Connect with us

Per Lei Combattiamo

FOCUS – Pioli, certi amori regalano un’emozione per sempre

enrico.delellis@libero.it'

Published

on

 


Estate 2014, l’era Reja è finita definitivamente. Tra tanti successi e qualche incomprensione, il tecnico goriziano e il patron biancoceleste decidono di dirsi addio. Tanti i nomi usciti come papabili sostituti, le porte al centro sportivo di formello sono girevoli: Donadoni il primo ad entrare, ma le richieste economiche enormi da parte del tecnico bergamasco, complicano le cose e la pista viene abbandonata. Poi il grande sogno: Allegri. I tifosi iniziano a sperare, ma anche in questo caso il Dio denaro e alcuni giocatori richiesti dal livornese, fanno virare la dirigenza biancoceleste su un altro nome. Pioli. Pioli? Inizia a domandarsi il tifoso. “Quello che ha fatto retrocedere il Bologna. L’emiliano entra a Roma, in punta di piedi, senza fare rumore, con l’intento solo di lavorare per far vedere a tutti le sue idee. La prima rivoluzione arriva già nel ritiro di Auronzo. Giocatori in cerchio a metà campo. Voce alta, sguardo fiero e partono le note dell’inno. Brividi ed emozioni forti, che lasciano presagire una stagione magica. Il campionato inizia, arrivano grandi prestazioni, ma non sempre i risultati. Guai a mollare, perchè si può, in parte, riscrivere la storia. I primi a capire questo messaggio sono Klose, Anderson, Mauri e Candreva. I fedelissimi del mister, alcuni già giocatori affermati, altri come il brasiliano oggetti misteriosi, consacrati dalle sue innovazioni tattiche. Biglia viene messo al centro del progetto, ed eletto come uomo vitruviano del centrocampo. Al suo fianco due mezz’ali capaci di inserimento e senso tattico come Parolo e Lulic. Spazio alla fantasia sugli esterni e al panzer Klose. Il campionato consacra la Lazio a un terzo posto, insperato, e una finale di Coppa Italia persa contro la Juventus.

Ma non sono state tutte rose e fiori. La seconda stagione sulla panchina romana inizia con qualche sconfitta di troppo e soprattutto con l’eliminazione dai preliminari di Champions League. Una campagna acquisti inesistente e un rapporto compromesso con alcuni senatori, portano in un triste pomeriggio di aprile, dopo un derby perso in malo modo all’esonero. Mercoledì sarà un’altra storia, il mondo adesso si chiama Inter, mentre Inzaghi si augura di eguagliare la Lazio di due anni fa. Nelle parole forse non ci sarà tempo per il ricordo e l’emozione, ma spesso gli occhi tradiscono. Difficilmente si può dimenticare una storia d’amore cosi’: breve e intensa: “Certi amori regalano, un’emozione per sempre. Momenti che restano così impressi nella mente “.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

MONDIALI 2022 | Argentina-Messico, le formazioni ufficiali

Published

on

 


Alle 20.00 inizierà il match tra Argentina e Messico, una gara di importanza capitale per la permanenza di Leo Messi e compagni nella competizione. Dopo la sconfitta con l’Arabia Saudita la nazionale dell’ex biancoceleste Scaloni è infatti obbligata a trovare i tre punti. Queste le scelte ufficiali dei due allenatori:

ARGENTINA (4-3-3): E. Martinez; Montiel, L. Martinez, Otamendi, Acuna; De Paul, Rodriguez, Mac Allister; Messi, Lautaro Martinez, Di Maria.

CT: Scaloni.

MESSICO (5-3-2): Ochoa; Araujo, Montes, Moreno, Gallardo, Alvarez; Herrera, Chavez, Guardado; Vega, Lozano

CT: Martino.

A dirigere il match sarà Daniele Orsato.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW