Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Tramezzani: “Diamo tempo a Strakosha. La Lazio può ancora migliorare”

Published

on

 


La redazione di LazioPress.it ha intercettato in esclusiva Paolo Tramezzani, attuale vice-allenatore della nazionale albanese e opinionista Rai nel programma “La Domenica Sportiva”. Abbiamo analizzato il momento biancoceleste, focalizzando la nostra attenzione sulla prossima sfida che attende la squadra di Simone Inzaghi: Lazio-Fiorentina.

Strakosha ha esordito in prima squadra e non sta facendo assolutamente rimpiangere l’assenza di Marchetti. Come giudica le sue prestazioni fino ad ora ed è pronto per il salto in nazionale maggiore?

“E’ un giocatore che ha fatto tutta la trafila nelle nazionali minori, è attualmente il capitano dell’under-21, lo abbiamo già aggregato con noi e lo seguiamo con molta attenzione. Ha fatto un buon esordio in un palcoscenico importante come San Siro e sta continuando a fare buone prestazioni. Bisogna fargli fare il suo percorso, senza mettergli troppa pressione, altrimenti si rischia di bruciarlo”.

Lei segue molto i campionati giovanili, c’è qualche ragazzo della Primavera che ritiene pronto per la prima squadra?

“E’ una squadra molto ben messa in campo, gioca un buon calcio, cercano sempre di giocare palla a terra e di non buttarla mai e questo per dei ragazzi è un aspetto molto importante. I risultati del settore giovanile della Lazio degli ultimi anni parlano chiaro, la società sta investendo molto e i risultati si vedono. Non mi sento di fare un nome in particolare, sono diversi i ragazzi che possono salire in prima squadra percorrendo le orme dei vari Murgia, Lombardi e Cataldi”.

Secondo lei la Fiorentina può risentire della stanchezza viste le tre partite in una settimana? Si aspetta del turn-over da parte di Paolo Sousa o schiererà i migliori visto che si può parlare di uno scontro diretto per la zona europea?

“La Fiorentina sta bene, nell’ultimo periodo ha acquisito quelle certezze che aveva avuto l’anno scorso nella prima parte di stagione, sicuramente la gara di Genoa porterà un po’ di stanchezza, ma dal centrocampo in su hanno un organico importante e riescono a creare sempre molte occasioni da gol. Domenica, vista l’importanza della partita, credo che Paolo Sousa schiererà il migliore undici a disposizione”.

La Lazio riuscirà a mantenere questa media punti fino a fine campionato?

“Io credo che la Lazio possa addirittura migliorare, perché è una squadra a cui non manca niente, poi ha ritrovato quella fiducia che aveva perso in alcuni interpreti nella passata stagione. Ha giocatori di ottima qualità e un buon impianto di gioco. E’ una squadra molto quadrata, difficile da affrontare, ha dimostrato anche un buon carattere reagendo dopo il derby perso, andando a fare risultato contro la Sampdoria al Marassi, in un campo in cui portare a casa i tre punti non è facile”.

La Fiorentina fuori casa ha il migliori attacco con sedici gol fatti, ma dietro concede sempre qualcosa. Che partita si aspetta?

“La Fiorentina solitamente, sia in casa che in trasferta, gioca un calcio propositivo e offensivo. La gara della Viola dipenderà molto da quella che farà la Lazio. I biancocelesti sono in un buon momento e credo che andranno a pressare molto alti la loro linea difensiva, di solito schierata a tre e, di conseguenza, se riusciranno a fare bene questo tipo di lavoro, son convinto che qualche difficoltà alla squadra di Sousa riusciranno a crearla”.

Inzaghi dopo sei anni di settore giovanile sta facendo molto bene al suo secondo anno di Lazio. Cosa pensa del lavoro che sta svolgendo e quanto è importante la gavetta per un allenatore.

“Simone lo conosco da tanti anni, avendoci anche giocato insieme, è un allenatore che a me piace molto e si vede che è molto preparato. L’ho seguito molto anche nel settore giovanile, cura molto l’aspetto psicologico, perché quando hai a che fare con dei ragazzi giovani ti fa capire molte cose e così sta facendo tutt’ora riuscendo a gestire molto bene il gruppo. Sta maturando molto, in questa esperienza sta facendo vedere che è un allenatore che farà una buonissima carriera. La gavetta per un allenatore è sicuramente importante, il calcio è universale e si impara qualcosa a tutti i livelli, ti aiuta a fare esperienza, poi ognuno ha il suo cammino, c’è chi esordisce subito in prima squadra e chi invece inizia dalle serie minori”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Verona, l’ex Teodorani: “Divario evidente tra le squadre. Biancocelesti favoriti”

Published

on

 


Domenica sarà LazioHellas Verona. Mentre l’Olimpico si prepara ad attendere la sfida, Carlo Teodorani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress per parlare del match che vedrà impegnati in casa i biancocelesti. Queste le parole dell’ex giocatore dell’Hellas Verona, che ha ricoperto il ruolo di difensore nelle stagioni 2001-2005 e 2005-2007.

Come arrivano Lazio e Verona alla sfida di domenica?
Il Verona scenderà in campo con un atteggiamento positivo, ma il divario tra le due squadre è evidente. Sicuramente, tra le due, vedo la Lazio favorita”.

Su cosa dovranno puntare gli uomini di Cioffi per mettere in difficoltà la Lazio?
Il Verona ha una buona fase difensiva, per mettere in difficoltà la Lazio dovrà cercare di puntare sui soliti 3-4 giocatori determinanti, capaci nelle ripartenze”.

Quest’anno l’Hellas ha puntato molto sui giovani. Finora chi ti ha colpito di più della rosa?
È ancora molto presto per dirlo. Il rendimento è stato sempre molto altalenante in queste partite e penso che i giovani abbiano ancora bisogno di tempo. Aver deciso di puntare sui millennials è sicuramente una scelta ponderata, frutto di un progetto a lungo termine”.

Dalla polemica sulla classe arbitrale alle ultime vicende che hanno visto protagonista Ciro Immobile. Un tuo commento.
Purtroppo queste vicende fanno parte del calcio. Immobile è una persona intelligente e in grado di affrontare questi episodi”.

Pronostico Lazio-Hellas Verona?
Penso che sarà una partita con molti gol, visto il calibro degli attaccanti. Azzardo un 3-1”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW