Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Nel mondo di Murgia: “Sempre il primo agli allenamenti, un ragazzo d’oro. Che emozione il gol al Torino!”

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


Chiamiamole emozioni. Storie belle, intense. Di quelle che vorremo sempre raccontare. Il ragazzo diventato uomo nella sua squadra del cuore, per la quale ha tifato sin da piccolo. Romano, cresciuto al Colombo, la scuola calcio vicino ai marmi quadrati dell’Eur. All’età di 12 anni arriva la chiamata che non ti aspetti, un sogno che si avvera. Alessandro Murgia e la Lazio, si parte dai Giovanissimi. Fascia B Elitè per l’esattezza. “E’ un piacere parlare di Alessandro, l’ho visto crescere. Una soddisfazione immensa vederlo in Serie A con la Lazio”, rivela in esclusiva a LazioPress.it Gianluca Lillo, suo allenatore nei Giovanissimi Fascia B Elitè. Un fiume in piena, l’emozione è tanta: “Assolutamente, lui sa quanto credessi nel suo potenziale. Orgoglioso di aver contribuito, anche se in piccola parte, al suo percorso. Un ragazzo serio, sempre il primo ad arrivare agli allenamenti. Dava tutto in ogni cosa, un professionista sin da piccolo”.

Qualità già evidenti. “Grande tecnica, era destinato ad arrivare in prima squadra. Con me giocava trequartista, aveva un gran tocco di palla e vedeva bene il gioco”. Una crescita progressiva: “Era già un calciatore importante, ma ha dei margini di miglioramento enormi. Nel corso degli anni ha acquisito più determinazione e corsa. E’ diventato un centrocampista moderno!”. Poi il battesimo di Inzaghi: “Il mister è stato fondamentale, dandogli fiducia e credendo in lui senza nessun timore”. Dalla Primavera alla Lazio, un salto importante che nasconde mille incognite. Non per Alessandro: “Ha dimostrato di poter far parte della rosa di un club come la Lazio. L’esordio in A contro il Pescara è stato fantastico, poi a Torino…”. Si ferma mister Lillo, un attimo per trovare le parole giusto per descrivere quel momento:Una gioia incredibile! Un gol di testa bellissimo, tempi di inserimento perfetti”.

Un anno positivo sotto la guida di Gianluca Lillo. La stagione successiva Alessandro gioca nei Giovanissimi Nazionali. “Una squadra importante: c’erano Murgia, Palombi e Guerrieri, oltre ad altri ragazzi molto bravi”, ammette in esclusiva a LazioPress.it Enrico Fabbro, allenatore nei Nazionali. Con lui quell’anno fa grandi cose, gioca sempre: “Ha sempre avuto qualità, saltava l’uomo e aveva una facilità di calcio impressionante. Ruolo? Con me ha fatto il regista basso davanti la difesa e il trequartista. Lo alternavo ma sempre in mezzo al campo”. Un rapporto vero tra i due, autentico: Un ragazzo d’oro, con lui mantengo tutt’ora un ottimo rapporto. Educato, sempre con gli atteggiamenti giusti. Ci tengo a seguire i ragazzi che ho allenato”. Il punto di forza di Alessandro? Fabbro non ci pensa su: La sua famiglia è stata determinante, fondamentale! Non l’hanno mai esaltato, persone sempre con i piedi per terra”. Il belloccio di quella squadra. Da blindare: “Esattamente (ride ndr). Tutte le ragazzine gli andavano dietro…”.

Con Inzaghi arriva l’esordio in A.  Sensazioni uniche. Emozione, grande soddisfazione!”. Ora Murgia, prima…: “Mi era già capitato con Lorenzo De Silvestri, poi anche con Guido Guerrieri“. Il primo gol in Serie A non tarda ad arrivare. Felice ma sorpreso Fabbro: “Il colpo di testa non era un gesto tecnico in cui Alessandro eccelleva. A Torino ha segnato un gran bel gol, battendo un portiere come Hart”. Un 2016 da ricordare per Murgia. Nella Lazio è cresciuto, Lillo e Fabbro non hanno dubbi: “Vedrete, Alessandro farà grandi cose con la maglia biancoceleste”. C’è da credergli.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lucas Leiva: “Il derby di Roma è speciale, spero vinca la Lazio. Immobile? Difficile trovargli un vice”

Published

on

 


Il giorno tanto atteso è arrivato. Oggi è il giorno del Derby. Alle 18:00, nella 13° giornata di Serie A, si affronteranno Roma e Lazio. Una partita che non ha bisogno di presentazioni, che va oltre la classifica ed il percorso fin qui svolto. La redazione di LazioPress.it, in vista della stracittadina, ha intervistato, in esclusiva, l’ex centrocampista della Lazio Lucas Leiva. Queste le sue parole sul derby, sulla squadra di Sarri e su uno dei grandi assenti di quest’oggi: Ciro Immobile.

Sei rimasti nei cuori di tutti i tifosi della Lazio. Cosa ti manca di più della Capitale e della Lazio?

“Io e la mia famiglia abbiamo passato cinque anni fenomenale a Roma. Abbiamo lasciato tanti amici. Mi manca la città ed i miei compagni, però sono contento di esser tornato nella mia squadra del cuore”.

Hai visto una crescita della Lazio in questo avvio di stagione? A quale obiettivo possono ambire i biancocelesti?

“La Lazio è cambiata tanto, con tanti giocatori nuovi, quindi hanno bisogno di tempo. La Lazio è una società che aspetta, quindi devono anche adattarsi all’ambiente. Speriamo che possano fare bene in campionato”.

Quale è il derby che hai nel cuore?

“I derby che ho vinto rimangono sempre nel cuore. Il derby di Roma sicuramente è speciale e spero tanto che la Lazio vinca un’altra volta”.

Nel tuo ruolo, Sarri ha scelto Cataldi.

“Cataldi sta crescendo tanto e sono contento perché è un ragazzo d’oro che lavora tanto e vive per la Lazio. Sarri ha voluto cambiare tanti giocatori, non vedo nessun problema.

Penso che potevo aiutare tanto ancora, però come ho detto, tornare in Brasile per aiutare la mia squadra del cuore, è stata la scelta giusta”.

Si ferma Immobile e la Lazio fa fatica a vincere. È fondamentale avere un suo vice?

“Immobile è un giocatore importante per come gioca la Lazio. E’ normale che fanno fatica a vincere senza di lui. Trovare un vice non è facile, anche perché deve accettare la panchina e sappiamo che Immobile vuole giocare tutte le partite”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW