. Mi prendo i 4 punti in trasferta”

Il Pescara gioca molto bene, può creare problemi?

“Sì, Massimo sta facendo bene. Affrontiamo una squadra pericolosa, che vive sull’entusiasmo del gioco. Stanno disputando ottime gare, ci siamo preparati, saluterò Massimo con piacere. Lo stimo, c’era un grande rapporto da giocatore e ora da allenatore. L’ho battuto in Primavera, speriamo di farlo anche domani”

Come si vince la sfida di riportare la gente allo stadio?

“Con i risultati, a Verona ci hanno seguito tanti tifosi che sembrava di giocare in casa. Sentivamo i loro cori fin negli spogliatoi”

Ha in mente qualche cambio tattico?

“Stiamo valutando. Ieri ha avuto qualche problema Biglia. Abbiamo l’allenamento di oggi e di domani mattina per decidere la formazione migliore”

Cataldi può sostituire Biglia?

“Vediamo intanto le condizioni di Lucas che è il nostro capitano. Arriva da un’estate che lo ha fatto lavorare meno rispetto ai compagni ed è un peccato che si fermi quando stava ritrovando la forma. Cataldi può essere una soluzione”

Come si è riproposto Keita in questa settimana?

“Si è allenato bene, sta cercando di mettersi alla pari degli altri a livello di condizione. L’impatto a Verona è stato molto positivo, penso che domani giocherà”

Ti aspettavi che con Oddo potevate diventare entrambi allenatore?

“Massimo è un ragazzo intelligente che è da tanti anni nel calcio. Rispetto a me ha fatto meno settore giovanile perchè ha smesso più tardi e si sta togliendo delle belle soddisfazioni e sono contento per lui”

Nella tua Lazio ci sono tanti giocatori che sono diventati allenatori, è un caso?

“Non penso. Ce ne sono tanti di quel gruppo, abbiamo fatto un grande ciclo. La stessa cosa successa anche al Milan di mio fratello con Pippo e Brocchi”

Parolo può essere un vice Biglia?

“Si può fare quel ruolo. Lo abbiamo visto all’Europeo ricoprire quella posizione nel migliore dei modi. Preoccupiamoci intanto di Biglia, se dobbiamo rinunciarci lo sostituiremo con qualcuno all’altezza”

Coppia difensiva molto forte e attacco sterile, state lavorando per migliorare?

“Abbiamo analizzato la partita di Verona e stiamo cercando di sviluppare nuove azioni offensive. Mi tengo stretto i quattro punti fatti tra Bergamo e Verona. In difesa stiamo invece lavorando bene e cerchiamo di migliorare le situazioni di palla inattiva”

Farà turnover?

“Senz’altro. Affronteremo tre squadre che giocano in maniera diversa in otto giorni. Ci concentriamo una alla volta, ora pensiamo solo al Pescara”

Come sta Luis Alberto?

“Sta crescendo e penso che domani rientrerà fra i convocati”

Che dimensione può avere la Lazio?

“In tre partite abbiamo incontrato la Juventus in casa e due trasferte difficili. Abbiamo fatto bene in campi dove altri incontreranno delle difficoltà”

Quanto la sta aiutando Peruzzi?

“Quando il presidente mi prospettò l’idea di inserirlo in società ero entusiasta. E’ una persona che conosco bene, ha un carattere solare e può aiutare sia l’allenatore che la società. Quando vuole sa fari capire da tutti”

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Lazio-Fiorentina, Provedel: “Importante la solidità dimostrata, dispiace non aver parato il gol”

Published

on

 


Intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, il portiere della Lazio Ivan Porvedel ha commentato il pareggio maturato all’Olimpico contro la Fiorentina per 1-1.

Queste le sue parole:

La Fiorentina è una squadra forte, ha fatto una bella partita, è una squadra che ha molti punti in meno per quello che esprime, peccato non aver concretizzato qualche occasione per portare la vittoria a casa. L’hanno giocata a viso aperto, per me è importante la solidità dimostrata, cerco di fare sempre il mio meglio delle volte ci sono riuscito delle volte no, il percorso è di crescita. La Fiorentina pressava a uomo e  giocavano alti, per noi che giochiamo palla a terra il lavoro si è fatto più difficile per cercare di evitare i rischi, potevamo gestire qualche pallone, loro sono stati bravi. Dobbiamo fare  ancora meglio, per me la prestazione è positiva e la Fiorentina è stato un avversario molto difficile. Cambi? Io penso che gli ingressi siano stati positivi ma non dipende da chi entra, ma dallo spirito del collettivo. Mi dispiace non aver parato il gol”.

Queste le parole dell’estremo difensore in zona mista:

È stata una partita molto dura, loro sono una squadra forte, con molti punti in medo di quelli che meriterebbe secondo me. Sono venuti a fare una gara importante, peccato non essere riusciti ad allungare nuovamente le distanze, ma siamo stati solidi e questo è l’importante. Se le squadre ci lasciano gli spazi è più facile uscire, loro ci hanno pressato molto forte e gli spazi che hanno chiuso nella nostra area ce li hanno concessi più avanti. Per me la prestazione è da tenere, un punto da portare a casa anche se si poteva fare meglio. Lanci lunghi? Noi cerchiamo l’uscita da dietro, delle volte non si riesce e quindi se abbiamo gli spazi chiusi cerco la profondità“.

“Le proteste di Immobile per il recupero? Io non ho parlato con l’arbitro, per me sono cose che contano il giusto. Avrei preferito qualche minuto in più, però se hanno deciso così va bene. Guardando le occasioni in generale si poteva portare a casa la vittoria, non ci siamo riusciti. Poi per gli episodi finali è un punto guadagnato“.

Per me questa è un’esperienza molto positiva: ho avuto la fiducia della società che ha deciso di prendermi, io cerco solo di ripagarla nel quotidiano e in partita. In alcuni casi il mio contributo è stato sufficiente, in altri non sono riuscito ad essere perfetto. Penso faccia parte del percorso di crescita“.

Vedo il bicchiere mezzo pieno. Quello che forse ci era mancato nel tempo era la solidità. In alcuni casi, se non puoi vincere la partita non la devi perdere. Dopo prestazioni di un certo tipo non deve calare l’attenzione. Oggi non è successo. Bisogna dare anche merito agli avversari. Siamo in crescita“.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW