Connect with us

Per Lei Combattiamo

ESCLUSIVA / Beldì: “Lazio-Fiorentina mi ricorda il film ‘Via col Vento’. Milinkovic? Un rimpianto. Che ricordi quell’8-2 con Zeman…”

enrico.delellis@libero.it'

Published

on

 


Chi ha coraggio può fare a meno della reputazione“, frase di celebre del film Via col Vento. Lo stesso temperamento che stanno mettendo in campo la Lazio e la Fiorentina. Domenica nella cornice dello stadio Olimpico andrà in scena uno scontro diretto per l’Europa, tra due squadre in ottima salute. In esclusiva la redazione di LazioPress.it ha contattato un tifoso di eccezione viola: Paolo Beldì, autore televisivo, ideatore del programma Quelli che il Calcio, regista al fianco di artisti come: Adriano Celentano, Claudio Baglioni, Gianni Morandi, Anna Marchesini e Gigi Proietti. Nel suo curriculum può vantare anche tre Festival di Sanremo, come capo regia.

Dopo il recupero contro il Genoa nella giornata di domani, la Fiorentina farà visita alla Lazio. Che partita ti aspetti?

“Sicruamente sarà una bella partita. Entrambe le squadre giocano insieme al Napoli il miglior calcio del campionato. La Fiorentina non ha iniziato benissimo il campionato sotto un punto del gioco. La partita di lunedì contro il Sassuolo mi ha lasciato ben sperare per il futuro. Spero che non si ripetano gli errori della scorsa stagione, quando eravamo nei primi posti in questo periodo e dopo le feste c’è stato un calo vertiginoso, con una media punti da Serie B”.

Le due piazze stanno vivendo un ottimo momento, anche se a Firenze c’è un po’ di polemica tra il tecnico e tifosi. Come ti spieghi questa situazione?

“Sousa ha sbagliato a fare certe dichiarazioni, è un ragazzo serio, sincero e in quel momento non ha pensato a il clamore che quelle sue dichiarazioni potevano fare. Non condivido questa cosa di parlare sempre duecento volte prima delle partite e anche dopo. Non voglio giustificare Paulo, però andiamo avanti scordanoci le sue parole, dette in buona fede. Noi tifosi siamo ambiziosi, il portoghese è l’allenatore giusto, non possiamo buttare una stagione ancora in atto, che ci vede protagonisti in Europa League e in campionato. Al termine della stagione poi si tireranno le somme”.

La Lazio ti sta sorprendendo?

“La Lazio è la vera rivelazione del campionato, giocano un buon calcio, hanno un allenatore giovane di prospettiva. Poi ci sono giocatori molto interessanti come: Anderson, Immobile e Milinkovic che è il mio più grande rimpianto. Un giocatore unico nel suo genere, mi sarebbe piaciuto vederlo con la maglia viola. Noi siamo sempre stati legati con un filo ai capitolini, già a partire dagli anni 60′ con uno scambio di giocatori con Morrone. Ho sempre seguito i colori biancocelesti con molta simpatia”.

Sarà anche la sfida tra Immobile e Kalinic, due attaccanti che stanno facendo cose importanti…

“Immobile l’avrei preso alla Fiorentina, giocatore straordinario, lo vedi uscire dal campo sempre con la maglia sudata. Sotto porta è fortissimo, è stato un grande acquisto. Kalinic sta facendo cose incredibili, lavora tantissimo per la squadra e fa gol. Oltre a questi due io citerei anche Anderson e Bernardeschi, due giocatori dal talento immenso, poi c’è il mio pupillo Federico Chiesa, che farà grandi cose in futuro”.

C’è una partita tra le due squadre che ricordi con maggiore attenzione?

“Mi ricordo la partita Lazio -Fiorentina, 8 a 2 nel 1995, Zeman allenava i biancocelesti, invece sulla panchina viola c’era Claudio Ranieri. Ero regista della trasmissione Quelli che il Calcio, ogni volta che qualche squadra segnava, mettevo sempre l’inno. Quella puntata praticamente abbiamo sempre sentito l’inno laziale. Sembrava di essere in una puntata di Scherzi a Parte (ride). Quella che mi ha dato più soddisfazione è l’ultima di campionato dello scorso anno, quando abbiamo espugnato l’Olimpico, nel giorno dell’addio di Klose”.
La sfida tra queste due squadre è sempre stata molto affascinante. Se dovessi paragonarla ad un film, quale sceglieresti?
“Ti direi senza dubbio: “Via col Vento”, un film struggente come la storia dei due club, d’amore vero, come il sentimento reale che le due tifoserie provano nei confronti della maglia, interpretato con attori di livello assoluto, come i giocatori che hanno caratterizzato in passato questi incontri”.
Nella tua carriera di regista hai un aneddoto particolare legato al mondo biancoceleste?
Ho lavorato molti anni a Roma, ho amici laziali, non famosi che mi hanno fatto capire il loro amore per questi colori. A Quelli che il Calcio ho ospitato moltissimi tifosi vip biancocelesti, come Pino Insegno, conosco molto bene Giorgia una tifosa “vera”. Ho solo un grandissimo rimpianto, non aver mai lavorato con Enrico Montesano, un attore e professionista incredibile, mi piacerebbe tantissimo fare qualcosa con lui”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

MONDIALI 2022 | Giappone-Costa Rica, le formazioni ufficiali

Published

on

 


Tra pochi minuti andrà in scena la sfida tra Giappone e Costa Rica valida per i Mondiali in Qatar. Di seguito le formazioni ufficiali delle due squadre:

GIAPPONE, 4-2-3-1: Gonda; Yamane, Yoshida, Itakura, Nagatomo; Morita, Endo; Doan, Kamada, Soma; Ueda. Ct. Moriyasu

COSTA RICA, 4-4-2): Navas; Manley, Calvo, Duarte, Oviedo; Fuller, Tejeda, Borges, Torres; Campbell, Contreras. Ct. Suarez 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW