Connect with us

Per Lei Combattiamo

GLI ARRIVI DI GENNAIO – Mauri e la Lazio: ‘Mille giorni di te e di me’

enrico.delellis@libero.it'

Published

on

 


La sessione invernale del calciomercato si avvicina. Nell’era Lotito, gennaio è stato spesso segnato dagli arrivi di alcuni flop. Ma, fortunatamente, ci sono 5 eccezioni.

Gennaio 2006. Sabatini decide di regalare un centrocampista offensivo a Delio Rossi. Dall’Udinese arriva Stefano Mauri. Che casualità del destino esordisce con la nuova maglia contro la sua ex squadra, in Coppa Italia. Dopo pochi minuti sfiora subito il gol, su un assist di testa di Igli Tare. La storia d’amore tra Mauri e la Lazio è il classico colpo di fulmine. In ambito teatrale Pierre du Ryer, lo descriverebbe così: “Mi vide, mi amò; la vidi, l’amai“. Il giocatore imprescindibile di tutti gli allenatori che per dieci anni si sono succeduti sulla panchina biancoceleste: da Reja a Ballardini, per finire a Petkovic e Pioli. 253 presenze condite da 43 gol. L’uomo degli inserimenti senza palla, del modo rivoluzionario di concepire il ruolo del trequartista. Molti allenatori avversari nel vederlo giocare hanno cercato di imitare con gli elementi a propria disposizione in rosa la sua innovazione. L’esempio più lampante Spalletti con Perrotta. Tante le vittorie, molte le sconfitte. Preso come primo responsabile dalla critica quando le cose non andavano per il meglio, ma ogni volta che non entrava negli undici titolare, la sua assenza si faceva sentire. E come. Leader silenzioso, di uno spogliatoio che più volte ha avuto bisogno di qualche scossa, la sua. Non solo a parole ma anche con i fatti. I derby? Sempre protagonista, con reti oppure assist “Come la nostra prima scena solo che andavamo via di schiena incontro a chi “. La sua partita osavano dire in molti. Le vicende extra campo hanno in qualche modo influenzato il pensiero della società, così da non rinnovare il contratto due anni fa “Insegneremo quello che noi due imparammo insieme e non capire mai cos’è se c’è stato per davvero”. Dopo alcuni mesi la società e il mister Pioli, decidono di richiamare Mauri. Motivo? Nello spogliatoio c’è ancora bisogno di lui. La stagione fallimentare del club, fa prendere alla dirigenza la decisione definitiva di non rinnovare il contratto al giocatore “Ci separammo un po’ come ci unimmo, senza far niente e niente poi c’era da fare se non che farlo e lentamente noi fuggimmo lontano dove non ci si può più pensare“. L’ultima foto che lo immortala felice è con una Coppa Italia, in mano, alzata al cielo il 26 maggio “Io e te che facemmo invidia al mondo avremmo vinto mai, contro un miliardo di persone. L’avventura a Roma, inizia e finisce nello stesso modo, con la seconda competizione italiana nel suo destino. Il suo volto sotto la Nord, con il trofeo in mano, delle istantanee scattate con una polaroid, nella sua mente avranno  ripercorso dieci lunghissimi anni: Champions League, Madrid, eliminazioni, sconfitte rocambolesche, alcune pesanti. Lo sguardo fiero verso il suo popolo con una fascia rossa al braccio, come a voler dire: “Se c’è stato per davvero, quell’attimo di eterno che non c’è. Mille giorni di te e di me“.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

CdS | Sarri ha ritrovato Patric. Marcos Antonio fermo

Published

on

 


Il programma della Lazio prevede la permanenza a Belek dal 12 al 17 dicembre. E’ prevista un’amichevole con il Galatasaray, un’altra è da fissare entro il 17, forse contro l’Hatayspor. Un terzo test dovrebbe essere effettuato intorno al 20 dicembre.

fraioli

Ieri a Formello la Lazio ha completato il terzo giorno di allenamento con Patric di nuovo impiegato di nuovo impiegato in partitella dopo i tormenti fisici. Lo spagnolo è stato sorpassato da Casale nelle gerarchie e si candida per gennaio.
Assente ieri Marcos Antonio, febbricitante.

foto Fraioli

Come riportato dal Corriere dello Sport

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW