Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Caputi: “Non siamo nemici della Lazio, ma si devono accettare le critiche”

chiaraluce_paola@libero.it'

Published

on

 


Lazio-Fiorentina è una delle partite più importanti di questa 17ma giornata di Serie A. Si affrontano due squadre dalle ottime qualità, individuali e collettive, che vogliono puntare all’Europa che conta e che hanno tutte le carte in regola per riuscirci. Per parlare della sfida, ma non solo, la redazione di Laziopress.it ha contattato in esclusiva Massimo Caputi, ed è stata anche un’occasione per il caporedattore de “Il Messaggero” per togliersi qualche sassolino dalla scarpa.

Domenica sera Lazio–Fiorentina: quali sono i punti di forza e di debolezza mostrati dalle due squadre a questo punto del campionato?

“Per quanto riguarda la Fiorentina, direi che il punto di debolezza è la mancanza di continuità: è una squadra che ha alternato buone prestazioni a prestazioni incolori, soprattutto in casa. Per quanto riguarda i pregi, invece, si tratta di una squadra che ha in rosa giocatori con enormi qualità tecniche, come Ilicic, Bernardeschi, Kalinic o Borja Valero. Possono far male a chiunque. Per la Lazio il punto di forza è dato da una compattezza e da una solidità sia tecnica che mentale, dimostrate con la reazione dopo il derby: queste sono delle importanti garanzie per una squadra che ha fatto molto bene fino ad ora. Il limite è che, sino ad ora, è mancato il vero salto di qualità. Contro la Fiorentina è importante fare risultato, per andare al di sopra delle aspettative. La Lazio ha fatto tutto benissimo, battendo le squadre che doveva superare perché inferiori. Ma il vero salto di qualità arriverà quando dimostrerà di essere la stessa squadra anche contro avversarie che potenzialmente le possono essere superiori”.

Klose saluta, arriva Immobile. Può calcare le orme del tedesco e regalare alla Lazio quel salto di qualità di cui parlava prima?

“La Lazio ha fatto un ottimo acquisto. Ha perso Klose, ma Immobile è stato un investimento importante e giusto. Vale la pena puntarci. Il fatto che da qualche settimana non segni non vuol dire nulla, agli attaccanti capita. Non è che tutti gli anni sono come quelli di Higuain dell’anno scorso che fa 36 gol in uno solo…! La media di Immobile è già buona. E’ un giocatore giovane e bisogna puntare su di lui, crederci e lasciarlo tranquillo. Tra l’altro mi sembra si sia integrato molto bene sotto tutti i punti di vista, sia in campo che fuori, col resto del gruppo”.

Essendo un ex della gara pensa che Sousa troverà spazio per Zarate domenica?

“Di solito, l’ex è un giocatore temuto a cui si deve fare sempre molta attenzione perché ci mettono quel qualcosa in più che gli dà la spinta per fare bene, per dimostrare che ci si è sbagliati a cederlo. Non credo però, e magari mi sbaglio, che Sousa faccia giocare Zarate dal primo minuto: potrebbe anche darsi, ma credo sia un’arma da giocarsi a partita in corso. Per le caratteristiche che ha, Zarate può essere indubbiamente un elemento pericoloso per la Lazio e buono per la Fiorentina. E’ uno di quei giocatori che lascia un rimpianto, e non mi riferisco soltanto ai tifosi laziali, ma parlo in generale. E’ un giocatore che ha grandi doti, ma le fa vedere ogni tanto. Non le ha mai sapute coltivare e non ha mai trovato continuità”.

Keita è pronto a partire per la Coppa d’Africa e continuano a tenere banco i rinnovi. La Lazio agirà sul mercato di gennaio o pensa che Lotito concluderà la stagione con questo stesso organico?

“Visti classifica e rendimento, la Lazio deve necessariamente guardare al mercato perché se c’è l’opportunità deve rafforzarsi: può indubbiamente avere le carte in regola per lottare per un posto in Europa, e quando dico Europa intendo la Champions League e non solo l’Europa League. Classifica alla mano, la Lazio è in gioco: possiamo dire che può avere meno chances rispetto al Napoli, che è una squadra costruita per fare la Champions e addirittura lottare per lo scudetto, ma è il campo quello che dà il verdetto definitivo, e che dirà se la Lazio se la può giocare. Per questo, dato che si trova lì, deve pensare a rafforzarsi, anche cedendo qualche giocatore che non è utile e gioca meno. Paloschi, ad esempio, ha delle caratteristiche che possono essere utili alla Lazio. Conosce bene il campionato, è motivato, può fare la riserva o giocare insieme a Immobile. Non è obbligatorio, ma credo sia necessario essere molto vigili: se ci sono le opportunità per rinforzarsi, credo che la Lazio sia obbligata a farlo perché la classifica dice che può lottare, e se le altre si rafforzeranno, anche la Lazio dovrà farlo”.

Spesso “Il Messaggero” viene coinvolto nelle polemiche con i tifosi o la società. Le chiedo una sua opinione in merito.

“Penso che la Lazio, sia un po’ troppo chiusa in se stessa. Pensare che intorno ci siano soltanto nemici non aiuta. Molte volte è un modo molto semplice per evitare contrasti. Credo che il modo di agire della Lazio nella comunicazione debba essere più aperto: è solo parlando e solo confrontandosi che si possono smussare gli angoli, altrimenti si rimane chiusi dentro il proprio fortino e non si va mai avanti. “Il Messaggero” non è né a favore né contro nessuno. Siamo al servizio di coloro che ci leggono e cerchiamo, con onestà intellettuale, di scrivere bene quando c’è da scrivere bene e di criticare quando c’è da criticare. Se poi la gente si dimentica quando si parla bene e non vuole accettare le critiche, questo è un altro discorso”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lucas Leiva: “Il derby di Roma è speciale, spero vinca la Lazio. Immobile? Difficile trovargli un vice”

Published

on

 


Il giorno tanto atteso è arrivato. Oggi è il giorno del Derby. Alle 18:00, nella 13° giornata di Serie A, si affronteranno Roma e Lazio. Una partita che non ha bisogno di presentazioni, che va oltre la classifica ed il percorso fin qui svolto. La redazione di LazioPress.it, in vista della stracittadina, ha intervistato, in esclusiva, l’ex centrocampista della Lazio Lucas Leiva. Queste le sue parole sul derby, sulla squadra di Sarri e su uno dei grandi assenti di quest’oggi: Ciro Immobile.

Sei rimasti nei cuori di tutti i tifosi della Lazio. Cosa ti manca di più della Capitale e della Lazio?

“Io e la mia famiglia abbiamo passato cinque anni fenomenale a Roma. Abbiamo lasciato tanti amici. Mi manca la città ed i miei compagni, però sono contento di esser tornato nella mia squadra del cuore”.

Hai visto una crescita della Lazio in questo avvio di stagione? A quale obiettivo possono ambire i biancocelesti?

“La Lazio è cambiata tanto, con tanti giocatori nuovi, quindi hanno bisogno di tempo. La Lazio è una società che aspetta, quindi devono anche adattarsi all’ambiente. Speriamo che possano fare bene in campionato”.

Quale è il derby che hai nel cuore?

“I derby che ho vinto rimangono sempre nel cuore. Il derby di Roma sicuramente è speciale e spero tanto che la Lazio vinca un’altra volta”.

Nel tuo ruolo, Sarri ha scelto Cataldi.

“Cataldi sta crescendo tanto e sono contento perché è un ragazzo d’oro che lavora tanto e vive per la Lazio. Sarri ha voluto cambiare tanti giocatori, non vedo nessun problema.

Penso che potevo aiutare tanto ancora, però come ho detto, tornare in Brasile per aiutare la mia squadra del cuore, è stata la scelta giusta”.

Si ferma Immobile e la Lazio fa fatica a vincere. È fondamentale avere un suo vice?

“Immobile è un giocatore importante per come gioca la Lazio. E’ normale che fanno fatica a vincere senza di lui. Trovare un vice non è facile, anche perché deve accettare la panchina e sappiamo che Immobile vuole giocare tutte le partite”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW