Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Ballotta : ”Sarà un derby equilibrato. Keita e Felipe le armi in più di questa Lazio”

Published

on

 


Il nonno dei portieri tra i pali biancocelesti ha vissuto storie, emozioni e vinto trofei. Nella stagione 2007-2008, Muslera stava commettendo qualche errore di troppo e il secondo portiere Carrizo era al centro di un intrigo di mercato, così Delio Rossi decise di affidargli la porta per l’intera stagione. Ballotta allora quarantaquattrenne divenne il giocatore più anziano ad aver giocato in Serie A e in Champions League, dove disputò tutte e otto le partite della massima competizione europea. La redazione di LazioPress lo ha intercettato in esclusiva e gli ha fatto qualche domanda sul derby di domenica:

Le due squadre sono in un ottimo momento di forma. Secondo lei chi arriva meglio?
Arrivano tutte e due nella maniera giusta visti gli ottimi risultati dell’ultimo periodo. Il derby è una partita al di fuori della normalità, in settimana lo si prepara con molta attenzione e il giorno della gara gli stimoli arrivano da soli e sono completamente diversi dalle altre partite.

Dopo il ciclone Bielsa, Lotito ha deciso di richiamare Inzaghi. Come giudica la sua gestione fino ad ora e ci da un parere su di lui come allenatore?

Lotito su questo è stato fortunato, perché Inzaghi era la seconda scelta, ma fino ad ora si è rivelato l’acquisto migliore. L’anno scorso subentrato a Pioli aveva fatto molto bene, anche se non ha molta esperienza come allenatore è un gran conoscitore di calcio, ora sta girando tutto bene, vedremo come saprà uscirne nei momenti di difficoltà. Sicuramente si vede la sua mano, conosce bene l’ambiente e ha saputo dare i giusti stimoli alla squadra, in più è stato bravo a far esordire qualche suo ex allievo della primavera.

Chi saranno i giocatori chiave del derby e c’è un giocatore che più l’ha impressionato in questa prima parte di stagione?

Penso che Keita abbia le qualità giuste per far male alla difesa della Roma, così come Immobile che potrebbe approfittare delle sbavatura dei giallorossi.
Keita e Felipe Anderson quest’anno stanno facendo veramente la differenza, vista la loro discontinuità dell’anno scorso non me l’aspettavo calcolando anche che quest’estate erano dati per partenti.

Cosa trasmette il derby ad un giocatore?
La città di Roma aspetta questa partita tutto l’anno, quindi diciamo che è tutto il contorno che trasmette la giusta carica. Basta pensare alla gente che ti ferma per strada o ai tifosi che accorrono in centinaia agli allenamenti in settimana. Bisogna stare attenti a non sentirla troppo, altrimenti si potrebbe correre il rischio di giocare una partita sottotono o al contrario essere troppo nervosi, ma la Lazio non credo cada in questo pericolo, perché la maggior parte dei giocatori sono di caratura internazionale e hanno disputato molte gare a questi livelli.

Cosa ne pensa delle barriere applicate nelle curve?
La sicurezza è fondamentale. Ognuno ha bisogno di prendersi le proprie responsabilità sui fatti accaduti, se ci sono un motivo c’è. Sotto questo punto di vista bisogna crescere, anche se dispiace davvero vedere la curva nord vuota.

Quali sono i tuoi ricordi migliori del derby?
Sicuramente tutti quelli dove abbiamo conquistato i tre punti, ma in particolare ricordo i quattro vinti nella stagione 97’/98’, dove, oltre i due in campionato, ci siamo trovati di fronte in Coppa Italia, abbiamo vinto il doppio confronto e conquistato la semifinale eliminando la Roma. Un emozione unica sia per noi che per i nostri tifosi, che accorsero in centinaia a Formello.

Per finire chiudiamo con la classica domanda. Pronostico?
Mai come quest’anno le due squadre si equivalgono. Quindi non mi sbilancio e dico soltanto ‘che vinca il migliore’, sperando in una bella partita.

Fabrizio Giovannetti (Corso ‘Sport & Comunicazione LazioPress.it)

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lucas Leiva: “Il derby di Roma è speciale, spero vinca la Lazio. Immobile? Difficile trovargli un vice”

Published

on

 


Il giorno tanto atteso è arrivato. Oggi è il giorno del Derby. Alle 18:00, nella 13° giornata di Serie A, si affronteranno Roma e Lazio. Una partita che non ha bisogno di presentazioni, che va oltre la classifica ed il percorso fin qui svolto. La redazione di LazioPress.it, in vista della stracittadina, ha intervistato, in esclusiva, l’ex centrocampista della Lazio Lucas Leiva. Queste le sue parole sul derby, sulla squadra di Sarri e su uno dei grandi assenti di quest’oggi: Ciro Immobile.

Sei rimasti nei cuori di tutti i tifosi della Lazio. Cosa ti manca di più della Capitale e della Lazio?

“Io e la mia famiglia abbiamo passato cinque anni fenomenale a Roma. Abbiamo lasciato tanti amici. Mi manca la città ed i miei compagni, però sono contento di esser tornato nella mia squadra del cuore”.

Hai visto una crescita della Lazio in questo avvio di stagione? A quale obiettivo possono ambire i biancocelesti?

“La Lazio è cambiata tanto, con tanti giocatori nuovi, quindi hanno bisogno di tempo. La Lazio è una società che aspetta, quindi devono anche adattarsi all’ambiente. Speriamo che possano fare bene in campionato”.

Quale è il derby che hai nel cuore?

“I derby che ho vinto rimangono sempre nel cuore. Il derby di Roma sicuramente è speciale e spero tanto che la Lazio vinca un’altra volta”.

Nel tuo ruolo, Sarri ha scelto Cataldi.

“Cataldi sta crescendo tanto e sono contento perché è un ragazzo d’oro che lavora tanto e vive per la Lazio. Sarri ha voluto cambiare tanti giocatori, non vedo nessun problema.

Penso che potevo aiutare tanto ancora, però come ho detto, tornare in Brasile per aiutare la mia squadra del cuore, è stata la scelta giusta”.

Si ferma Immobile e la Lazio fa fatica a vincere. È fondamentale avere un suo vice?

“Immobile è un giocatore importante per come gioca la Lazio. E’ normale che fanno fatica a vincere senza di lui. Trovare un vice non è facile, anche perché deve accettare la panchina e sappiamo che Immobile vuole giocare tutte le partite”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW