Connect with us

Per Lei Combattiamo

ACCADDE OGGI – Veron show, illumina l’Olimpico con una magia da calcio d’angolo | VIDEO

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Il calcio nel sangue, un piede fatato. Lanci di 40 metri che incantavano per precisione ed estetica nell’esecuzione. Un tiro secco, forte. Quasi il pallone rimaneva sospeso nell’aria. Una classe sublime, ma anche quella garra argentina che fa la differenza. L’Estudiantes come ragione di vita, la Lazio il suo punto più alto: “E’ il posto dove ho avuto maggiore costanza. Due anni sempre al massimo, senza cadute. Negli altri club ho fatto bene, ma ho anche avuto dei cali”. Juan Sebastian Veron, la Brujita. Dal 1999-2001, un biennio ricco di successi: una Coppa Italia, uno Scudetto, una Supercoppa italiana e una Supercoppa europea. La Lazio di Cragnotti e Eriksson, una squadra che incuteva timore in Italia e in Europa, tra le più forti mai viste.

L’OLIMPICO AI SUOI PIEDI – Tante prodezze con la maglia della Lazio, e gol (11). Uno in particolare ha entusiasmato l’Olimpico. Lazio-Hellas Verona, 7 Novembre 1999 ( precisamente 17 anni fa). A fine anno sarà tricolore…Una partita senza storia, troppo il divario tecnico tra i biancocelesti e gli scaligeri. Veron-Salas-Negro-Boksic, il poker è servito. Filo conduttore? Un piede (il destro), e la bandierina del corner. Autore? La Brujita. Esempi perfetti di balistica, di tecnica pura. I primi minuti lasciano presagire qualcosa di magico. Veron inizia a prendere la mira, Salas e Simeone non finalizzano però a pochi metri da Frey. Al 18′, l’Olimpico è tutto in piedi. Direttamente da calcio d’angolo, Veron segna con un missile ad effetto che Frey può solo osservare (ammirare) mentre s’insacca. Mani tra i capelli, stupore, emozioni forti. Brividi! L’atmosfera è bollente, i tifosi in piedi ad applaudire una vera e propria magia. Ma non è finita qui. Ancora dalla bandierina pennella l’assist per il raddoppio di Salas, suo anche il cross per il 3-0 di Negro. A fine primo tempo saranno sette i corner battuti dall’argentino, su uno di questi costruisce il colpo al volo di Mihajlovic (un altro maestro nei calci piazzati) dal vertice dell’area di rigore, tiro fuori di un niente. A chiudere il match la rete di Boksic imbeccato in verticale da Simeone. Un monologo laziale, biancocelesti primi in classifica trascinati da Veron e le sue traiettorie.

‘VEROOON…’ – Siamo negli anni di Genova sponda blucerchiata. Veron e Marassi si prendono subito, difficile non innamorarsi di un genio del calcio. E un coro, tutto per lui, parafrasando il celebre ritornello “Go West” dei Pet Shop Boys: ‘Verooon, Juan Sebaaaastian goool…’. Un coro che si è portato con se, almeno in Italia, e soprattutto a Roma. Tante squadre nella sua immensa carriera, l’apice con la maglia della Lazio. “Io lo so dal primo tocco se quel giorno il pallone in campo è mio amico o no. Se lo è, so che posso fare qualunque cosa, rischiare qualunque tipo di giocata. Ma se è nemico, posso anche alzare la mano e chiedere il cambio dopo dieci minuti”. ‘Semplicemente’, Juan Sebastian Veron.

ECCO IL VIDEO DELLA PARTITA:

 

 

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

CalcioMercato

Calciomercato Lazio, Muriqi vicino al Bruges: l’offerta del club belga

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

La Lazio continua a lavorare sul fronte entrate, con già 3 giocatori arrivati alla corte di Sarri. Tuttavia, la giornata odierna sembra essere dedicata alle uscite. Già due annunci in mattinata da parte della Società biancoceleste, volti a comunicare due cessioni: la prima è quella di Bobby Adekanye ai Go Ahead Eagles, la seconda è quella di Denis Vavro al FC Copenaghen. Due ufficialità alle quali vanno aggiunto altre operazioni in uscita. Tra queste c’è quella di Vedat Muriqi, appena rientrato dal prestito al Mallorca e alla ricerca di una nuova sistemazione. Il club spagnolo gradirebbe un suo ritorno, la l’offerta presentata finora alla Lazio non è stata considerata congrua. Motivo per cui i biancocelesti valutano altre offerte, provenienti sopratutto dalla Turchia. L’ultima, secondo quanto riportato dall’esperto di mercato Alfredo Pedullà, è quella del Club Bruges, che si starebbe avvicinando sempre di più all’acquisto del kosovaro, grazie ad una prima offerta di 9 milioni di euro. Una trattativa entrata nel vivo che potrebbe chiudersi a breve.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW