Connect with us

Per Lei Combattiamo

L’ag. Fifa Savini su Keita: “Non vuole rinnovare, Lotito non abbasserà le sue pretese”

Published

on

 


Ai microfoni di RadioSei è intervenuto l’agente Fifa Ulisse Savini, in passato ex procuratore di Keita. Gennaio è tempo di calciomercato, e la questione rinnovo del senegalese è uno dei nodi da sciogliere per la società di Lotito. Savini ha fatto un bilancio generale prima sulla squadra biancoceleste: ” È una squadra quadrata, è tra le protagoniste del campionato e non farà fatica ad arrivare in Europa. Quest’anno è molto forte in difesa e a centrocampo. Davanti si affida troppo alle individualità. Servirebbe un’alternativa a Immobile, lì manca qualcosa. La società può scegliere di proseguire con un Paloschi che ha caratteristiche simili o un giocatore completamente diverso. Secondo me prevarrà la prima alternativa. Muriel sarebbe il top, ma non si muove a determinate condizioni. Alla Sampdoria va pagata la clausola. È lo stesso discorso di Higuain per il Napoli”.

Il nome di Zaza in questi giorni circola molto sui giornali,dopo la trattativa saltata col Valencia e per l’agente: “Zaza sarebbe una grande scelta. Farà fatica a trovare squadre di prima fascia in Italia, sono praticamente tutte coperte. La Lazio forse è l’unica possibilità che può avere a livello di top club”.

Poi si passa alla questione Keita: “Non c’è la volontà di Keita di rinnovare, è evidente. Già in passato aveva dimostrato idee di queste tipo. A mio parere partirà a giugno, nessuna squadra compra a 30 milioni un giocatore che fa la Coppa d’Africa e torna a febbraio non si sa in quali condizioni. A meno che non li si prenda in prospettiva futura e non per obiettivi immediati. Lotito non abbasserà le sue pretese, nonostante la scadenza. Non mollerà e cercherà di prendere il massimo possibile fino al 31 agosto. Ci sono passato con Diakite e Cavanda. Lo sfogo della partita ti aiuta a superare la difficoltà mentale. Quando questo non accadrà, bisognerà vedere se si potrà andare avanti in quel modo per un anno e mezzo. Sinceramente pensavo potesse accadere già prima. Ma l’atteggiamento della società è cambiato, gli ha voluto attribuire un ruolo importante. È stato fortunato anche ad incontrare un allenatore come Inzaghi che lo ha sempre stimato, fin dai tempi della Primavera. Magari con Pioli non avrebbe giocato. Non andrà all’Inter, dove l’allenatore non stravede per lui. Al Milan con Montella si troverebbe bene e Mirabelli è un suo estimatore. La proprietà cinese è forse l’unica squadra in Italia a poterlo prendere. Piace anche in Inghilterra, soprattutto in club medi. Bisogna trovare una squadra destinata a pagare quella cifra”.

Si parla anche di Tounkara, finito ai margini della rosa di mister Inzaghi: “L’ho seguito fino a poco tempo fa. Non ho rapporti contrattuali, mi lega solo un rapporto di grande affetto dopo che l’ho portato alla Lazio. Vuole giocare, si sta cercando per lui una sistemazione”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Lazio Women

SERIE B | Chievo Verona Women-Lazio Women: la designazione arbitrale

Published

on

 


La 10ª giornata di Serie B Chievo Verona WomenLazio Women, in programma domenica 4 dicembre 2022 alle ore 14:30 allo Stadio Olivieri di Verona, sarà diretta dal signor Matteo Santinelli della sezione di Bergamo, coadiuvato dagli assistenti Lorenzo Riganò e Usman Ghani Arshad.

Come riportato dal sito dell’AIA 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW