Connect with us

Per Lei Combattiamo

Manzini: “A Bruxelles ho capito cosa voglia dire essere laziali all’estero”. Poi una frecciata alla Roma…

marco.cervino4@gmail.com'

Published

on

 


Ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM è intervenuto il Team Manager biancoceleste Maurizio Manzini.

“E’ stato un grande onore vestire il Manneken-Pis di biancoceleste. Per far comprendere l’appropriatezza di questo termine, l’onore, bisogna dire che la statua è stata vestita con abiti adeguati solo quando è stata visitata dal Presidente degli Stati Uniti e dalla Regina Elisabetta. Dopo ci siamo noi: è stata una grande emozione e un evento piacevole; mi sono sentito una persona particolare. Sono un tifoso laziale prima di un dirigente, e questo mi rende appunto particolare. Per essere un tifoso a Roma bisogna essere particolare.  E’ stata una cerimonia che mi ha riempito d’orgoglio, mi sono sentito vestito anch’io di lazialità. Ho capito cosa voglia dire essere laziali all’estero; siamo più gratificati, la Lazio all’estero si immerge come un pesce nell’acqua in un bagno di lazialità e di italianità.

Ogni anno, ogni 9 gennaio,m questa manifestazione si ripeterà. C’erano circa tremila persone presenti, tremila italiani che venivano da tante zone d’Europa diverse, oltre ad altre 60 venute appositamente dall’Italia; si capisce che la Lazio ha un potere aggregante che pochissime squadre possono vantare. Mi ha particolarmente emozionato il fatto che dopo aver vestino il Manneken-Pis, le persone presenti si sono incolonnate formando una coda lunghissima che ha sfilato per la città cantando le nostre canzoni.  I belgi si fermavano e ci guardavano stupefatti, siamo diventati progressivamente sempre di più.

Siamo soddisfatti, è stato un peccato per l’Italia non aver seguito a dovere l’evento. Tanti italiani sarebbero stati contenti di quanto fatto. Gli italiani di Bruxelles erano commossi, hanno visto come un grande Paese ha reso omaggio alla Lazio e a loro stessi. Il fatto che i media abbiano snobbato l’avvenimento mi inorgoglisce ancora di più, pone l’accento sulla nostra esclusività. Nell’universo sportivo italiano ed internazionale siamo un’isola previlegiata, la Skiathos del calcio. Possiamo vantarci d’aver lanciato uno stile”.

Fonte: S.S. Lazio

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

CalcioMercato

Calciomercato Lazio, Escalante potrebbe lasciare la Cremonese: su di lui un club spagnolo

Published

on

 


Mentre sono in corso i Mondiali di calcio, il campionato di Serie A è fermo. La ripresa è fissata il 4 gennaio 2023, due giorni dopo l’apertura della finestra di calciomercato invernale. In questa sessione, sembra che Gonzalo Escalante, calciatore della Lazio in prestito con diritto di riscatto alla Cremonese, potrebbe lasciare il club di Cremona: come riporta l’esperto di mercato Nicolò Schira infatti, il centrocampista argentino classe ’93, potrebbe salutare la Cremonese. Su di lui ha messo gli occhi un club spagnolo: si tratta del Cadice, squadra che milita ne La Liga spagnola. Il club penultimo in classifica avrebbe mostrato interesse per Gonzalo Escalante. Lunedì 2 gennaio, 33 giorni all’apertura del calciomercato invernale.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW