Connect with us

Per Lei Combattiamo

TOP OF 2016 – Finalmente Lazio! I biancocelesti festeggiano alla grande i 116 anni, Fiorentina annientata

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


Dicembre, tempo di Natale e bilanci. La Lazio chiude un 2016 in chiaroscuro: mediocre la prima parte, esaltante la seconda. Nonostante questo però, quest’anno ha regalato alcune partite da ricordare. Ecco quelle che Laziopress vi ha raccontato con maggior piacere.

La Lazio sbanca il Franchi. I biancocelesti riscattano alla grande il pareggio deludente contro il Carpi, dominando la Fiorentina seconda in classifica. Keita, Milinkovic-Savic e Felipe stendono i viola. Tanti auguri Lazio!

PRIMO TEMPO – Calcio d’inizio affidato ai viola. Dopo 4 minuti subito un brivido per Berisha: punizione dal limite di Mati Fernandez, fuori di un soffio. Subito fischi per Milinkovic-Savic. La Fiorentina fa la partita, ma senza creare occasioni pericolose. Al 18′ grande accelerazione di Keita, fermato con un fallo da Gonzalo Rodriguez, ammonito dall’arbitro Rizzoli. Al 22′ rischia la Lazio, con Mauricio che commette fallo su Kalinic, lanciato verso la porta. Giallo anche per il brasiliano. Lazio vicina al vantaggio al 28′ con Keita, ma lo spagnolo si fa ipnotizzare da Tatarusanu. Grande occasione per i biancocelesti, non sfruttata da Keita. La Fiorentina subisce il colpo. Un minuto dopo, Milinkovic-Savic conquista palla al limite dell’area, ma la sua conclusione non va a buon fine. Ancora il serbo si rende pericoloso al 31′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo, ma Astori salva sulla linea di testa. Allo scadere del primo tempo cambia il risultato. Fantastica combinazione tra Djordjevic e Keita, lo spagnolo buca la difesa della Fiorentina e trafigge Tatarusanu. Lazio meritatamente in vantaggio, grande giocata di Keita. 

SECONDO TEMPO – Inizia la ripresa, nessun cambio per Pioli e Sousa. Ammonizione sciocca per Parolo al 48′, che allontana ingenuamente il pallone. Ritmi alti per le due squadre, con la Fiorentina alla ricerca del pareggio e la Lazio che continua a spingere in cerca del raddoppio. Primo cambio per i padroni di casa al 54′, Blaszczykowski in panchina, al suo posto entra Pasqual. Altro cambio per i viola. Esce in barella al 57′ Badelj, subentra Ilicic che prende il posto di Borja Valero sulla trequarti, con lo spagnolo che arretra in mezzo al campo. Pioli risponde con l’ingresso di Matri, che prende il posto di Djordjevic al 63′. Tanto lavoro sporco per  il serbo, prezioso con le sue sponde, ma non riesce a rendersi pericoloso nei pressi di Tatarusanu. Ci prova Alonso su calcio di punizione, Berisha blocca in sicurezza. Sousa le prove tutte: dentro Rossi fuori Mati Fernandez. Pepito subito pericoloso con un a conclusione al limite dell’area che impensierisce Berisha. Radu non ce la fa, Pioli manda in campo Braafheid all’esordio stagionale. Hoedt già ammonito rischia con un intervento a metà campo, Rizzoli lascia correre. La Lazio controlla bene gli attacchi della Fiorentina, e all’86’ va vicinissima al raddoppio. Contropiede di Candreva, l’esterno laziale entra in area e serve Matri. L’ex viola però perdona la sua ex squadra, strozzando il tiro che termina debolmente tra le mani di Tatarusanu. Ultimo cambio per Pioli, esce Keita ed entra Felipe. All’88’ Berisha salva su Rossi, garnde occasione per la Fiorentina. Rizzoli concede 6 minuti di recupero. Al 92′ il gol che tutto il popolo viola temeva: Milinkovi-Savic, proprio lui, realizza il gol dello 0-2. Partita finita? No. Al 94‘ errore clamoroso di Berisha sul tiro dalla distanza di Roncaglia, con la Fiorentina che accorcia subito le distanze. Ma la Lazio stasera è inarrestabile, e Felipe allo scadere chiude definitivamente i conti. Fiorentina-Lazio, 1-3. Risultato strameritato, e la Lazio vola!

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

L’Italia batte l’Ungheria e si qualifica alle Finals di Nations League

Published

on

 


A Budapest gli Azzurri vincono contro la squadra allenata da Rossi e si aggiudica la qualificazione alle Finals di Nations League. L’Italia sblocca la partita nel primo tempo con Raspadori che sfrutta un errore della difesa ungherese. Nella ripresa Dimarco realizza la rete del 2-0 contro l’Ungheria.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW