Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA / Ottavia, alle origini di Cataldi: “Un predestinato! Secco secco ma quanta personalità”

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


Subito in famiglia. “Diamoci del tu”. Vai. Ottavia, zona nord-ovest di Roma. Calcio ma non solo. Crescere i ragazzi con i giusti valori: Ottavia pensiero. Una società, una scuola calcio importante e storica della capitale. Se poi ti ritrovi un tuo ragazzo in Serie A…Che soddisfazione! “Il completamento di un percorso”. Oggi quel ragazzo, gioca con la sua squadra del cuore. Danilo Cataldi, dall’Ottavia alla Lazio. Immaginiamo l’orgoglio, la gioia delle persone che lo hanno visto crescere, maturare. Emozionato e felice quanto Danilo, Tarquinio Deli, direttore generale dell’Ottavia, ci racconta i primi passi calcistici di Cataldi: “Da noi ha iniziato a giocare sin da piccolo. Poi quando sono diventato direttore all’Ottavia rivela in esclusiva a LazioPress.itquell’anno la Lazio decise di puntare su di lui. Purtroppo quella stagione non fece bene e tornò da noi”. Solo un intoppo, ma forse fondamentale: “Con noi nei giovanissimi provinciali disputò un’annata fantastica! E la Lazio se lo riprese…”. Storie, destino.

Ma com’era Danilo da ragazzo? “Era secco secco, ma quanto correva! Si vedeva già che avrebbe fatto strada. Grande personalità, ottima qualità nei piedi. Un predestinato. Educato, un ragazzo per bene. “Una famiglia strepitosa, persone semplici, squisite”. Sempre con Danilo in giro per i campi, tutta la settimana. Sacrifici, amore. E un legame ancora forte tra la famiglia Cataldi e la società: “Suo padre ogni domenica viene da noi. Con Danilo ci siamo visti la scorsa settimana. Ogni tanto ci vediamo, è molto legato all’Ottavia e alle persone che lavorano qui”. Legami di vita, che rimangono nel tempo. “Siamo felici per lui, è il nostro fiore all’occhiello!”. Da bambino all’Ottavia a uomo, giocatore nella Lazio. Tarquinio, tifoso doc biancoceleste: “Ho la Lazio nel cuore, non puoi capire che gioia vederlo con quella maglia addosso in Serie A. Mia madre, 75 anni, va ancora ad Auronzo per il ritiro. Siamo laziali, che emozione per noi il successo di Danilo”.

Poi un aneddoto. In estate all’Ottavia si organizzano i centri estivi. Passione, sempre. “Danilo c’era ogni anno. Conservo una foto di lui che mangia il cocomero. Ma senza semi! Non li sopportava. Li toglieva tutti prima e poi iniziava a mangiare”. Ora Cataldi punta a diventare una bandiera della Lazio. “Per me già lo è”. Poi un giudizio sul suo ruolo in campo: “Danilo è un regista, ha tecnica e visone di gioco. Può giocare benissimo con Biglia. Poi giocare da mezzala non è un problema, lui sa farlo. Io lo vedo meglio davanti la difesa”. Danilo Cataldi, quel ragazzo secco secco che punta a scrivere la storia della sua Lazio. Con l’Ottavia sempre nel cuore.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Verona, l’ex Teodorani: “Divario evidente tra le squadre. Biancocelesti favoriti”

Published

on

 


Domenica sarà LazioHellas Verona. Mentre l’Olimpico si prepara ad attendere la sfida, Carlo Teodorani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress per parlare del match che vedrà impegnati in casa i biancocelesti. Queste le parole dell’ex giocatore dell’Hellas Verona, che ha ricoperto il ruolo di difensore nelle stagioni 2001-2005 e 2005-2007.

Come arrivano Lazio e Verona alla sfida di domenica?
Il Verona scenderà in campo con un atteggiamento positivo, ma il divario tra le due squadre è evidente. Sicuramente, tra le due, vedo la Lazio favorita”.

Su cosa dovranno puntare gli uomini di Cioffi per mettere in difficoltà la Lazio?
Il Verona ha una buona fase difensiva, per mettere in difficoltà la Lazio dovrà cercare di puntare sui soliti 3-4 giocatori determinanti, capaci nelle ripartenze”.

Quest’anno l’Hellas ha puntato molto sui giovani. Finora chi ti ha colpito di più della rosa?
È ancora molto presto per dirlo. Il rendimento è stato sempre molto altalenante in queste partite e penso che i giovani abbiano ancora bisogno di tempo. Aver deciso di puntare sui millennials è sicuramente una scelta ponderata, frutto di un progetto a lungo termine”.

Dalla polemica sulla classe arbitrale alle ultime vicende che hanno visto protagonista Ciro Immobile. Un tuo commento.
Purtroppo queste vicende fanno parte del calcio. Immobile è una persona intelligente e in grado di affrontare questi episodi”.

Pronostico Lazio-Hellas Verona?
Penso che sarà una partita con molti gol, visto il calibro degli attaccanti. Azzardo un 3-1”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW