Connect with us

Per Lei Combattiamo

FOCUS – Tra il flamenco e il reggaeton non c’è spazio per la play: Patric, quando l’importante è fare gruppo

enrico.delellis@libero.it'

Published

on

 


Playstation? No, grazie. Meglio una passeggiata in centro, magari con la famiglia e coi suoi amici. Reggaeton? Si, ma pure il Flamenco non è male. Sceglie la playlist e via a Formello, prendersi la Lazio è più facile con un pò di R’n’B a tutto volume. Decimo minuto del secondo tempo. Farris, dietro sms di Simone Inzaghi, appena mandato nello spogliatoio dall’arbitro Pairetto, decide di far entrare in campo Patric, per Luis Alberto. Il risultato è ancora di 1 a 1. L’entrata dell’ex Barcellona cambia la partita. L’Atalanta non ha più la superiorità sulle fasce, Gomez e Spinazzola vengono “ingabbiati” dallo spagnolo e da Bastos. Il risultato finale premia la mossa del mister biancoceleste. Al termine della partita nelle radio inizia subito il tam tam: “La partita è stata cambiata dal biondino“, poi ancora: “Patric ha fatto la differenza“. Alla fine è andata proprio cosi. Corsa? Tanta. Al rigore di Immobile l’esultanza del numero quattro ricorda tanto il Canto XV del Paradiso della Divina Commedia: “Che dentro agli occhi suoi ardeva un riso tal, ch’io pensai co’ miei toccar lo fondo della mia gloria e del mio paradiso“. Mai una polemica, sempre il sorriso dipinto sul volto. Il segreto di questa Lazio si chiama gruppo e chi meglio di Patric può rappresentare tutto questo? Lo scorso anno è già dimenticato, l’esonero di Pioli, il tiraccio alle stelle da 40 metri nel derby, acqua passata. Dal ritiro di Auronzo le cose sono cambiate: maglietta sempre bagnata di sudore, tanto lavoro e zero chiacchiere. Così il classe 93′ si è preso la fiducia di Inzaghi. Sempre presente quando c’è stato bisogno del suo aiuto, difficilmente il suo voto è andato sotto la sufficienza in ogni partita disputata. L’abbraccio con la Curva Nord al termine della gara contro l’Atalanta è sinonimo di affetto. Non bisogna alla fine chiamarsi Maradona, Messi o Cristiano Ronaldo per essere amati dal tifoso.

LE PASSIONI – Il Flamenco è uno dei suoi tanti amori. Danza tradizionale della sua terra d’origine, il sud della Spagna. Ballata profonda e che arriva dall’anima. R’n’B e il reggaeton accompagnano i suoi viaggi in macchina al centro sportivo di Formello. Play station o ping pong? No, chiudersi in casa non fa per lui. Soprattutto da quando è a Roma, città che ama. Molto meglio passare del tempo con la famiglia, magari passeggiando tra il Colosseo e San Pietro,  per godersi gli umori e i profumi della Città Eterna. Anche il cibo è una delle sue passioni. Piatto preferito? La carbonara, ma guai a mangiarla troppo spesso. Il richiamo del campo è più forte della tentazione. Ragazzo dal cuore d’oro, sempre più seguito sui social network dal popolo laziale, impossibile non affezionarsi a lui. Far bene con la maglia biancoceleste è il suo grande obiettivo. Inzaghi lo tiene in grande considerazione. Il suo percorso nella Capitale, giorno dopo giorno, sta sorprendendo gli addetti ai lavori, ma si sa: “L’importante non è quello che trovi alla fine di una corsa, l’importante è quello che provi mentre corri“.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Lazio, Nicolò Casale svela la sua Top 11 dei Mondiali di calcio | VIDEO

Published

on

 


Continua la rubrica social della Lazio “La top XI Mondiale di…”, con protagonisti i calciatori biancocelesti. Quest’oggi, dopo Basic, Felipe Anderson e Zaccagni, è stato il turno di Nicolò Casale. Il difensore, arrivato nella Capitale nell’ultima sessione di calciomercato, ha stilato la sua Top 11 dal primo Mondiale che ricorda ad oggi. Questo il video, pubblicato dalla Lazio sul proprio profilo ufficiale Twitter.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW