Connect with us

Per Lei Combattiamo

PRIMAVERA – Bonatti: “Mi prendo la colpa per il risultato e la prestazione”

enrico.delellis@libero.it'

Published

on

 


Soltanto un pari per la Lazio Primavera sul campo del Vicenza, risultato e prestazione che non sembrano voler andare giu al mister Bonatti, che ai microfoni di Lazio Style Radio ha dichiarato questo: “Punto guadagnato, perché non meritavamo di pareggiare, prestazione peggiore delle altre e io sono il responsabile tutto questo. Avevo chiesto di non giocare alle 11, ma non è stato questo il problema. Avevo richiesto sacrificio ai ragazzi, forse avevamo bisogno di più tempo. Non ho saputo preparare nel modo migliore la partita. Dal punto di vista tecnico il problema è stato sicuramente il campo sintetico, ne sono la testimonianza i crampi, che noi non abbiamo mai avuto. Ho voluto giocare a tre perché pensavo ci agevolasse, ma purtroppo così non è stato. Forse anche la sosta ha influito. Ho sperato fino alla fine di vincere, non ce l’abbiamo fatta. Mi auguro che si stacchi in classifica. Non ci dobbiamo accontentare. Servono anche più giocatori validi a mio parere, perché abbiamo avuto molti infortuni importanti, ma ho fiducia in tutti i miei ragazzi e non cerco alibi. Petro l’ho tolto per scelta tecnica, non mi stava piacendo. Abbiamo pagato del Vincenza, il fatto di averla preparata troppo tardi, non mi succede mai, mi sono scusato con i ragazzi. Loro hanno giocato in un modo che noi non immaginavamo. La colpa è mia perché sono sincero, ero nervoso e questa tensione l’ho trasmessa ai giocatori che non si sono espressi al meglio”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Lazio, finalmente le rotazioni: ecco quanto hanno giocato i nuovi arrivati

Published

on

 


Lotito nella finestra di mercato estiva ha speso come mai prima d’ora, regalando a mister Sarri non solo 8 nuovi acquisti, ma anche la possibilità di far ruotare i giocatori tra le varie competizioni. A differenza degli altri anni, infatti, tutti i nuovi innesti sono stati già scesi in campo per diversi minuti, permettendo i titolari di riprendere fiato.

Il meno utilizzato, per ora, è Luis Maximiano. Il portiere era titolare nella partita di esordio di questa stagione contro il Bologna, ma dopo 6 minuti ha rimediato un cartellino rosso, costringendo Provedel a prendere il suo posto.

Dal 14 agosto Provedel è titolare fisso, sia in campionato che in Europa League. In questo modo, tra i nuovi acquisti è quello che ha giocato per più minuti, in tutto 802. In campionato ne ha giocati 622’ (gli 82 di Lazio Bologna e le restanti partite 90’) e in Europa League 180’ (i 90 di Lazio-Feyenoord e di Midtjylland-Lazio).

In ordine, subito dopo troviamo Romagnoli con 638 minuti, di cui 475 in Serie A e 163 in Europa League. In campionato ha giocato tutti e 90 i minuti contro Bologna, Torino, Inter e Napoli, rimanendo in panchina contro il Verona e scendendo in campo per 81 minuti contro la Samp e 34 con la Cremonese. In Europa, invece, ha giocato 73 minuti contro il Feyenoord e tutta la partita con il Midtjylland.

fraioli

Al terzo posto c’è Vecino, il pupillo di Sarri. Il centrocampista è stato l’ultimo ad arrivare saltando tutta la preparazione ad Auronzo di Cadore, ma, nonostante ciò, è uno dei più utilizzati. Sono 378 i minuti in cui è sceso in campo, di cui 255 in Serie A e 123 in Europa. Non ha mai giocato una partita intera, però piano piano si è riconquistato la fiducia del suo ex mister che lo ha mandato in campo inizialmente 7 minuti contro il Bologna nella prima partita, poi man mano ha aumentato il minutaggio. Dopo il Bologna sono arrivati i 62’ contro il Torino, i 57’ contro l’Inter, i 37’ con il Napoli, 25’ contro il Verona e 67’ con la Cremonese. Solo con la Samp è rimasto in panchina. In EL, invece, ha giocato 70’ contro il Feyenoord, in cui ha segnato 2 gol e servito un assist, e 53’ contro il Midtjylland.

fraioli

Subito dopo troviamo Gila, che con i suoi 201 minuti totali si piazza al quarto posto. Solo 21 minuti per lui in campionato (9 con la Samp e 12 con la Cremonese), ma tutti i 180 in Europa League.

Terzultimo posto per Casale, con 146 minuti in campionato. Non ha ancora mai calcato i campi dell’Europa League, ma ha giocato 90 minuti contro il suo ex Verona e 56’ contro la Cremonese.

Infine, prima del meno utilizzato Luis Maximiano, troviamo Marcos Antonio con 138 minuti. In Serie A è sceso in campo 4 volte: contro il Torino (28’), l’Inter (6’), la Samp (18’) e il Verona (65’). In Europa League, invece, ha giocato solo 21 minuti contro il Midtjylland.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW