Connect with us

Per Lei Combattiamo

PAGELLE – Ciro bomber di razza, Senad bomber fortunato. In crescita Wallace

Published

on

 


Tre punti conquistati con tanta fatica per la Lazio che continua la sua striscia positiva. Immobile si conferma bomber di razza e Felipe Anderson sta acquisendo una continuità di rendimento che gli è sempre mancata. In difesa buone le prove di Basta e Wallace.

Marchetti 6,5 – Nemmeno sessanta secondi e deve salvare il risultato allungando la mano su un tiro dal limite di Defrel. Il Sassuolo ci prova soprattutto con tiri da fuori e  il portiere veneto è sempre attento.

Basta 6,5 – Nei minuti iniziali è l’uomo più pericolo dei biancocelesti: si procura un rigore non fischiato dall’arbitro e sfiora il palo con un tiro deviato dal limite. Per un’ora le energia ci sono e il serbo spinge con costanza, dopo si limita a compiti difensivi svolgendoli senza errori.

Wallace 6,5 – Defrel si muove sul lato di Hoedt e questo lascia libero il brasiliano di giocare senza troppe pressioni. Preciso nelle chiusure, fa correre un brivido con un paio di passaggi rischiosi in orizzontale. Potrebbe trovare la porta ma liscia incredibilmente il pallone da pochi passi.

Hoedt 6 – Soffre la velocità di Defrel e deve ricorrere spesso alle maniere forti. Gli attaccanti del Sassuolo svariano molto e l’olandese compie ogni tanto l’errore di inseguirli.

Radu 6 – Gioie e dolori. Spizza di testa il pallone che arriva a Immobile per il raddoppio e dopo pochi istanti si fa sorprendere da Defrel che riapre la partita. Nel primo tempo era andato vicino alla rete del vantaggio con un tiro da fuori area deviato da Consigli.

Milinkovic 6 – La capacità con cui riesce a sfruttare il suo fisico lo rende un giocatore impressionante e imprescindibile. Quest’oggi ogni tanto è sparito dal gioco ma è sempre un punto di riferimento per i compagni.

Dall’83 Murgia SV

Parolo 6 – Viene riproposto in cabina di regia e dimostra ancora una volta tanta fatica. L’impostazione non rientra fra le sue caratteristiche e per questo motivo Inzaghi nella ripresa lo rimette mezzala. Non si fa vedere tanto per i suoi inserimenti ma la sua cattiveria, soprattutto nei minuti finali, è importantissima.

Lulic 6,5 – Primo tempo anonimo del bosniaco che non riesce ad accendersi, anzi appare anche nervoso come in occasione del fallo su Sensi che gli costa l’ammonizione. Ad inizio ripresa si riscatta portando in vantaggio i biancocelesti grazie ad un rimpallo, fortunatamente il guardialinee non si avvede della sua posizione di fuorigioco.

Felipe Anderson 6,5 – Perde un paio di palloni pericolosi che permettono al Sassuolo di ripartire in contropiede, in una di queste circostazione rimedia un giallo per fermare gli emiliani. Quando parte però emerge tutta la sua essenza brasiliana.

Immobile 7 – Se un attaccante si valuta per quanti palloni trasforma in rete, Ciro è implacabile. Non si vede per cinquanta minuti chiuso nella morsa di Acerbi e compagni. Il primo pallone giocabile che arriva in area lo trasforma nel raddoppio con un tiro al volo pieno di cattiveria. Nono gol in campionato in undici partite: la Lazio ha trovato finalmente il suo bomber.

Dall’86 Djordjevic SV

Keita 6 – Sta iniziando ad essere un peso la sua poca autonomia. Le sue accelerazioni sono uno dei punti di forza di questa squadra e a tratti sembra anche infermabile ma pecca in efficacia.

Dal 60′ Biglia 5,5 – Torna in campo in tempi da record e questo è un aspetto positivo ma non sembra ancora in forma. Sbaglia troppi appoggi semplici che potevano costare caro.

All.: Inzaghi 6,5 – Sesto risultato utile consecutivo per la sua Lazio poco spettacolare ma estremamente cinica. La squadra ha accusato i tre impegni in una settimana. Rivedibile la scelta di schierare nuovamente Parolo in regia.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Urbano Cairo: “Questa volta io e Lotito la pensiamo alla stessa maniera. Al calcio serve sostegno”

Published

on

 


Il Presidente del Torino, Urbano Cairo, ha commentato, al telefono con l’ANSA, gli emendamenti presentati in Parlamento per aiutare il calcio: “Premesso che come molti sanno spesso mi capita di non essere d’accordo con Lotito, stavolta la pensiamo alla stessa maniera. La situazione è sotto gli occhi di tutti: il nostro è un mondo che vive da tempo difficoltà, molto aggravate negli ultimi anni dalla pandemia. Certo, sono stati fatti sbagli, ma errori di gestione se ne fanno anche in altri settori della società, che pure ricevono aiuti rilevanti dallo stato: penso al tax credit per il cinema, ad esempio (incentivo che peraltro vede escluse le TV come la 7 che danno lavoro a 500 persone con le loro trasmissioni e la cui occupazione andrebbe tutelata come quella del cinema dove il ministro della cultura Franceschini prese molto a cuore i problemi del settore riuscendo ad ottenere supporto).

Il discorso della rateizzazione fiscale per le società, che non è a fondo perduto come i tax credit ma una semplice dilazione, ha un senso, tra l’altro, anche come sostegno ad un comparto che contribuisce in larga parte al mantenimento degli altri sport. Quanto all’idea di modificare la legge Melandri e prolungare da tre a cinque anni la durata dei diritti tv, non è certo un assist a un’emittente TV o un’altra. Qualsiasi persona di buon senso capisce che è una sacrosanta opportunità per chi investe di ottenere un guadagno grazie alla continuità del progetto. E di conseguenza consente a chi vende di ottenere di più. Mi pare elementare da capire, e se non sbaglio funziona così anche all’estero. In Spagna, ad esempio, dove i diritti tv li valorizzano bene, gli anni di durata sono appunto cinque e sei per quelli internazionali”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW