Connect with us

Per Lei Combattiamo

Diritti tv, Serie A La Juve perderebbe quasi 50 milioni. E la Lazio?

Published

on

 


Nel calcio italiano hanno assunto sempre più importanza, tanto da essere la principale fonte d’introiti per molti club. Ma in altri Paesi i diritti tv ricoprono un ruolo meno rilevante e, soprattutto, sono distribuiti in maniera più equa. Lampante l’esempio della Premier League, il campionato che riceve più soldi di tutti in Europa – ben tre miliardi di euro all’anno – il triplo della Serie A. Tre miliardi che vengono così suddivisi: il 50 per cento in parti uguali, un 25 per cento secondo i risultati dell’ultima stagione e l’ultimo 25 per cento sulla base di quante partite della squadra vengono trasmesse.

MODELLO PREMIER – A differenza di quanto avviene in Italia, infatti, va in diretta solo il 44 per cento delle gare. Questi criteri portano a una situazione più equilibrata di quella italiana, con una differenza tra la più “ricca” (nell’ultima stagione, l’Arsenal) e la più “povera” (l’Aston Villa) di poco più di 30 milioni di sterline: 100 contro 66,6. In Italia invece, guardando i dati relativi allo scorso campionato, la Juventus è stata la regina dei diritti tv con un incasso di 103 milioni di euro, mentre il Frosinone fanalino di coda ha chiuso con appena 22.

SERIE A ALL’INGLESE – Ma cosa succederebbe se in Italia si applicassero gli stessi criteri della Premier League? La risposta arriva da un’analisi del Corriere di Bologna. La differenza tra Juve e Frosinone sarebbe di appena 22 milioni di euro, con i campioni d’Italia che incasserebbero 58,4 milioni, ben 44,7 in meno di quanto effettivamente ricevuto. Le retrocesse Carpi e Frosinone avrebbero avuto 15 milioni in più l’anno scorso, Empoli e Sassuolo 14. Una rivoluzione nell’assegnazione degli introiti che per il momento non sembra all’orizzonte. Finché ci saranno Sky e Premium a darsi battaglia per i diritti, le società di Serie A potranno continuare a godere. Ma con il futuro della pay tv di Mediaset in dubbio, nei prossimi anni ci potrebbero essere dei cambiamenti. Calciomercato.com

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Marchetti al veleno contro Blessin: “Avete preso in giro i genoani, ora che sei finalmente a casa impara da Davide Nicola” – FOTO

Published

on

 


La breve avventura di Alexander Blessin sulla panchina del Genoa è terminata. L’allenatore tedesco era arrivato lo scorso anno con il duro compito di salvare il Grifone, ma non c’è riuscito e dunque i rossoblù sono retrocessi in Serie B. Qui è stato esonerato anch’egli e al suo posto è arrivato Alberto Gilardino. Federico Marchetti, ex Lazio ma anche ex Genoa, nella giornata di oggi ha lasciato un commento velenoso su Instagram sotto una foto dell’ex allenatore genoano:

“Sei l’allenatore più povero, falso e presuntuoso che abbia avuto nella mia lunga carriera. Avete preso in giro tutti i genoani dal giorno 1, avete relegato una squadra che si sarebbe potuta salvare con le vostre ridicole idee calcistiche. Ora che sei finalmente a casa, fatti un bagno di umiltà e vedi Davide Nicola e cerca di imparare da lui come gestire un gruppo per ottenere risultati in campo, non i canti dei tifosi come hai fatto tu!!! In bocca al lupo Forza Genoa”

Ecco il post dell’allenatore dove è stato lasciato il commento dal portiere.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alexander Blessin (@alexanderblessin)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW