Connect with us

CalcioMercato

Il Messaggero | El Ghazi, Borini e Gnabry: i tre nomi per l’attacco. Tutto ruota intorno a Keita

Published

on

 


Pochi soldi, ma tante idee. Più per il dopo Keita che per il vice di Immobile. La Lazio si muove sul mercato attraverso diversi procuratori e, come al suo solito, sonda più terreni possibili. Dai primi movimenti su El Ghazi, suggerito dal potente Mendes, al vecchio pallino Borini fino ad arrivare all’ultima novità che porta il nome di Serge Gnabry, esterno offensivo talentuoso del Werder Brema, classe ’95. Tutti attaccanti in grado di poter giocare sulla fascia, ma anche con caratteristiche fisiche e tecniche per potersi adattare al centro del reparto avanzato e dare così un’opportunità in più a Inzaghi.

TALENTO E GOL Direttamente dalla Germania spunta la candidatura di Gnabry, venuto alla ribalta in questa stagione per i suoi guizzi in Bundesliga con il Werder Brema, ben sette in quindici partite, ma soprattutto per la sua tripletta all’esordio con la Germania nella partita con San Marino. E’ un calciatore giovane, papà ivoriano e mamma tedesca, dotato di ottima tecnica e dribbling, con discreto fiuto del gol. Pur essendo giovanissimo ha già avuto le sue esperienze non proprio positive. Di lui si diceva un gran bene già nel 2012, quando era sotto osservazione costante di Wenger nelle giovanili dell’Arsenal. Qualche buona partita, ma niente di particolare. Il saggio allenatore dei Gunners nel 2015 decise che era arrivato il tempo di mandarlo a giocare in prestito nel West Bromwich Albion, ma dopo sei mesi l’Arsenal fu costretto a riprenderselo perché il buon Gnabry non brillò per impegno. Fu così deludente il suo ritorno che l’estate scorsa gli inglesi decisero di venderlo per 5 milioni di euro al Werder Brema. Il diesseTare lo conosce bene, avendolo seguito per un paio d’anni, ma poi decise di non affondare il colpo. Adesso il ragazzo pare maturato, tanto che su di lui ci sono diverse squadre. Potrebbe essere una buona occasione, considerato che nel suo contratto c’è una clausola rescissoria di 8 milioni di euro. Il Werder, visto l’exploit, sono tre mesi che sta provando a ridiscutere l’accordo contrattuale, ma con scarsi risultati.

ALTRE PISTE Da non abbandonare la strada che porta a El Ghazi dell’Ajax, se non altro perché a proporla è stato quel George Mendes, il manager di Mourinho, lo stesso che ha portato Wallace dal Monaco alla Lazio l’estate scorsa. Il potente agente portoghese sta tentando di aprire una corsia preferenziale con lo United per Keita, in modo tale da poter facilitare il passaggio dell’olandese in biancoceleste già a gennaio, ma non è un’operazione semplice anche perché in ballo, oltre ad esserci diversi soldi, ci sono pure tanti manager importanti che non hanno gran rapporti di comunicazione tra loro. Ad ogni modo dall’Olanda, sempre grazie al lavoro di Mendes, arriva una sensibile apertura da parte dell’Ajax sulla possibilità di trattare El Ghazi con un prestito oneroso e con un riscatto obbligatorio a luglio. Più facile dal punto di vista economico aprire una trattativa con il Sunderland per Borini. Anche qui buone chance di averlo in prestito con riscatto. Tutto dipende sempre dall’eventuale cessione di Djordjevic perché Keita, a meno di clamorosi dietrofront di Inzaghi che non lo vuole perdere o di incredibili offerte, difficilmente si muoverà a gennaio.

Il Messaggero – Daniele Magliocchetti 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

CalcioMercato

Il Messaggero| Vicina quota 40.000 contro lo Spezia. Lotito sarà a colloquio con Sarri e Tare per le prossime mosse del club

edo9923@hotmail.it'

Published

on

 


Undicimila i biglietti venduti per domenica, i tifosi biancocelesti ormai costituiscono il quarto bacino d’Italia. Si muovono in massa anche in trasferta: hanno rimosso la batosta in Danimarca, hanno prenotato in 1.000 un posto a Graz, in 2.500 si sono già rifatti gli occhi a Cremona. C’è la possibilità di centrare, almeno in campionato, la terza vittoria di fila. Non arriva da oltre un anno e mezzo, da aprile 2021, era stata conquistata proprio contro lo Spezia. Sarri non parla alla vigilia, un po’ perché squalificato (al suo posto Martusciello in panchina), un po’ per scaramanzia. Riecco anche il Capitano, Immobile voleva giocare con Inghilterra e Ungheria, figuriamoci se avrebbe davvero rinunciato allo Spezia sei giorni dopo. Ciro ieri era subito in campo. Vuole esserci a ogni costo per superare i 187 gol, contro lo Spezia l’anno scorso trovò una tripletta, contro i club liguri si è sempre scatenato. Sarri tiene sempre in considerazione i piani b Cancellieri e Pedro. Oltretutto per il futuro, a sorpresa, prende quota in quel ruolo anche l’idea Luka Romero.

 

Non vuole perdere questo talento a zero, Lotito, arrivato ieri alle 19.15 a Formello per un brindisi (con Rao, Fabiani, la comunicazione e il marketing) per la sua elezione al Senato. Il patron commosso, ha rinviato un altro cin cin e il discorso con Sarri, Tare e la squadra a domani pomeriggio nella pancia dell’Olimpico. Il tecnico vuole regalargli il successo, ma chiede sempre un terzino sinistro a gennaio: è in ballo Parisi dell’Empoli, c’è Valeri in risalita, anche se su quest’ultimo andrebbe fatto poi un intenso lavoro difensivo nel passaggio da esterno alla linea a quattro, stile Lazzari. Cataldi aveva preso una botta giovedì pomeriggio, ha già recuperato. Luis Alberto vuole riprendersi una maglia dal primo minuto. Sarri terrà conto anche del tour de force di 12 gare in 43 giorni, fra campionato e Coppa. La Lazio ne giocherà all’Olimpico sette, più della metà. E allora bisogna sfruttare il calore e la spinta fra le proprie mura, quest’anno, su 4 sfide casalinghe, i biancocelesti ne hanno vinte 3 e persa appena una contro il Napoli capolista. In generale, nell’anno solare 2022, a prescindere dall’affluenza sugli spalti, in 17 match sono arrivate appena 3 sconfitte di cui quelle con Milan e Napoli, praticamente a fine gara. Poi 9 successi e 5 pareggi, inserendo nel computo Europa League e Coppa Italia.

Il Messaggero

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW