Connect with us

Esclusiva

ACCADDE OGGI – Auguri Kolarov, gol spettacolari e cuore laziale. Ledesma: “Quella cavalcata al derby…” | VIDEO

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


Stagione 2007-2008, la Lazio deve fronteggiare tre competizioni: Campionato, Champions League e Coppa Italia. La campagna acquisti però non è all’altezza, la piazza è insoddisfatta per il mancato arrivo di calciatori di livello internazionale. Dalla Serbia arriva Aleksandar Kolarov, ruolo terzino sinistro, per poco meno di un milione di euro dall’OFK Belgrado. Sabatini (allora ds laziale) è convinto delle enormi potenzialità del ragazzo classe 85′. In tre anni alla Lazio il serbo diventa un idolo della Nord. Con la maglia biancoceleste si impone come uno dei migliori nel suo ruolo: strapotenza fisica, un sinistro che faceva paura per forza e precisione, e personalità (tanta). Il primo gol, una botta terra aria sotto la traversa contro l’Elfsborg in Europa League, fece balzare in piedi i tifosi presenti all’Olimpico.

COAST TO COAST – Con la Lazio ha collezionato 104 presenze e 11 gol. Di questi 11, impossibile dimenticare quello strepitoso segnato nel derby, quando con un coast to coast fissò il risultato sul 4-2. “Ancora ricordo quel gol, quella cavalcata fantastica…”. Un gol così, in un derby, non si dimentica. “Un gol incredibile – le parole di Cristian Ledesma in esclusiva a LazioPress.ituna corsa di 70 metri a spaccare la difesa della Roma. Portò palla per quasi tutto il campo, e segno calciando con il destro, una cosa anomala per lui”. Una rete che rimarrà per sempre impressa nei cuori di tutti i laziali. Un grande giocatore ma non solo. Ci lega una grande amicizia, ci sentiamo ancora oggi. Arrivò a Roma giovane, si impose lentamente. Normale un periodo di adattamento se vieni dall’estero. Ma le sue qualità erano già sotto gli occhi di tutti: grande fisicità e un sinistro formidabile”. E un allenatore:Delio Rossi fu molto importante per la sua crescita – ammette Ledesma sempre su LazioPress.it – il mister ci sa fare con i giovani e gli diede ottimi consigli. Ora è diventato un giocatore importantissimo, tra i migliori nel suo ruolo. In Inghilterra sta facendo bene da anni, in un top club come il Manchester City”. 

Una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana i trofei vinti nella capitale, entrambi nel 2009. Ha lasciato la Lazio nel 2010, quando in cambio di quasi 20 milioni ha sposato il City di Mancini. In campo ha sempre dato tutto, anche andando qualche volta contro i tifosi, come in occasione di quel famoso Lazio-Inter del 2010. Ma Kolarov è così, dice quello che pensa, sempre! Personalità da vendere. “Sono stato benissimo a Roma. La Coppa Italia sollevata all’Olimpico, la Supercoppa Italiana vinta a Pechino e il derby vinto 3-2 con gol di Behrami all’ultimo minuto, i momenti indimenticabili del periodo alla Lazio”. E poi una promessa: “Io alla Roma? No, e se lo dico è perchè lo penso”. Oggi compie 31 anni, tanti auguri Kolarov! Il popolo laziale non dimentica.

 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Verona, l’ex Teodorani: “Divario evidente tra le squadre. Biancocelesti favoriti”

Published

on

 


Domenica sarà LazioHellas Verona. Mentre l’Olimpico si prepara ad attendere la sfida, Carlo Teodorani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress per parlare del match che vedrà impegnati in casa i biancocelesti. Queste le parole dell’ex giocatore dell’Hellas Verona, che ha ricoperto il ruolo di difensore nelle stagioni 2001-2005 e 2005-2007.

Come arrivano Lazio e Verona alla sfida di domenica?
Il Verona scenderà in campo con un atteggiamento positivo, ma il divario tra le due squadre è evidente. Sicuramente, tra le due, vedo la Lazio favorita”.

Su cosa dovranno puntare gli uomini di Cioffi per mettere in difficoltà la Lazio?
Il Verona ha una buona fase difensiva, per mettere in difficoltà la Lazio dovrà cercare di puntare sui soliti 3-4 giocatori determinanti, capaci nelle ripartenze”.

Quest’anno l’Hellas ha puntato molto sui giovani. Finora chi ti ha colpito di più della rosa?
È ancora molto presto per dirlo. Il rendimento è stato sempre molto altalenante in queste partite e penso che i giovani abbiano ancora bisogno di tempo. Aver deciso di puntare sui millennials è sicuramente una scelta ponderata, frutto di un progetto a lungo termine”.

Dalla polemica sulla classe arbitrale alle ultime vicende che hanno visto protagonista Ciro Immobile. Un tuo commento.
Purtroppo queste vicende fanno parte del calcio. Immobile è una persona intelligente e in grado di affrontare questi episodi”.

Pronostico Lazio-Hellas Verona?
Penso che sarà una partita con molti gol, visto il calibro degli attaccanti. Azzardo un 3-1”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW