Connect with us

Per Lei Combattiamo

La Lazio ospita i rifugiati: orgoglioso di essere un suo tifoso

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Quello che è successo a Goro dove un gruppo di uomini e donne hanno fatto un blocco stradale per fermare l’arrivo di 12 donne con i loro bambini, ha portato alla ribalta un paese che gli italiani conoscevano soltanto grazie a Milva, una delle più grandi cantanti al mondo, che lì nacque e che fu ribattezzata “la pantera di Goro”. Ora gli stessi abitanti di Goro sembra che ci abbiano ripensato e hanno chiesto di incontrare quelle donne che hanno rifiutato. Non so se l’incontro ci sarà ma almeno possiamo registrare un atto di contrizione nella comunità di quel paese che aveva scatenato un putiferio. Un giornale leghista li aveva applauditi titolando “Libera la bestia che è in te”, altre formazioni filofasciste e populiste e leghiste avevano invitato tutte le comunità italiane a prendere esempio dagli “eroici” cittadini di Goro e ad erigere muri anche sul Mediterraneo, magari chiedendo aiuto ai prodi ungheresi, che, come ha detto Renzi, si beccano i contributi dall’Europa però in fatto di migrazione fanno muri.

Guai se pensassimo che l’Italia è razzista saremmo in contraddizione con i 150.000 mila a oggi che abbiamo salvato in mare, saremmo in contraddizione con Lampedusa, con Pozzallo e con tutti quei posti dove la solidarietà e l’umanità vengono esaltate quotidianamente. E potremmo essere in contraddizione con la mezza Italia che invece silenziosamente si rimbocca le maniche e ospita e aiuta.

Un segnale piccolo ma importante viene da una società di calcio a cui io tengo particolarmente, la Lazio sospettata, per lo più ingiustamente, di avere una tifoseria razzista. Ebbene domenica prossima la Lazio porterà sugli spalti dell’Olimpico, un folto gruppo di rifugiati proveniente dal Molise. Il gesto è piccolo ma è il primo in un mondo che la solidarietà la fa facendo indossare agli arbitri i fratini con il numero di telefono di associazioni benefiche.

Anche questo gesto ho il sospetto che passerà inosservato presso il sistema informativo, come era passata inosservata la visita ad Amatrice di tutta la squadra laziale a favore della visita di Totti al … Grande fratello che tanto scalpore e interesse invece aveva suscitato.

Facciano quello che vogliono: io, da laziale, mi tengo la visita ad Amatrice e l’ospitalità sugli spalti dei rifugiati, altri si tengano pure … la solidarietà al programma televisivo più cretino della storia della televisione. Globalist.it / G. Governi

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Lazio, buona la prima: rimonta sul Bologna – FOTO

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


La società biancoceleste pubblica una foto del post partita di LazioBologna, prima gara della stagione 2022/23. Allo stadio Olimpico la squadra di Maurizio Sarri trova il gol del pareggio con l’autogol di De Silvestri e rimonta con la rete del 4 volte capocannoniere in A, Ciro Immobile.

Arriva il commento di Sergej Milinkovic Savic. Il Sergente è stato decisivo anche in questa partita, servendo l’assist al bacio per il gol vittoria di Ciro Immobile.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sergej Milinkovic Savic (@sergej___21)

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW